Riciclo
Riciclo
Territorio

Ecosistema Urbano 2021, Bari si piazza all'88esimo posto

La nota di BariEcoCity: «Siamo in presenza di dati ambientali molto negativi, che chiamano alla responsabilità gli amministratori comunali»

Bari all'88esimo posto nella classifica Ecosistema Urbano 2021. Una notizia negativa che merita approfondimento secondo l'associazione BariEcoCity.

«Crediamo meriti una più profonda riflessione e una serie di proposte, la classifica 2021 di Legambiente/Sole24ore sulle perfomance ambientali delle 105 città Italiane, recentemente pubblicata - scrivono - Bari quest'anno, sulla base dei 18 parametri ambientali considerati, si colloca al 88 posto, perdendo ben 4 posizioni rispetto al 2020. Un brutto risultato, che si amplifica considerando le risultanze di alcuni dei principali parametri presi a riferimento per stilare la classifica».

«VERDE URBANO - prosegue la nota - siamo al 96esimo posto nazionale, con 4 mq di verde per abitante, a fronte dei 300 mq di Trento. E al 62esimo posto per numero di alberi, con 15 alberi ogni 100 abitanti, a fronte dei 190 di Cuneo. RIFIUTI URBANI: Siamo al 90esimo posto per percentuale di raccolta differenziata (41%), a fronte del tasso di Pordenone (86%). E siamo all'81esimo posto per ammontare di rifiuti procapite (580kg), a fronte dei 408kg di Belluno. ACQUA: Siamo al 77esimo posto per dispersione idrica in rete con percentuale del 48%, a fronte del 9% di acqua persa in rete di Macerata. ENERGIA RINNOVABILE: Siamo al 45esimo posto per produzione di energia solare da edifici pubblici (4kw/1000 abitanti), a fronte dei 30kw che produce Padova, dove il sole è certamente meno presente rispetto a Bari! ARIA: 64esimo posto per concentrazione di biossido di azoto e 44 posto per polveri sottili (PM10), comportano una qualità dell'aria barese appena sufficiente. ISOLE PEDONALI: 21esimo posto con 0,56 mq per abitante, mentre a Lucca sono 6,7 i mq di isole pedonali a disposizione di ciascun abitante».

«Siamo dunque in presenza di dati ambientali molto negativi, che chiamano alla responsabilità gli amministratori comunali che da 20 anni gestiscono Bari - concludono - La transizione ecologica, la cura dell'ecosistema urbano, la.crisi climatica non devono essere temi di sterili bla-bla-bla, ma chiamano a un impegno serio e sistematico chi gestisce da tantissimi anni la Cittá. Impegno che i fatti e i dati comprovano non essere sino a oggi stato sviluppato! Chiediamo quindi ancora una volta e per l'ennesima volta a sindaco e giunta non iniziative di green washing; ma azioni potenti e concrete di rispetto dell'ambiente e dell'ecosistema urbano. Quindi, come da anni da noi indicato, proponiamo: investimenti finanziari in forestazione urbana per moltiplicare il numero di alberi in Cittá. Affidamento degli spazi verdi urbani ai Cittadini, con riconoscimento di sgravi fiscali. Incentivi economici ai Cittadini per incrementare il recupero dei rifiuti urbani e nuove modalitá di raccolta dei rifiuti (basta cassonetti stradali). Pannellizzazione di tutti gli edifici pubblici comunali per incrementare la produzione di energia elettrica pulita. Aumento delle aree pedonali. Riduzione dei consumi di gas metano (altamente inquinamente e gravemente nocivo per l'ambiente) ed elettrificazione di tutte le flotte veicolari comunali (ivi incluse le società partecipate). Bari e i baresi vogliono vivere in una cittá più pulita e più rispettosa dell'ambiente».
  • Legambiente
Altri contenuti a tema
Distrussero il pesce mangiaplastica, "pentiti" aiutano a riposizionarlo Distrussero il pesce mangiaplastica, "pentiti" aiutano a riposizionarlo I giovani postarono un video della bravata, Petruzzelli: «Il vostro è un bellissimo esempio del "chi sbaglia paga"»
Legambiente premia i Comuni Ricicloni, male Bari che passa dal 47,6% al 41,4% Legambiente premia i Comuni Ricicloni, male Bari che passa dal 47,6% al 41,4% In Puglia solo Barletta è Capoluogo di Provincia Riciclone grazie al 70,9% di RD mentre Lecce si ferma al 61,6%
Goletta Verde di Legambiente fa tappa in Puglia, ecco dove dal 27 al 30 luglio Goletta Verde di Legambiente fa tappa in Puglia, ecco dove dal 27 al 30 luglio A Bari verrà presentato il monitoraggio relativo alle coste della nostra regione
Pulizia delle spiagge, a Bari arriva il pesce mangiaplastica Pulizia delle spiagge, a Bari arriva il pesce mangiaplastica L'installazione vede la collaborazione del Comune con il circolo di Legambiente Eudaimonia
Legambiente Puglia, Ruggero Ronzulli è il nuovo presidente Legambiente Puglia, Ruggero Ronzulli è il nuovo presidente Subentra al dimissionario Francesco Tarantini, direttrice regionale sarà Daniela Salzedo
Parco Costa Ripagnola, Legambiente: "Chiudere brutta pagina per il patrimonio pugliese" Parco Costa Ripagnola, Legambiente: "Chiudere brutta pagina per il patrimonio pugliese" Secondo l'associazione suscita perplessità la posizione della Sovrintendenza che continua a sostenere l’assenza di elementi utili per far rivedere il parere rilasciato dalla CdS del febbraio 2019
Illegalità ambientale, la Puglia è seconda nella classifica italiana Illegalità ambientale, la Puglia è seconda nella classifica italiana Presentato il rapporto Ecomafia di Legambiente: «Bari e Lecce province più colpite dai reati»
"Puliamo il mondo", il Politecnico insieme a Legambiente per liberare dai rifiuti le spiagge di Bari "Puliamo il mondo", il Politecnico insieme a Legambiente per liberare dai rifiuti le spiagge di Bari Studenti, dottorandi, docenti e personale tecnico al fianco dei volontari a Pane e pomodoro e Torre Quetta
© 2001-2022 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.