Palazzo di Città
Palazzo di Città
Vita di città

Duecento dipendenti in pensione con quota 100, il Comune di Bari corre ai ripari

Approvato il piano triennale del fabbisogno di personale, tra di essi necessari assistenti sociali, educatori per i nido e insegnanti

Elezioni Regionali 2020
«Con l'entrata in vigore di Quota 100 solo quest'anno sono andati in pensione quasi 160 dipendenti comunali e per il prossimo anno sono già programmate oltre 100 cessazioni, un dato che rischia di raddoppiare considerato che lo strumento Quota 100 non prevede un largo margine di preavviso da parte del dipendente nei confronti dell'ente».

Con queste parola l'assessore al Personale, Vito Lacoppola, commenta l'approvazione da parte della Giunta Comunale del Piano triennale del fabbisogno di personale relativo al 2020/2022, delineato a seguito del coinvolgimento di tutti i dirigenti comunali nella determinazione delle esigenze rilevate in termini di risorse umane.

L'approvazione di tale programmazione ha natura autorizzatoria e vincolante ai fini dell'attuazione di qualsiasi procedimento di reclutamento di personale, sia a tempo determinato sia a tempo indeterminato. Da un punto di vista strategico il Piano del fabbisogno è orientato all'individuazione del personale in relazione alle funzioni istituzionali e agli obiettivi di performance organizzativa, efficienza, economicità e qualità dei servizi ai cittadini. Nel documento vengono inoltre indicate le risorse finanziarie necessarie per la relativa attuazione, nel limite della spesa per il personale in servizio e di quella connessa alle facoltà assunzionali previste dalla normativa vigente. La programmazione deve tenere conto degli equilibri e delle risorse di bilancio, nonché dei vincoli in materia di spesa di personale e non può, in ogni caso, comportare maggiori oneri per la finanza pubblica.

Il Comune di Bari, ad oggi, vive una condizione di sottodimensionamento organico con 1 dipendente ogni 181 abitanti, ben lontana dal parametro fissato dal D.M. 10/4/2017 per le città con popolazione compresa tra 250mila e 500mila abitanti, pari invece a 1 dipendente ogni 89 abitanti. Per il calcolo delle risorse destinate alle assunzioni nel prossimo triennio ci si è basati sul prospetto riepilogativo generale delle cessazioni del personale comunale dal servizio per gli anni 2019, 2020 e 2021, che ha visto il pensionamento di 156 unità nel corso dell'anno e che prevede il pensionamento di 102 unità nel 2020 e 47 nel 2021.

Tra i profili professionali più rilevanti in termini numerici figurano 34 assistenti sociali da assumere nel prossimo biennio attraverso lo scorrimento delle graduatorie; 27 nuovi funzionari specialisti amministrativi ad esito del concorso in essere nel 2020 (cui si aggiungono altrettante risorse interne) e 15 nel 2021 (più altrettanti interni); 28 funzionari specialisti tecnici (12 nel 2020, 11 nel 2021 e 5 nel 2022); 26 educatori di asilo nido (10 nel 2020, 10 nel 2021 e 6 nel 2022); 13 geometri nel 2020 attraverso lo scorrimento delle graduatorie; 25 insegnanti di scuola dell'infanzia da assumere ad esito di concorso (10 nel 2020, 10 nel 2021 e 5 nel 2022); 40 istruttori amministrativi finanziari da assumere ad esito di concorso (10 nel 2020, 20 nel 2021 e 10 nel 2022); 53 agenti di Polizia locale da assumere ad esito di concorso (8 nel 2020, 25 nel 2021 e 20 nel 2022); 12 esecutori addetti ai servizi da assumere attraverso le liste di collocamento; 17 uscieri.

  • Comune di Bari
Altri contenuti a tema
Comune di Bari, un bando per i centri estivi che accolgono bimbi fragili e con disabilità Comune di Bari, un bando per i centri estivi che accolgono bimbi fragili e con disabilità Un contributo pari a 690mila euro a beneficio dei gestori delle attività. Sulla base dei punteggi assegnati a ciascuna proposta, la commissione assegnerà il contributo
Spettacoli culturali all'aperto, pubblicato il bando del Comune di Bari Spettacoli culturali all'aperto, pubblicato il bando del Comune di Bari Risorse disponibili per 200mila euro. A ogni operatore contributo massimo di 8mila euro
Comune di Bari, partite le attività ricreative per 150 bambini dai 3 ai 36 mesi Comune di Bari, partite le attività ricreative per 150 bambini dai 3 ai 36 mesi Orari concordati e triage per genitori e figli. Romano: «Dopo il lungo periodo di stop finalmente possono tornare a giocare con i loro coetanei»
Attività culturali negli spazi aperti di Bari, c'è il sì della giunta. A breve il bando Attività culturali negli spazi aperti di Bari, c'è il sì della giunta. A breve il bando L'intervento è finanziato per 200mila euro. Pierucci: «Amministrazione vicina al settore dello spettacolo e degli eventi»
Bari aderisce a "Siamo tutti pedoni", la campagna di sensibilizzazione sulla sicurezza stradale Bari aderisce a "Siamo tutti pedoni", la campagna di sensibilizzazione sulla sicurezza stradale Torna anche quest'anno il programma estivo per porre l'attenzione sugli utenti "deboli" della strada
Comune di Bari, l'Urp riprende il servizio in presenza Comune di Bari, l'Urp riprende il servizio in presenza Attivi anche gli sportelli decentrati dell'ufficio relazioni col pubblico. Disattivati i numeri istituiti durante l'emergenza
Bari ha un consigliere delegato alle attività LGBTQI, è Nicola Biancofiore Bari ha un consigliere delegato alle attività LGBTQI, è Nicola Biancofiore Per la prima volta l'amministrazione decide per una nomina ad hoc: «Forte il senso di responsabilità per un compito fondamentale e durissimo»
Il Comune di Bari aderisce all'associazione culturale "Vie francigene" Il Comune di Bari aderisce all'associazione culturale "Vie francigene" Il percorso collegherà Roma a Gerusalemme. Pierucci: «Strada che fa parte della nostra storia»
© 2001-2020 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.