Antonio Decaro
Antonio Decaro
Politica

Dal Dpcm "spariscono" i sindaci, ma Decaro rincara: «Non parteciperemo più a cabina di regia»

Il presidente Anci: «Chiesto vertice a Prefettura e Asl per decidere in quali piazze intervenire». Boccia: «Nessuno scaricabarile»

I sindaci "spariscono" dal testo definitivo del nuovo Dpcm annunciato ieri sera dal premier Giuseppe Conte. Il presidente del Consiglio ha firmato nella tarda serata di ieri il nuovo decreto, dopo aver annunciato in conferenza stampa un passaggio del testo per cui «I sindaci potranno disporre la chiusura al pubblico dopo le 21 di vie e piazze dove si creano assembramenti, consentendo l'accesso solo a chi deve raggiungere esercizi commerciali o abitazioni private'', scandisce il premier a palazzo Chigi, confermando le indiscrezioni circolate nelle ore precedenti».

Articolo di cui, però, non si trova traccia nel testo finale pubblicato in Gazzetta ufficiale. Resta, comunque, il "giallo" sul potere di istituire il coprifuoco in determinate aree. Il potere di chiudere piazze e strade, infatti, resta nelle mani delle autorità comunali.

Sul fatto è intervenuto nuovamente Antonio Decaro, sindaco di Bari e presidente Anci, che a Radio Capital ha rimarcato la poca chiarezza della norma ed è tornato ad attaccare l'esecutivo: «La notte ha portato consiglio al governo, ma per noi è stata una scorrettezza istituzionale - ha detto Decaro. Il governo non può chiamarci in tre riunioni di seguito fra sabato e domenica, in cui discutiamo di tutto, ma non viene fatto cenno al coprifuoco, per poi trovarci il presidente Conte che in conferenza stampa dice che il coprifuoco sarà deciso dai sindaci. A noi è sembrato un modo per scaricare sui sindaci la responsabilità di un coprifuoco che il governo non ha voluto fare. Siamo abituati a prenderci responsabilità; anche se il decreto non ci dà più quel potere io stamattina ho chiesto al comitato provinciale di sicurezza un incontro insieme alla Asl per capire le aree dove interrompere le attività alle 21; lo faranno tutti i sindaci. Resta la scorrettezza istituzionale, motivo per cui non parteciperemo più a cabine di regia che non servono a niente: si riuniscono con venti presidenti di regione, decidono con loro e poi scaricano la responsabilità su di noi. Ci atterremo alle indicazioni del governo come sempre fatto».

A Sky il primo cittadino di Bari ha aggiunto: «Per come è scritto il decreto non si capisce chi deve fare che cosa».

A difesa del Dpcm interviene Francesco Boccia, ministro per gli Affari regionali: «Il governo scarica sui sindaci? No, non è così, Decaro lo sa. La norma che chiamava espressamente in causa i sindaci è stata smussata ma in ogni città se c'è un luogo da chiudere lo decide il sindaco, i sindaci sanno che lo Stato è al loro fianco 24 ore su 24, dobbiamo tornare alla collaborazione massima», ha detto Boccia a Rainews24. «I sindaci ci hanno dato un contributo importante, la norma specifica non è il centro del Dpcm, c'è ben altro», ha precisato Boccia.
  • Antonio Decaro
  • Giuseppe Conte
Altri contenuti a tema
Sentenza Petruzzelli, Decaro incontra il ministro Franceschini: "Evitare l'interruzione delle attività" Sentenza Petruzzelli, Decaro incontra il ministro Franceschini: "Evitare l'interruzione delle attività" Il primo cittadino barese dopo il colloquio a Roma: "Nelle prossime ore ci saranno nuovi incontri tra i tecnici per definire le azioni da intraprendere"
Bari, il sindaco Decaro incontra Papa Francesco: "Emozione fortissima" Bari, il sindaco Decaro incontra Papa Francesco: "Emozione fortissima" Il primo cittadino del capoluogo pugliese ha donato al Pontefice una icona pellegrina raffigurante la Madonna del Campo
Il giardino di viale Kennedy intitolato a Monica Dal Maso, educatrice di Bari scomparsa prematuramente Il giardino di viale Kennedy intitolato a Monica Dal Maso, educatrice di Bari scomparsa prematuramente Il sindaco Decaro: "Monica ha lasciato un ricordo straordinario, testimoniato stamattina dalla grande partecipazione di associazioni e cittadini a questa cerimonia"
Noicattaro, la campagna elettorale entra nel vivo. Arriva Conte Noicattaro, la campagna elettorale entra nel vivo. Arriva Conte L'ex premier sarà nella cittadina a sostegno del sindaco uscente Raimondo Innamorato
1 Bari piange Arturo Cucciolla, architetto che lottò per il parco del Castello Bari piange Arturo Cucciolla, architetto che lottò per il parco del Castello Il cordoglio del sindaco Antonio Decaro: «Grazie per tutto quello che la città potrà diventare facendo tesoro delle tue battaglie»
Ferragosto, a Bari occupato il 90% delle strutture turistiche. Decaro: "Si riaccende la speranza" Ferragosto, a Bari occupato il 90% delle strutture turistiche. Decaro: "Si riaccende la speranza" Tanti turisti, provenienti dalle altre regioni italiane o dall'estero, hanno scelto il capoluogo pugliese per trascorrere le vacanze
Bari, bimbo di tre anni travolto da un monopattino. La madre al sindaco: "Presidiare zone pedonali" Bari, bimbo di tre anni travolto da un monopattino. La madre al sindaco: "Presidiare zone pedonali" L'episodio è avvenuto nel giardino di via Caccuri, a Poggiofranco. Fortunatamente il piccolo non è rimasto ferito.
Trentennale sbarco della Vlora, Decaro scrive al console albanese: "Lavorare insieme per il futuro" Trentennale sbarco della Vlora, Decaro scrive al console albanese: "Lavorare insieme per il futuro" Gentiana Mburimi ha contributo alla realizzazione del ricco programma di iniziative organizzate tra Bari e Durazzo in occasione del trentennale dell'arrivo nel porto di Bari della Vlora,
© 2001-2021 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.