PC desktop
PC desktop
Scuola e Lavoro

Coronavirus, presto le lezioni online per le scuole di Bari

La possibilità arriva dall'accordo di Microsoft e Politecnico con il Comune

Gli assessori alle Politiche educative e giovanili, Paola Romano, e all'Innovazione tecnologica, Eugenio Di Sciascio, hanno inviato una comunicazione ai dirigenti delle scuole cittadine per segnalare loro la possibilità di utilizzare gratuitamente la piattaforma informatica Office 365 Education A1, pensata per la didattica online durante questo periodo di chiusura delle scuole per il coronavirus.
"Gentilissimi Dirigenti - si legge nella nota a firma dei sue assessori - in questo momento molto delicato per il nostro Paese vogliamo esprimervi il grande apprezzamento per il lavoro che state svolgendo e l'impegno per essere vicini ai nostri alunni con la didattica a distanza. Vogliamo condividere con voi la possibilità data da Microsoft e Politecnico di Bari: una piattaforma per la scuola, Office 365 Education A1".
La piattaforma, accessibile gratuitamente a tutte le scuole e per tutta la scuola, consente di portare la didattica online, gestire classi in modo interattivo, registrare le lezioni perché possano essere visualizzate e ripassate in qualunque momento, a garanzia della continuità del rapporto insegnante- studente
Nel dettaglio, si tratta di una versione online di Office, completamente gratuita per l'intero istituto, che fornisce e-mail, consente di realizzare videoconferenze e di registrarle, di creare classi virtuali, offre un hub personalizzato per la collaborazione in classe con Microsoft Teams e un archivio di file - lezioni, blocchi appunti, video, questionari di valutazione e altri documenti.
"In un momento così complicato le scuole stanno danno un grande esempio, continuando a curare gli alunni con la didattica a distanza - commenta Paola Romano -. È vero, in questi giorni ci mancano le scuole rumorose, lo stare tutti insieme e il poterci abbracciare, ma grazie all'innovazione tecnologica possiamo continuare ad imparare e sentirci un po' meno soli. Per questo abbiamo colto l'opportunità offerta da Microsoft e la disponibilità di ricercatori e docenti del nostro Politecnico per rendere più semplice l'utilizzo di questa piattaforma. Sono certa che quando tutto questo sarà finito, apprezzeremo ancor più la dimensione scolastica e lo stare insieme, e nel frattempo avremo migliorato l'utilizzo di piattaforme come questa, che anche in condizioni ordinarie possono potenziare la didattica. Ringrazio il Politecnico di Bari per aver messo a disposizione delle nostre scuole il suo sapere. Insieme possiamo farcela, e ce la faremo".
"Tutti dobbiamo fare del nostro meglio in questa situazione difficilissima per il nostro Paese - sottolinea Eugenio di Sciascio -. Siamo grati alle aziende come Microsoft che stanno supportando le scuole offrendo le loro piattaforme per la teledidattica gratuitamente e a docenti, come il prof. Di Noia del laboratorio di Sistemi informativi del Politecnico, che si sono resi disponibili a realizzare tutorial per docenti e studenti che consentono di cimentarsi immediatamente con queste piattaforme, divenendo subito operativi. In momenti come questi ognuno è chiamato a dare il proprio contributo per quello che può. Taluni semplicemente rispettando le regole, altri offrendo le proprie competenze e il proprio tempo".
Le scuole interessate potranno compilare un form per richiedere la creazione dell'ambiente, oppure crearlo in autonomia. Alla lettera indirizzata ai dirigenti scolastici è allegato un file word contenente tutte le informazioni necessarie per l'utilizzo della piattaforma.
Per supportare ulteriormente l'adozione della piattaforma da parte delle scuole baresi, il laboratorio di Sistemi informativi del Politecnico di Bari ha prodotto dei video tutorial per docenti e studenti disponibili al seguente link Inoltre, è stato predisposto un supporto - telefonico e mail - per aiutare le scuole e gli insegnanti nell'intero processo.
  • Scuola
Altri contenuti a tema
Scuola, ecco cosa accade nel Barese dal 24 settembre tra partenze posticipate e cantieri quasi conclusi Scuola, ecco cosa accade nel Barese dal 24 settembre tra partenze posticipate e cantieri quasi conclusi A Bari confermata la data del 24 ma non è così in molti altri comuni come Polignano, Modugno, Adelfia, Bitonto, Cassano
Ritorno a scuola in sicurezza, a Valenzano via al rifacimento delle strade Ritorno a scuola in sicurezza, a Valenzano via al rifacimento delle strade Il sindaco Romanazzi: «Doveroso dare massima priorità alle strisce pedonali in prossimità degli istituti»
Inizia l'anno scolastico all'Euclide-Caracciolo di Bari, oggi l'accoglienza delle prime Inizia l'anno scolastico all'Euclide-Caracciolo di Bari, oggi l'accoglienza delle prime Ingressi scaglionati e misurazione della temperatura. Si proseguirà con la didattica a distanza fino al 24 settembre
Scuola, Usb, Cobas e Cub proclamano sciopero il 24 e 25 settembre Scuola, Usb, Cobas e Cub proclamano sciopero il 24 e 25 settembre Orario e svolgimento delle lezioni potrebbero subire variazioni in base all'adesione
Ritorno a scuola, Lopalco: «Non serve mettere fogli e quaderni in quarantena» Ritorno a scuola, Lopalco: «Non serve mettere fogli e quaderni in quarantena» L'epidemiologo a capo della task force Covid regionale pubblica il primo video con consigli per studenti e famiglie
Apertura scuole, una nota di Peppino Longo Apertura scuole, una nota di Peppino Longo «La riapertura, doverosa, delle scuole è una faccenda troppo delicata per essere strumentalizzata politicamente»
Ritorno a scuola, il premier Conte: «Ci saranno difficoltà e contagi» Ritorno a scuola, il premier Conte: «Ci saranno difficoltà e contagi» Il presidente del Consiglio in conferenza annuncia le novità e le linee guida per il rientro in presenza
Riapertura scuole, interventi in corso nei 67 istituti della Città metropolitana di Bari Riapertura scuole, interventi in corso nei 67 istituti della Città metropolitana di Bari Si sta procedendo a demolizioni e cablaggi per la riapertura in sicurezza del 24 settembre. Importo per 6,5 milioni
© 2001-2020 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.