Confindustria
Confindustria
Attualità

Confindustria frena sul blocco del Governo, e il decreto non arriva

Ma i sindacati rilanciano e sono pronti allo sciopero: «La salute di tutti viene prima dei profitti di qualcuno»

Nella tarda serata di ieri l'annuncio di Conte su una ulteriore necessaria chiusura delle attività nel paese per bloccare il contagio da Coronavirus. Ma, nonostante i confronti avuti ieri con parti sociali e industrie, nella giornata di oggi è giunta una lettera al premier da Vincenzo Boccia, presidente di Confindustria, attraverso la quale si chiede una frenata. Non è possibile secondo Confindustria bloccare tutto da oggi a domani.

Diversi i punti sottolineati da Boccia, dalla necessità di garantire continuità alle aziende, ai problemi dei macchinari a ciclo continuo, dalla problematica legata ai codici Ateco (ritenuti vecchi e ormai superati) alla necessità di sciogliere fin da ora il nodo del credito e più in generale della liquidità, per evitare che questa situazione produca conseguenze irreversibili per le imprese e che gli imprenditori perdano la speranza nella futura prosecuzione delle attività.

Una lunga serie di problematiche da tenere in considerazione nello stilare il decreto. Al punto che, si vocifera di un possibile rinvio. D'altronde il testo del decreto del presidente non è ancora disponibile, se non in via ufficiosa, al punto che le aziende sono in sospeso, non sapendo domani cosa si deve o non si deve fare.

Ma i sindacati non ci stanno e rilanciano. In serata Fim Cisl, Uilm e Fiom Cgil con una nota sottolineano come: «La salute di tutti viene prima dei profitti di qualcuno». E invitano i lavoratori a non recarsi al lavoro domani, essendo coperti dallo sciopero indetto lo scorso 20 marzo (per tutte quelle aziende che non si rendessero disponibili a raggiungere un accordo sull'utilizzo della cassa e che non svolgono attività produttive essenziali e strategiche per il paese) oppure da due giorni di CIGO COVID-19.


  • confindustria
  • Coronavirus
Altri contenuti a tema
Vaccino anti Covid, 27mila dosi arriveranno in Puglia lunedì Vaccino anti Covid, 27mila dosi arriveranno in Puglia lunedì Nuova consegna da parte della Pfizer-Biontech
Bollettino Covid, in Puglia altri 1.159 casi. I ricoverati in totale sono 1.498 Bollettino Covid, in Puglia altri 1.159 casi. I ricoverati in totale sono 1.498 Registrati 25 decessi di cui 5 in provincia di Bari, dove i nuovi positivi sono 470
Covid, 4000 dosi di vaccino Moderna arrivano in Puglia Covid, 4000 dosi di vaccino Moderna arrivano in Puglia Consegna prevista tra il 27 e 28 gennaio
Coronavirus, in Puglia scende il numero totale dei casi. Siamo a 55.191 Coronavirus, in Puglia scende il numero totale dei casi. Siamo a 55.191 Registrati oggi 850 positivi su 12.422 test, mentre i decessi sono 16. La provincia di Bari ha come sempre quasi la metà dei nuovi malati
Coronavirus in Puglia, approvato il “Protocollo operativo Covid per l’evento nascita” Coronavirus in Puglia, approvato il “Protocollo operativo Covid per l’evento nascita” Nonostante le donne in gravidanza e i bambini abbiano sviluppato la malattia in modo lieve si preferisce un approccio prudenziale
Vaccinazione anti-Covid, somministrate oltre 14 mila dosi nella Asl Bari Vaccinazione anti-Covid, somministrate oltre 14 mila dosi nella Asl Bari Antonio Sanguedolce: «Con la somministrazione della prima dose e l’avvio della seconda il lavoro delle squadre di vaccinatori è davvero a buon punto»
Bollettino Covid, 403 casi su 3.065 tamponi e 26 decessi in Puglia Bollettino Covid, 403 casi su 3.065 tamponi e 26 decessi in Puglia La curva continua a non scendere, e la provincia di Bari resta la più colpita con quasi la metà dei positivi
Coronavirus in provincia di Bari, nuovo aumento dei casi ad Altamura Coronavirus in provincia di Bari, nuovo aumento dei casi ad Altamura Gli ultimi aggiornamenti della situazione epidemiologica, a Sammichele si rientra in classe mentre calano i positivi a Noicattaro
© 2001-2021 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.