palazzo di citta bari
palazzo di citta bari
Enti locali

Concessione di 7 beni confiscati alla mafia sul territorio di Bari, 19 proposte pervenute

Introna: «Grande attenzione verso il riutilizzo di questi immobili per scopi sociali»

Sono 19 le proposte pervenute al Comune di Bari per la concessione, a titolo gratuito ai fini del riutilizzo per scopi sociali, di 7 beni confiscati alle organizzazioni criminali sul territorio di Bari. Questa mattina, negli uffici della ripartizione Patrimonio, in viale Archimede 41/A a Japigia, si è tenuta la seduta pubblica della commissione incaricata di valutare le proposte. Delle 19 pervenute, ben 17 sono sicuramente ammissibili; per le altre 2 è in corso la verifica dei documenti presentati.

La commissione tornerà a riunirsi la prossima settimana in seduta riservata per la valutazione tecnica e qualitativa delle offerte: in particolare saranno valutati la qualità della proposta progettuale in termini di ricaduta sul territorio di riferimento dal punto di vista sociale, culturale ed economico; la riqualificazione del bene in base agli eventuali lavori di ristrutturazione e di adeguamento previsti per renderlo funzionale al progetto proposto; i tempi previsti per la messa a regime della proposta presentata. Un punteggio più alto sarà riconosciuto ai progetti che sviluppino attività in favore dei giovani e di persone che si trovano in condizione di disagio sociale e alle iniziative di promozione culturale in favore di ex detenuti e di persone con disabilità. La concessione in uso a titolo gratuito dei beni sarà valida per un periodo non inferiore a 5 anni e comunque per il periodo temporale più opportuno in relazione all'entità dei lavori di ristrutturazione effettuati o da effettuarsi sul bene immobile.

La concessione in uso a titolo gratuito dei beni sarà valida per un periodo non inferiore a 5 anni e comunque per il periodo temporale più opportuno in relazione all'entità dei lavori di ristrutturazione effettuati o da effettuarsi sul bene immobile.


«Le 19 proposte pervenute - commenta l'assessore al Partrimonio Pierluigi Introna - testimoniano un interesse significativo al riutilizzo a fini sociali di immobili e terreni sottratti alla criminalità organizzata che non possono essere assegnati in emergenza abitativa. Il nostro auspicio è quello di poter assegnare in comodato d'uso, nel più breve tempo possibile, i beni in questione a fronte di progetti capaci di incidere concretamente sul tessuto sociale attraverso la realizzazione di azioni mirate all'inclusione e alla promozione di iniziative culturali per la tutela e la valorizzazione del nostro territorio. Bari è una città che conta moltissime realtà associative e di volontariato impegnate quotidianamente per il bene comune: offrire loro spazi e luoghi in diversi quartieri che possano diventare presidi di legalità e di animazione è un passaggio che riteniamo fondamentale per la crescita dell'intera città».

Sono 7 i beni confiscati alla criminalità organizzata oggetto dell'avviso:
· lungomare IX Maggio 62, a San Girolamo: villa e deposito
· contrada Ruggiero, a Loseto: terreno agricolo
· piazza San Pietro 22, a Bari vecchia: appartamento
· piazza San Pietro 22, a Bari vecchia: sottotipologia bene
· via Morelli e Silvati 60, a Torre a Mare: immobile
· contrada Reddito a Ceglie del Campo: 2 appezzamenti di terreno + fabbricato
· via G. Murat 54: locale
· via Re David 197/f, a San Pasquale: locale con prospiciente giardino.
  • Pierluigi Introna
Altri contenuti a tema
Bari e il mistero del Barristò del parco Bari e il mistero del Barristò del parco La struttura, ormai completata, è ancora chiusa nonostante l'annuncio dell'apertura per lo scorso ottobre
Efficientamento energetico negli alloggi Erp, a Bari parte il progetto W10 Efficientamento energetico negli alloggi Erp, a Bari parte il progetto W10 Al via il protocollo di sperimentazione fra Comune ed Enerblade. Introna: «Interessati 24 nuclei familiari a Carbonara»
Villaggio Trieste, il Comune acquisisce le aree esterne Villaggio Trieste, il Comune acquisisce le aree esterne Introna: «Comodato d'uso permette di uscire dallo stallo», Picaro: «Continueremo a sollecitare»
Bari, pronti 36 alloggi popolari nella palazzina di via Caldarola. 15 gennaio la consegna Bari, pronti 36 alloggi popolari nella palazzina di via Caldarola. 15 gennaio la consegna Stanze grandi e illuminate, efficientamento energetico e piazzetta con giochi per bambini. Introna: «Mai più ghetti»
Torneo "Mamba18", da Bari 3 squadre di basket in partenza per Murcia Torneo "Mamba18", da Bari 3 squadre di basket in partenza per Murcia Introna: «Sarà una manifestazione molto interessante per i nostri colori»
Sviluppo della ricerca sul diabete, il Comune di Bari premia il professor Francesco Giorgino Sviluppo della ricerca sul diabete, il Comune di Bari premia il professor Francesco Giorgino Stamattina la cerimonia a Palazzo di Città: «Importante vicinanza delle istituzioni a chi lavora per il bene dei cittadini»
Ex Caserma Rossani, scambio di proprietà tra Comune e Stato Ex Caserma Rossani, scambio di proprietà tra Comune e Stato Introna: «Atto necessario per l'avvio dei lavori del parco», Carrieri: «Delibera inutile e dannosa»
Bari-San Pio, l'ex mercato diventerà estensione del deposito zonale AMIU Bari-San Pio, l'ex mercato diventerà estensione del deposito zonale AMIU La metà pericolante dell'edificio verrà abbattuta. Galasso: «L'azienda ha aperto alla possibilità di creare centro di raccolta rifiuti»
© 2001-2019 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.