Risparmio
Risparmio
Speciale

Come scegliere il broker Forex per investire sulle valute

Molteplici opportunità, meglio selezionare siti web specializzati

Gli investimenti finanziari sono un'attività sempre più accessibile oggigiorno, grazie alle nuove tecnologie che permettono di fare trading online in maniera più semplice e intuitiva. In particolare il Forex, il mercato internazionale delle valute, è uno dei più apprezzati del momento, a causa della sua enorme liquidità e delle molteplici opportunità offerte. Allo stesso tempo è indispensabile capire come scegliere il broker Forex giusto, ovvero la piattaforma più adeguata alle proprie esigenze per investire sulle valute.

Gli intermediari, infatti, propongono una serie di servizi per il trading Forex, tra cui grafici per l'analisi tecnica, segnali e indicazioni per individuare i trend, materiale formativo e strumenti come la leva finanziaria. Inoltre ogni società offre costi, funzionalità, depositi minimi e servizi accessori differenti, dunque è fondamentale stabilire quale sia l'opzione più adeguata rispetto a propri obiettivi e al livello tecnico.

Ecco alcuni consigli utili per i trader che vogliono iniziare a investire sul mercato valutario, ricordando che si tratta di un'attività ad alto rischio alla quale bisogna approcciarsi in maniera consapevole e con la massima cautela.

Sicurezza e certificazioni

Il primo aspetto da valutare nella scelta del broker Forex è senza dubbio il controllo delle autorizzazioni, per verificare che la società sia abilitata a operare e in possesso delle relative licenze. Queste informazioni si possono trovare direttamente sui portali di trading online, in quanto dovrebbero essere sempre esposte e facilmente consultabili dagli utenti. In alternativa è possibile rivolgersi ai siti web specializzati, oppure visitare la piattaforma digitale della Consob, dove è possibile accertarsi anche di eventuali segnalazioni e avvisi.

Di solito i broker presentano licenze CySEC e FCA, le più diffuse nel settore rilasciate rispettivamente a Cipro e nel Regno Unito, dopodiché devono essere vigilati dalla Consob e in regola con le normative europee MiFID. Ciò garantisce anche un buon livello di sicurezza per i depositi, come previsto dalle normative di legge, una condizione essenziale per investire senza correre rischi.

Alcuni portali di trading online come Investingoal.it mettono a disposizione una lista dei migliori Forex broker, perciò se non si vogliono effettuare i controlli da soli è possibile appoggiarsi a questi siti web specializzati.

Deposito e commissioni

Una volta individuati i broker per il trading Forex sicuri, il prossimo passo prevede la valutazione di alcuni aspetti legati ai costi del servizio proposto. Innanzitutto è possibile analizzare l'importo richiesto per il deposito iniziale, quello minimo con il quale si può aprire il proprio conto d'investimento.

Alcuni operatori offrono la possibilità di effettuare un versamento piuttosto basso, tuttavia non bisogna analizzare soltanto la convenienza ma il rapporto qualità-prezzo. Non è importante che il deposito sia eccessivamente basso, al contrario deve essere accessibile e adeguato alle funzionalità della piattaforma.

Inoltre è preferibile usufruire di un'ampia scelta di conti di trading, in questo modo è possibile decidere il profilo in linea con le proprie esigenze, optando per un piano economico per principianti oppure per uno più costoso riservato a trader esperti. Allo stesso modo vanno analizzate le commissioni operative, ovvero quelle applicate all'attività d'investimento, valutando con attenzione quali sono i costi previsti dalla piattaforma per aprire e chiude le posizioni. Molti Forex broker offrono commissioni variabili tramite spread, perciò bisogna dare un'occhiata alle tabelle dei prezzi e controllare i valori indicati per gli asset su cui si desidera investire.

Asset e strumenti di trading

Nella scelta del broker Forex giusto è fondamentale considerare anche gli asset messi a disposizione dei trader, verificando che la proposta sia di buona qualità e sufficientemente ampia. In particolare devono esserci le principali coppie di valute, in questo modo è possibile pianificare strategie diversificate e investire su asset solidi e meno volatili, a seconda dei propri obiettivi.

Molte piattaforme offrono anche la possibilità di fare trading su materie prime, azioni, indici e criptovalute, perciò è importante analizzare nel dettaglio se questi strumenti si adattano alla creazione del proprio portafoglio d'investimento.

Altrettanto vale per le tecnologie di supporto al trader, come i grafici per l'analisi tecnica, i segnali di trading e la leva finanziaria.

I grafici devono essere di ottima qualità, moderni e avanzati, aggiornati con una frequenza quanto più possibile elevata e personalizzabili in base alle proprie esigenze. I segnali di trading sono un servizio aggiuntivo, utile soprattutto per i trader alle prime armi, perciò in questo caso è da inserire in conto nella valutazione del broker. Infine la leva finanziaria è uno strumento utile, ma da usare soltanto quando si è già esperti, poiché nonostante i vantaggi potenziali comporta anche una serie di rischi consistenti.

Formazione e assistenza

Quando si valuta un intermediario finanziario, al quale affidarsi per investire sui mercati, è indispensabile controllare che all'interno della piattaforma sia presente un adeguato servizio di assistenza. Il supporto dovrebbe essere in lingua italiana, veloce ed efficiente, per risolvere in poco tempo eventuali problemi con il proprio account, le operazioni di trading e altri disservizi che possono capitare durante l'attività.

Lo stesso vale per la qualità del materiale formativo, infatti la presenza di contenuti validi per imparare le basi del settore e aumentare le proprie capacità denotano una certa professionalità da parte del broker Forex.

Ogni piattaforma dovrebbe accompagnare i suoi clienti lungo un percorso conoscitivo, offrendo assistenza qualificata per migliorare i rendimenti dei trader fornendo tutto l'appoggio necessario. Queste sono soltanto le caratteristiche principali da osservare, dopodiché ogni investitore privato deve capire qual è il broker Forex più adatto ai propri obiettivi, una scelta da prendere con calma ed estrema attenzione.

Il trading online è un'attività ad alto rischio di perdita del capitale, dunque è fondamentale mantenere un approccio prudente, considerare con attenzione i rischi e pianificare strategie d'investimento adeguate, a seconda dei risultati che si vogliono ottenere e delle proprie capacità tecniche.
  • Economia
Altri contenuti a tema
Azioni Uber: facciamo il punto della situazione Azioni Uber: facciamo il punto della situazione Nei momenti di crisi fare investimenti è rischioso, ma ci sono margini di profitto
Investimenti in borsa al tempo del Coronavirus Investimenti in borsa al tempo del Coronavirus Certificazioni e operazioni per investire in modo intelligente
Il trust Il trust Privo di disciplina civilista, è comunque riconosciuto in Italia
Dove investire oggi: focus sulle opportunità dei mercati Dove investire oggi: focus sulle opportunità dei mercati Le strategie migliori per investire in totale sicurezza
Il mondo Wealth Management Il mondo Wealth Management La vita finanziaria di un individuo a 360°
Gli atti di destinazione ex art. 2645-ter c.c. Gli atti di destinazione ex art. 2645-ter c.c. Requisito di primaria importanza è la Meritevolezza
In molti stanno acquistando Bitcoin: scopriamo come fare In molti stanno acquistando Bitcoin: scopriamo come fare Vantaggi e svantaggi di questa moneta elettronica nata nel 2009
La società semplice La società semplice Cosa prevede il codice civile, e come funziona la gestione patrimoniale e fiscale
© 2001-2020 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.