Natale Mastropasqua a ciao Darwin 8
Natale Mastropasqua a ciao Darwin 8
Speciale

Cime contro rape, Natale Mastropasqua da Bari protagonista a Ciao Darwin: «Una bella esperienza»

La guardia giurata del San Paolo diverte il pubblico nel gioco del "genodrome". «Bonolis? Simpaticissimo anche fuori dal set»

Un pezzo di Bari nella puntata andata in onda ieri sera di Ciao Darwin 8 - Terre Desolate, il famoso show condotto da Paolo Bonolis e Luca Laurenti. A sfidarsi le cime (persone con titoli di studio superiori) e le rape (chi invece si è fermato prima nella carriera scolastica), che tra le loro fila potevano vantare anche il barese Natale Mastropasqua, in una gara con protagoniste squadre dall'evidente richiamo alla tradizione gastronomica del capoluogo pugliese.

Trentacinque anni, sposato con una figlia di 5 anni, di professione guardia giurata, Mastropasqua è stato protagonista del gioco "genodrome", nella sfida vinta però dalle cime. «Conoscevano più risposte di noi - ammette Natale Mastropasqua. Noi abbiamo vinto la sfilata e nel dibattito, ma nel gioco della macchina del tempo e al quiz finale si sono aggiudicati loro la vittoria, erano più bravi».

Ammessa con sportività la sconfitta della squadra delle rape, c'è soddisfazione per non aver sfigurato nel temuto gioco del "genodrome", la corsa sull'acqua. «Si è concluso con un pareggio fra le cime e le rape: 20 a 20», ricorda Natale.

Resta, comunque, il ricordo di «Una bella esperienza - dice ancora il protagonista. Mi sono candidato mandando i miei dati via mail, poi sono stato richiamato dal signor Daniele, il cugino di Paolo Bonolis. Ho fatto il casting a metà dicembre a Bari: mi hanno fatto fare una piccola presentazione e mi hanno detto che mi avrebbero richiamato. Non ci speravo molto perché non ho mai fatto Tv prima, questa è stata la mia prima esperienza televisiva. E invece mi hanno chiamato dicendomi di presentarmi il 15, 16 e 17 marzo per registrare la puntata».

Un contesto, quello di Ciao Darwin, da vivere e apprezzare appieno anche nel backstage. «Ci hanno fatto conoscere Paolo Bonolis, Luca Laurenti e il regista Federico Moccia - racconta Natale. Sono persone fantastiche, simpaticissime anche fuori dal set». Insomma, al di là di chi vince e chi perde, il divertimento è assicurato tanto per chi guarda da casa, quanto per chi è protagonista della trasmissione: «Si registra dalle 19 alle 01 - spiega Mastropasqua. Le cose vengono da sé, nessuno ti dice cosa devi fare. La produzione decide solo a quali giochi giocare, ma si svolge tutto nella massima spontaneità».
  • Arte e spettacolo
Altri contenuti a tema
Fa tappa a Bari per la prima volta il "Club del Disegno" fino a domenica 26 gennaio Fa tappa a Bari per la prima volta il "Club del Disegno"
Quasi 500 quadri falsi di Nino Caffè sequestrati, nei guai in 23 Quasi 500 quadri falsi di Nino Caffè sequestrati, nei guai in 23 Tra di loro il curatore dell'archivio del maestro, ritenuto responsabile di commissionare le opere e autenticarle
Via Sparano diventa teatro a cielo aperto. A Bari l'arte si fa in strada Via Sparano diventa teatro a cielo aperto. A Bari l'arte si fa in strada Ieri pomeriggio il flash mob organizzato dai protagonisti del progetto Arti in libertà, in vista dei prossimi spettacoli ai Museo civico
Bari vince il premio "Best liberty city": in programma visite guidate per scoprire l'arte del '900 Bari vince il premio "Best liberty city": in programma visite guidate per scoprire l'arte del '900 Dal 16 novembre fino al 5 dicembre un fitto calendario di eventi per scoprire il lascito culturale del XX secolo in città
Domenica gratis al museo, ecco tutti i monumenti visitabili in Puglia Domenica gratis al museo, ecco tutti i monumenti visitabili in Puglia A Bari solo il Castello Svevo aderisce all' iniziativa lanciata nel 2014 da Franceschini
Mirabella, Rita Dalla Chiesa e Bobo Rondelli per il "Prospero Fest 2019" Mirabella, Rita Dalla Chiesa e Bobo Rondelli per il "Prospero Fest 2019" Eventi dal 9 al 17 novembre a Monopoli negli spazi della biblioteca civica Rendella
Arte in mostra al consiglio regionale, dopo Pomodoro arrivano altre tredici opere Arte in mostra al consiglio regionale, dopo Pomodoro arrivano altre tredici opere Nell'Agorà, lo spazio coperto all'ingresso, sculture di sei maestri italiani visitabili fino al 31 dicembre
Bari, a San Girolamo un vecchio muro diventa opera d'arte Bari, a San Girolamo un vecchio muro diventa opera d'arte Scoperto ieri il murales di D'Asta che ricorda la Ciclatera il vecchio treno per Barletta
© 2001-2020 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.