pet
pet
Enti locali

Camilla e Megan tornano a giocare coi bimbi dell'oncoematologia pediatrica a Bari

Riprende la pet therapy al Policlinico dopo lo stop dovuto all'emergenza sanitaria, tornati i cani in corsia

Elezioni Regionali 2020
Riprende la pet therapy nel reparto di Oncoematologia pediatrica del Policlinico di Bari. Camilla e Megan, i due cani del progetto Pet Care, sono tornati in corsia tra i piccoli pazienti dopo il lungo stop causato dall'emergenza Covid19.

Le attività promosse dalle associazioni Apleti (Associazione Pugliese per la Lotta contro le Emopatie e i Tumori nell'Infanzia) e Vir Labor si svolgeranno ogni mercoledì in assoluta sicurezza e in rispetto delle misure anticontagio: i due educatori che seguono il progetto sono stati sottoposti a tampone per escludere la presenza dell'infezione da Sars-Cov-2. La pet therapy è stata avviata da quasi due anni all'interno del Policlinico di Bari e ha registrato un grande consenso tra le famiglie dei piccoli degenti di Oncoematologia. In media si tengono 40 sedute al mese destinate ai pazienti da 2 ai 18 anni in regime di day hospital e di ricovero.

«Il progetto Pet Care nasce con l'obiettivo primario di offrire ai bambini in terapie oncologica dei momenti di attività ludica e di svago. Nello specifico mira a contribuire al benessere psicofisico dei piccoli pazienti in terapia e migliorare la loro qualità di vita, fornire un possibile canale di espressione emotiva dei vissuti, proporsi come una terapia integrata nel percorso medico e psicologico», spiegano Chiara Rutigliano, psicologa dell'Apleti, e Teodoro Semeraro, addestratore e comportamentista cinofilo di Vir Labor.

Grazie all'interazione con gli animali si registra un miglioramento delle condizioni emotive, motivazionali e relazionali e del processo riabilitativo dei piccoli malati. «Questi progetti, tra cui la pet therapy, contribuiscono in maniera rilevante a migliorare la qualità della vita dei bambini in particolar modo durante la degenza ospedaliera e a favorire l'accettazione delle cure e la probabilità di guarigione», sottolinea Francesco De Leonardis, dirigente medico dell'Unità operativa di Oncoematologia pediatrica del Policlinico di Bari.
  • Policlinico
Altri contenuti a tema
La violenza sugli operatori sanitari diventa reato, Migliore (Policlinico): «Salvaguardati diritti di tutti» La violenza sugli operatori sanitari diventa reato, Migliore (Policlinico): «Salvaguardati diritti di tutti» Il Senato ha dato via libera: reclusione fino a 16 anni. Istituito anche un osservatorio per monitorare il livello di sicurezza
Il Policlinico di Bari revoca concessione al bar, Cisl: «Posti di lavoro a rischio» Il Policlinico di Bari revoca concessione al bar, Cisl: «Posti di lavoro a rischio» Il provvedimento sarà valido dal 10 agosto. Il sindacato: «Proclamato stato di agitazione»
Ventiquattrore di trapianti non stop al Policlinico di Bari Ventiquattrore di trapianti non stop al Policlinico di Bari Ne sono stati eseguiti otto in giornata nelle sale dei padiglioni Asclepios e Rubino
Policlinico di Bari, finisce lo smart working per il personale amministrativo Policlinico di Bari, finisce lo smart working per il personale amministrativo Da lunedì 27 luglio previsto il rientro dei 250 dipendenti impiegati nel telelavoro con l'emergenza Coronavirus
Riattivate due casse Cup al Policlinico di Bari e al Giovanni XXIII Riattivate due casse Cup al Policlinico di Bari e al Giovanni XXIII In funzione anche tre sportelli automatici ad Asclepios, padiglione oculistica e alla reception del pediatrico
Ciclista 31enne morto a Monopoli, la mamma dona sei organi. Prelievo al Policlinico di Bari Ciclista 31enne morto a Monopoli, la mamma dona sei organi. Prelievo al Policlinico di Bari La famiglia ha dato il consenso all'espianto di cuore, fegato, reni e polmoni. Equipe mediche al lavoro da tutta Italia
Lesioni sulla pelle dei bambini, non è sintomo Covid. Lo studio dell'equipe del Policlinico di Bari Lesioni sulla pelle dei bambini, non è sintomo Covid. Lo studio dell'equipe del Policlinico di Bari La ricerca, condotta dalla dottoressa Desirèe Caselli, è stata pubblicata sulla prestigiosa rivista inglese British Journal of Dermatology
Policlinico di Bari, stabilizzati 41 dipendenti precari Policlinico di Bari, stabilizzati 41 dipendenti precari Il personale dell'azienda ospedaliero universitaria arriva a 4322 unità in organico
© 2001-2020 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.