Il manifesto
Il manifesto
Politica

Bari, si candida la figlia di una vittima della strage dei treni, è polemica

Sul manifesto una immagine del momento dell' incidente in cui morirono 23 persone, e uno slogan con chiaro riferimento all'accaduto

Nella strage Ferrotramviaria del 2016 morirono 23 persone e tra queste c'era Enrico Castellano, la cui figlia Daniela Castellano, da allora presidente di Astip, si è messa fin da subito in prima linea nella lotta per la verità. E ora decide di fare il grande salto ed entrare nella politica cittadina candidandosi con Forza Italia.

Non ci sarebbe nulla di male nella scelta di entrare in politica, e cercare di cambiare le cose dall'interno, se non fosse che per sponsorizzare la sua candidatura qualcuno ha avuto la bella idea di fare un manifesto 6X3 in cui la sua immagine, con i capelli al vento, si fonde con una dello schianto, con le lamiere dei treni in cui suo padre trovò la morte, Inoltre, anche lo slogan associato all'immagine è un chiaro riferimento all'accaduto: «MAI PIÙ, la sicurezza dei cittadini viene prima di ogni altra cosa». Senza considerare che viene anche sottolineata la sua carica di presidente dell'associazione.

Molti i commenti che ritengono la scelta quantomeno discutibile, e tra chi parla di sciacallaggio alcuni si pongono anche la domanda su cosa ne pensino i parenti delle altre vittime.

Lei risponde alle critiche in modo molto duro e diretto: «È più discutibile la mia candidatura o la deroga della concessione che ha concesso la Regione Puglia a Ferrotramviaria, nonostante sia imputata con i suoi alti vertici nel processo per disastro ferroviario del 12 luglio 2016?», sottolineando che la sua è: «Una battaglia di verità contro le gravi mancanze di certa politica».
  • Ferrotramviaria
  • astip
  • treni
Altri contenuti a tema
Bari, al via il processo per la strage Ferrotramviaria del luglio 2016 Bari, al via il processo per la strage Ferrotramviaria del luglio 2016 I parenti delle vittime chiedono che la Regione venga considerata responsabile civile: «Vogliamo giustizia»
Torre a Mare e Noicattaro, via i passaggi a livello per i sottovia Torre a Mare e Noicattaro, via i passaggi a livello per i sottovia L' investimento è di oltre 4milioni di euro per 20 mesi di cantiere
Bari, auto sui binari con il passaggio a livello chiuso. Il treno bloccato a Fesca Bari, auto sui binari con il passaggio a livello chiuso. Il treno bloccato a Fesca Il fatto nella serata di ieri, disagi al convoglio di Ferrotramviaria. Sanzione e denuncia in arrivo per l'automobilista
Verifiche sulla linea di Ferrotramviaria, l'elenco dei treni soppressi da e per Bari Verifiche sulla linea di Ferrotramviaria, l'elenco dei treni soppressi da e per Bari Previsti bus sostitutivi per le giornate del 23 e 24 marzo, quando verranno effettuati gli interventi
Treno lumaca sulla tratta Bari centrale-Fesca Treno lumaca sulla tratta Bari centrale-Fesca Ferrotramviaria:"Convogli a 30 chilometri orari per manutenzione straordinaria"
Ferrotramviaria, riattivato il collegamento Bari-Corato Ferrotramviaria, riattivato il collegamento Bari-Corato Tutte le info utili per i viaggiatori
Cosa succede se l'auto resta intrappolata al passaggio a livello? Cosa succede se l'auto resta intrappolata al passaggio a livello? Ferrotramviaria: "Non è una bravata, si viene denunciati per interruzione di pubblico servizio"
Treni da e per Bari bloccati per un'ora da auto ferma sui binari. L'odissea dei passeggeri Treni da e per Bari bloccati per un'ora da auto ferma sui binari. L'odissea dei passeggeri La vettura bloccata a Bitonto tra le sbarre del passaggio a livello di via Santo Spirito
© 2001-2019 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.