Il letame sequestrato
Il letame sequestrato
Cronaca

Bari, letame illegale tra via Amendola e torrente Valenzano

Sequestrato l'autocarro, l'area interna all'azienda zootecnica e la discarica abusiva, denunciato all'autorità giudiziaria l'allevatore

Era stato scaricato abusivamente nelle campagne tra via Amendola e il torrente Valenzano il letame prodotto da una azienda di allevamento di ovini con irregolarità nel ciclo di smaltimento.
È quanto emerso a seguito delle indagini, appostamenti e dei controlli eseguiti dal Nucleo di Polizia giudiziaria ed Ambientale della Polizia Locale di Bari con l'ausilio della ASL e del Nucleo di Vigilanza Edilizia del Comune di Bari. Nel torrente Valenzano si è accertata una attività continua di scarichi abusivi di letame prodotto da una vicina azienda zootecnica dove si è accertata la presenza di circa 400 ovini e 6 cavalli. Il letame derivante dall'attività era depositato in modo incontrollato in una area interna aziendale priva della prescritta concimaia, per poi essere smaltito illegalmente con un autocarro nel vicino Torrente Valenzano. Lo stesso allevatore poi periodicamente dava fuoco ai rifiuti smaltiti illecitamente su aree risultate di proprietà altrui. Sequestrato l'autocarro, l'area interna all'azienda ove insisteva la concimaia abusiva e le aree oggetto della discarica abusiva nel Torrente Valenzano. Denunciato all'autorità giudiziaria l'allevatore per i reati ambientali di discarica abusiva e deposito incontrollato di rifiuti non pericolosi.
Sanzioni amministrative pecuniarie sono state elevate per la mancata segnalazione alla ASL della industria insalubre in attività e per la mancata compilazione del formulario di identificazione dei rifiuti in occasione del trasporto illecito scoperto.
WhatsApp Image atWhatsApp Image at
  • ambiente
Altri contenuti a tema
Il fratino torna a nidificare a Bari, transenne sul lungomare Il fratino torna a nidificare a Bari, transenne sul lungomare L'assessore Petruzzelli: «Bari città sempre di più attenta alla sostenibilità»
Planet or Plastic?, grande successo per la mostra al Margherita. Oltre 18mila visitatori Planet or Plastic?, grande successo per la mostra al Margherita. Oltre 18mila visitatori Più di cinquemila gli studenti. "Riteniamo di aver contribuito a creare un dibattito territoriale sulla sostenibilità ambientale"
Sostenibilità green, Gran Shopping di Molfetta punta alla decarbonizzazione Sostenibilità green, Gran Shopping di Molfetta punta alla decarbonizzazione Conferita al centro commerciale un’importante certificazione di qualità ambientale
Pulizia delle spiagge, a Bari arriva il pesce mangiaplastica Pulizia delle spiagge, a Bari arriva il pesce mangiaplastica L'installazione vede la collaborazione del Comune con il circolo di Legambiente Eudaimonia
Giornata Mondiale della Terra, l'azione di guerrilla gardening di BariEcoCity Giornata Mondiale della Terra, l'azione di guerrilla gardening di BariEcoCity Ecco le proposte dell'associazione per rendere Bari una città più verde
Provincia di Bari, Casamassima e Acquaviva dicono no al parco eolico Provincia di Bari, Casamassima e Acquaviva dicono no al parco eolico Il progetto tra i due comuni dovrebbe essere realizzato da Enel Energia
#CambiaGesto, da Bari parte la campagna nazionale contro l'abbandono dei mozziconi di sigaretta #CambiaGesto, da Bari parte la campagna nazionale contro l'abbandono dei mozziconi di sigaretta Un'iniziativa promossa da Philip Morris Italia, con il patrocinio del Comune e la partecipazione dei volontari di Retake
"Chi inquina paga", dalla Regione Puglia 3 milioni per la tutela ambientale "Chi inquina paga", dalla Regione Puglia 3 milioni per la tutela ambientale Un provvedimento a beneficio delle province per la minore produzione di rifiuti e per accelerare le indagini sui responsabili
© 2001-2022 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.