Il murales. <span>Foto Elga Montani</span>
Il murales. Foto Elga Montani
Attualità

Bari, in via Fornari una sirena salva migranti in un murales di Giuseppe D'Asta

L'iniziativa nata grazie a Retake e LeZZanZare ha permesso la pulizia e la rinascita del muro della scuola media Mazzini-Modugno

Un murales d'artista al posto di scritte e tag. Succede in via Fornari a Bari grazie alla caparbietà di Retake e alla volontà di LeZZanZare che insieme hanno fatto sì che il muro della scuola media Mazzini-Modugno rinascesse. Nei mesi scorsi si è provveduto alla pulizia e di pochi giorni fa l'opera dell'artista Giuseppe D'Asta che ha disegnato una bellissima sirena blu alle cui spalle giace una barca rovesciata dalla quale lei ha salvato dei migranti e li sta portando in salvo. Un'opera lunga 60 metri per cui ci sono voluti diversi giorni di lavoro e che lo stesso artista ha definito: «Un omaggio ai baresi e a Bari città multietnica».

«In merito al murales realizzato in via Fornari - dicono da LeZZanZare - vorremmo sottolineare che per noi le forme di arte quando non eccedono e sono arte pura servono a migliorare la città e rispettarla. Noi delle Zzanzare vorremmo insegnare il rispetto delle regole, e quindi il rispetto di ognuno e per questo abbiamo voluto sostenere questo progetto. Ciò che traspare da questa opera è una Bari come città aperta, d'altronde non dimentichiamoci che la nostra città già nel 1991 con la Vlora ha dimostrato di essere aperta e rispettosa delle diversità. Se non rispettassimo le diversità e non le valutassimo come occasione di crescita comune cadremmo in quello che è lo spirito della globalizzazione, di catalogarci in scaffali e categorie. Se l'arte figurativa e teatrale, sin dal medioevo, è stata strumento per insegnare alla gente qualcosa speriamo che anche questo murales qualcosa possa partire. Retake d'altronde pulisce la città da scritte che nulla hanno a che fare con l'arte anzi rovinano il decoro della città, questo invece è uno strumento alla portata di tutti per poter imparare qualcosa».

Ultimo appuntamento per terminare l'opera il prossimo 29 marzo quando con 20 dipendenti BOSCH (sponsor del progetto) impegnati in attività di team-building, verrà terminato il rifacimento del muro.
17 fotoIl murales in via Fornari
Il muralesIl muralesIl muralesIl muralesIl muralesIl muralesIl muralesIl muralesIl muralesIl muralesIl muralesIl muralesIl muralesIl muralesIl muralesIl muralesIl murales
  • Arte e spettacolo
  • Scuola
  • Street Art
Altri contenuti a tema
Si fingeva studente per spacciare marjuana, fermato Si fingeva studente per spacciare marjuana, fermato Il venticinquenne, ectracomunitario, stazionava in via melo nei pressi di alcune scuole con uno zaino in spalla per mimetizzarsi
Bari Vecchia si colora grazie a David Tremlett e al suo muro per Marilena Bonomo Bari Vecchia si colora grazie a David Tremlett e al suo muro per Marilena Bonomo L'artista inglese ha realizzato un wall drowning permanente tra Santa Scolastica e San Francesco della Scarpa
Asili di Valenzano, disposto dissequestro Asili di Valenzano, disposto dissequestro Ad ottobre i sigilli per una accusa di truffa da 1,5 milioni di euro
Bari, l'Umbertino, WhatsArt e l'eterna diatriba tra arte e decoro urbano Bari, l'Umbertino, WhatsArt e l'eterna diatriba tra arte e decoro urbano Comparsi davanti al Kursaal i barattoli riciclati da usare come cestini e posacenere, ma non tutti hanno apprezzato
Cime contro rape, Natale Mastropasqua da Bari protagonista a Ciao Darwin: «Una bella esperienza» Cime contro rape, Natale Mastropasqua da Bari protagonista a Ciao Darwin: «Una bella esperienza» La guardia giurata del San Paolo diverte il pubblico nel gioco del "genodrome". «Bonolis? Simpaticissimo anche fuori dal set»
Manila Gorio e il furto del fidanzato della Colmenares Manila Gorio e il furto del fidanzato della Colmenares La PR pugliese delle celebrità fa strage di cuori
La storia di Angelo, giocoliere arrivato a Bari dal Cile: «Ecco la mia libertà totale» La storia di Angelo, giocoliere arrivato a Bari dal Cile: «Ecco la mia libertà totale» Lo si può incontrare fra le macchine in attesa al semaforo in viale della Repubblica: «Questa città mi ricorda Valparaiso»
Scuola e obbligo vaccinale, a Bari nessun bambino escluso Scuola e obbligo vaccinale, a Bari nessun bambino escluso La soddisfazione dell'assessore Romano: «Ottimo lavoro fatto dal Comune con la Asl nei mesi da giugno a settembre»
© 2001-2019 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.