protocollo policlinico ospedale tirana
protocollo policlinico ospedale tirana
Enti locali

Assistenza medica fra Italia e Albania, firmata un'intesa col Policlinico di Bari

Operativo il nuovo protocollo: ogni anno dieci pazienti albanesi potranno essere curati nell'ospedale cittadino

Si conferma e si consolida la collaborazione scientifica e la mutua assistenza medica fra Italia e Albania, con la città di Bari a fare da ponte fra i due paesi, separati dall'Adriatico. Il caso più recente si è verificato subito dopo il tragico terremoto in Albania, quando Albert Cara e Marlin Skodra sono stati salvati dai medici del Policlinico di Bari e curati per tre mesi nei reparti dell'ospedale barese. Il 24 febbraio scorso i due sono stati riaccompagnati in patria dagli stessi medici: ad accoglierli è stato il ministro della Salute albanese, Ogerta Manastirliu, che ha fortemente voluto il ponte sanitario tra Tirana e Bari e che ha promosso una nuova intesa di collaborazione tra le realtà ospedaliere italo-albanesi.

A unire ulteriormente Bari e Tirana, infatti, è la firma del protocollo di cooperazione tra l'ospedale pubblico "Madre Teresa" di Tirana e l'azienda ospedaliero-universitaria consorziale Policlinico di Bari. Secondo l'intesa, nel Policlinico di Bari possono essere curati annualmente dieci pazienti albanesi, su indicazione del direttore generale dell'ospedale di Tirana. E nell'ospedale della capitale albanese possono essere istituiti ambulatori specialistici nelle varie discipline mediche, nei quali opereranno equipe di medici albanesi e italiani per le opportune valutazioni cliniche sui pazienti affetti da patologie complesse e l'individuazione delle relative procedure di diagnostica, chirurgia, terapia, riabilitazione e controlli periodici.


Il Policlinico di Bari, si conferma struttura a a disposizione dell'Albania. Medici e pazienti del Paese delle Aquile possono contare sulla collaborazione scientifica e sull'assistenza sanitaria dei professionisti baresi. «Ci siamo e ci saremo, pronti a rispondere agli Sos dei nostri fratelli dell'altra sponda dell'Adriatico - dichiara il direttore generale, Giovanni Migliore. I paesi sono rinchiusi dentro le loro frontiere, come ha detto il premier Edi Rama, ma la solidarietà non conosce confini. Grazie all'Albania per la grande generosità dimostrata con l'invio di medici e infermieri in Italia per combattere la battaglia comune contro il Covid19».

Nel mandare medici e infermieri albanesi in Italia per fronteggiare insieme l'emergenza Covid, infatti, il presidente albanese Rama ha dichiarato che «I fratelli italiani ci hanno salvati, ospitati e adottati in casa loro quando l'Albania bruciava di dolori immensiı. Il legame tra le due sponde dell'Adriatico che ha radici ormai storiche è stato di recente rinsaldato proprio attraverso il soccorso di due cittadini albanesi, rimasti feriti gravemente durante il terremoto del 26 novembre 2019».
  • Policlinico
  • Albania
Altri contenuti a tema
Policlinico di Bari, da domani vaccinazioni antinfluenzali per personale sanitario e studenti di Medicina Policlinico di Bari, da domani vaccinazioni antinfluenzali per personale sanitario e studenti di Medicina Profilassi gratuita per i pazienti appartenenti alle fasce a rischio che sarà svolta direttamente nei reparti ospedalieri
Policlinico di Bari, mamma positiva al Covid partorisce in sicurezza nel reparto di Ginecologia Policlinico di Bari, mamma positiva al Covid partorisce in sicurezza nel reparto di Ginecologia La bambina neonata è risultata positiva al tampone. Il direttore della clinica: «Assistenza sempre garantita a tutte le pazienti»
Regionali, ex malata di Covid presidente del seggio nel Policlinico di Bari Regionali, ex malata di Covid presidente del seggio nel Policlinico di Bari La storia di Asia Iurlo: «Ho accettato perché sono sensibile al tema della democrazia». Oltre 200 le rinunce
Policlinico di Bari, firmata la stabilizzazione per 26 dipendenti precari Policlinico di Bari, firmata la stabilizzazione per 26 dipendenti precari Si tratta di 19 infermieri e 5 medici, un biologo e un farmacista. Età media dei nuovi assunti di 35 anni
Policlinico di Bari, riapre il Centro grandi ustionati: polo per la cura con cellule staminali Policlinico di Bari, riapre il Centro grandi ustionati: polo per la cura con cellule staminali Torna in attività l’unità operativa di Chirurgia plastica al terzo piano del padiglione Asclepios, dopo i lavori di ristrutturazione
Braccia meccaniche e mini tagli di precisione: al Policlinico di Bari arriva il secondo robot Braccia meccaniche e mini tagli di precisione: al Policlinico di Bari arriva il secondo robot Si chiama “DaVinci” ed è riconosciuto come la migliore apparecchiatura per la chirurgica robotica applicata all'urologia alla ginecologia e alla toracica
Covid-19, una mamma ricoverata al Policlinico di Bari: «Una prova difficile, state attenti» Covid-19, una mamma ricoverata al Policlinico di Bari: «Una prova difficile, state attenti» Il post su Facebook della 36enne: «Ho la polmonite e sono attaccata all'ossigeno. Una malattia cattivissima»
Tennista 12enne operato di scoliosi al Policlinico di Bari, dopo 10 mesi torna a vincere Tennista 12enne operato di scoliosi al Policlinico di Bari, dopo 10 mesi torna a vincere Recupero in tempi record del piccolo paziente, che era stato sottoposto a ottobre al delicato intervento chirurgico
© 2001-2020 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.