Farmaci
Farmaci
Cronaca

Aifa ritira alcuni antibiotici anche in Puglia

Rischio di reazioni avverse e invalidanti

I medicinali contenenti cinoxacina, flumechina, acido nalidixico e acido pipemidico verranno ritirati dal commercio. Lo ha comunicato l'Agenzia Italiana del Farmaco che che rende disponibili nuove e importanti informazioni di sicurezza in merito ai medicinali contenenti fluorochinoloni (ciprofloxacina - levofloxacina - moxifloxacina - pefloxacina - prulifloxacina - rufloxacina - norfloxacina - lomefloxacina): "Sono state segnalate - si legge nel comunicato dell' agenzia del farmaco - con gli antibiotici chinolonici e fluorochinolonici reazioni avverse invalidanti, di lunga durata e potenzialmente permanenti, principalmente a carico del sistema muscoloscheletrico e del sistema nervoso. Di conseguenza, sono stati rivalutati i benefici e i rischi di tutti gli antibiotici chinolonici e fluorochinolonici e le loro indicazioni nei paesi dell'UE".

Questi medicinali non verranno prescritti: per il trattamento di infezioni non gravi o autolimitanti (quali faringite, tonsillite e bronchite acuta); per la prevenzione della diarrea del viaggiatore o delle infezioni ricorrenti delle vie urinarie inferiori;

per infezioni non batteriche, per esempio la prostatite non batterica (cronica);

per le infezioni da lievi a moderate (incluse la cistite non complicata, l'esacerbazione acuta della bronchite cronica e della broncopneumopatia cronica ostruttiva – BPCO, la rinosinusite batterica acuta e l'otite media acuta), a meno che altri antibiotici comunemente raccomandati per queste infezioni siano ritenuti inappropriati, ai pazienti che in passato abbiano manifestato reazioni avverse gravi ad un antibiotico chinolonico o fluorochinolonico.

L'Aifa inoltre raccomanda di prescrivere questi medicinali con particolare prudenza agli anziani, ai pazienti con compromissione renale, ai pazienti sottoposti a trapianto d'organo solido e a quelli trattati contemporaneamente con corticosteroidi, poiché il rischio di tendinite e rottura di tendine indotte dai fluorochinoloni può essere maggiore in questi pazienti. Dev'essere evitato l'uso concomitante di corticosteroidi con fluorochinoloni.

Occorre inoltre informare i pazienti d'interrompere il trattamento ai primi segni di reazione avversa grave quale tendinite e rottura del tendine, dolore muscolare, debolezza muscolare, dolore articolare, gonfiore articolare, neuropatia periferica ed effetti a carico del sistema nervoso centrale, e di consultare il proprio medico per ulteriori consigli.
  • Medicina e prevenzione
Altri contenuti a tema
Prevenzione oncologica, a Monopoli il Comune aiuta i bisognosi Prevenzione oncologica, a Monopoli il Comune aiuta i bisognosi Approvata la bozza di protocollo di intesa, ecco chi può sfruttarla e come
Sei anni dalla morte di Paola Labriola, la Puglia prima per aggressioni ai medici Sei anni dalla morte di Paola Labriola, la Puglia prima per aggressioni ai medici In questi giorni al via la nuova camoagna dell'Ordine dei Medici per sensibilizzare i cittadini sul tema
Aifa ritira dalle farmacie di Puglia farmaco per l'ovulazione Aifa ritira dalle farmacie di Puglia farmaco per l'ovulazione Si tratta del Progeffik 200, per l'azienda produttrice le capsule non si dissolvono
L'Università di Bari apre Medicina a Taranto, opportunità per 60 studenti L'Università di Bari apre Medicina a Taranto, opportunità per 60 studenti L'attivazione risponde a una necessità vista l’emergenza sanitaria dell’area jonica
"Laureato a Bari, anestesista a Parigi": la campagna contro la fuga di medici all'estero "Laureato a Bari, anestesista a Parigi": la campagna contro la fuga di medici all'estero L'Ordine chiede al governo di investire nelle scuole di specializzazione con borse di studio specifiche
Bari, Francesco Giorgino nominato presidente della Società Italiana di Endocrinologia Bari, Francesco Giorgino nominato presidente della Società Italiana di Endocrinologia Succede a Paolo Vitti, la cerimonia si è tenuta durante il quarantesimo congresso nazionale del SIE a Roma
Bari, morto il professor Ottavio Albano luminare di medicina interna Bari, morto il professor Ottavio Albano luminare di medicina interna Il ricordo del collega Moschetta: "È stato capo Scuola di tantissimi primari"
Malattie croniche, come migliorare cura e assistenza: il progetto barese "DediCare" Malattie croniche, come migliorare cura e assistenza: il progetto barese "DediCare" A presentare i dati il professore associato di Reumatologia dell'Università di Bari Florenzo Iannone
© 2001-2019 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.