Ospedale
Ospedale
Servizi sociali

A Bari uno sportello d'ascolto per i familiari dei bambini ospedalizzati

Il servizio è curato dall'associazione Agebeo e amici di Vincenzo attraverso un finanziamento dell'assessorato al Welfare comunale

A partire dal 15 marzo, due venerdì al mese, dalle ore 10 alle 12, i familiari dei bambini ospedalizzati potranno contare su un sostegno qualificato grazie all'attivazione di uno sportello di ascolto dedicato, in viale Unità d'Italia 63. Il servizio, gratuito per i cittadini, è curato dall'associazione Agebeo e amici di Vincenzo attraverso un finanziamento dell'assessorato al Welfare comunale. Lo sportello, coordinato e gestito dalla dott.ssa Angela Quacquarelli, permetterà alle famiglie in difficoltà di ricevere, in forma del tutto anonima e privata, il supporto necessario per affrontare un momento traumatico come quello di una diagnosi medica. È importante, infatti, per le famiglie, realizzare e gestire ogni tipo di dinamica privata e familiare in un passaggio doloroso e delicato come quello della malattia dei propri bambini.

«Continua ad ampliarsi la rete di sostegno che come assessorato al Welfare stiamo costruendo in questi anni grazie alle competenze del mondo del terzo settore e del volontariato, laico e cattolico, per raggiungere tutte le persone in difficoltà - osserva Francesca Bottalico -. L'attivazione di questo servizio è pensata, in particolare, per i familiari dei bambini ricoverati in ospedale che, dopo una diagnosi, vengono proiettati, letteralmente, nel peggiore degli incubi e che spesso, per attraversare questo passaggio, hanno bisogno del confronto e del conforto non solo degli esperti ma anche di chi abbia già vissuto esperienze analoghe. Lo sportello dell'Agebeo, una delle realtà cittadine storicamente impegnate su questo fronte, è stato finanziato ad esito del bando comunale a contrasto delle povertà, e rappresenta un nuovo tassello delle politiche di quel welfare di prossimità che crediamo fortemente rappresenti la risposta per i molteplici bisogni rilevati sul nostro territorio».
  • Ospedale
  • Bambini
  • Agebeo
Altri contenuti a tema
Liste d'attesa in Puglia, dopo ore di acceso dibattito approvati i primi provvedimenti Liste d'attesa in Puglia, dopo ore di acceso dibattito approvati i primi provvedimenti Il tutto si è sbloccato in seguito alla decisione di recepire l'intesa Stato-Regioni. Polemiche dei medici
Riconversione dell'ospedale di Triggiano, scontro tra sindacati e Asl Riconversione dell'ospedale di Triggiano, scontro tra sindacati e Asl Il motivo del contendere la mancata convocazione delle parti e l'assenza si comunicazione
Murales colorano la pediatria del San Paolo di Bari Murales colorano la pediatria del San Paolo di Bari L'opera di un'infermiera: «Il tutto per umanizzare le strutture ospedaliere, renderle più accoglienti, meno anonime e a misura di bambino»
"Educare alla Letteratura", a Bari la prima edizione dell'iniziativa dedicata ai più piccoli "Educare alla Letteratura", a Bari la prima edizione dell'iniziativa dedicata ai più piccoli Dal 15 marzo convegni, laboratori, mostre e spettacoli per insegnanti, alunni e famiglie sul tema della letteratura per l'infanzia
Bimbo deceduto a Modugno, terminata l'autopsia. Esclusa la meningite Bimbo deceduto a Modugno, terminata l'autopsia. Esclusa la meningite Una complicanza dell'influenza la probabile causa della morte. In corso ulteriori indagini
Scuola Corridoni, al via i percorsi educativi del Rotary Club Bari Ovest Scuola Corridoni, al via i percorsi educativi del Rotary Club Bari Ovest Decaro: «Questa azione educativa si propone di affiancare i docenti nell'educare i bambini alla vita e scoprire le loro inclinazioni e aspirazioni»
Bari, limousine a scuola per il compleanno ed è subito polemica Bari, limousine a scuola per il compleanno ed è subito polemica Via social scorre l'indignazione delle mamme che hanno anche scritto alla dirigente della primaria di Parchitello
Bari, dal 28 gennaio possibile richiedere il bonus asilo nido Bari, dal 28 gennaio possibile richiedere il bonus asilo nido Possibile fare richiesta per i bambini di età inferiore a tre anni e per un importo massimo di mille e cinquecento euro
© 2001-2019 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.