Giovanni Cornacchini
Giovanni Cornacchini
Calcio

Bari-Igea Virtus 5-0, Cornacchini: «Squadra costruita per il goal». Liguori: «Contento della prestazione»

Il tecnico: «Sfida alla Turris? Abbiamo più da perdere, servirà serenità». L'esterno: «Penso alla squadra, poi a me»

Una vittoria rotonda per scacciare i fantasmi. Il Bari cancella lo stop a Cittanova rifilando una sonora cinquina alla malcapitata Igea Virtus, che dal San Nicola esce con un 5-0 senza repliche. Sorride a 32 denti mister Cornacchini nel post gara: «Abbiamo fatto una buona gara, quando vai in vantaggio scompare un po' di tensione - spiega il tecnico. Non è la gestione la nostra qualità, quindi gli ho detto di continuare a cercare altri goal. La squadra è costruita per fare questo tipo di gioco: come caratteristiche abbiamo due centrocampisti che sono bravi a recuperare palla e a far ripartire. Lo stesso davanti, quindi dobbiamo spingere sempre e avere alternative. Questa è la nostra qualità fondamentale».

Protagonisti i giovani Quagliata e Liguori, lanciati titolari un po' a sorpresa dal tecnico: «Quagliata e Liguori hanno fatto bene - è l'endorsement del mister. Abbiamo preparato la partita pensando che Piovanello non ci fosse, quindi ho puntato sul 2000 in difesa. Liguori ha spunto, è dinamico, nel suo ruolo se l'è cavata bene. Quagliata ha un ottimo piede, verticalizza, guarda davanti ed è aggressivo: un 2000 bravo». Le solite certezze, però, sono Brienza e Di Cesare, assist e goal in giornata: «Brienza parla un altro calcio; capirlo non è semplice e bisogna sempre farsi trovare pronti sulla sua giocata. Per tutti sarebbe un vantaggio avere calciatori come loro». E sul bomber Simeri, tornato al goal dopo tantissimo lavoro sporco e dopo tanti tentativi falliti, Cornacchini aggiunge: «Simeri è stato preso per far goal, se non lo fa ne soffre. Ha fatto il più difficile fra quelli che poteva fare. Sono contento perché si impegna e ha bisogno di essere continuamente rasserenato. Quando non fai goal e hai tante possibilità è dura, io ho fatto l'attaccante».

Messa da parte la sconfitta di Cittanova, seppellita nel cassetto delle polemiche dal pokerissimo odierno, da martedì si inizia a pensare allo scontro diretto in casa della Turris: «Noi siamo costruiti per vincere, quindi forse abbiamo qualcosa in più da perdere rispetto alla Turris. Dobbiamo viverla serenamente - è il mantra di Cornacchini. Giocar bene o male dipende da tanti fattori; sul nostro campo le squadre con qualità sono avvantaggiate. Le partite soprattutto fuori casa hanno bisogno di diverse letture, però è sempre calcio e vanno affrontate tutte nella maniera giusta. Fare calcio champagne su un campo sintetico e più piccolo è complicato. Ho la fortuna di allenare giocatori che possono fare un po' tutto. Anche oggi in alcune situazioni potevamo fare meglio in fase di non possesso; davanti avevamo una squadra con qualità inferiore alle altre e qualcosina abbiamo concesso. Dobbiamo migliorare».
Gino Liguori
Felice anche Gino Liguori, alla seconda da titolare e protagonista di un match sugli scudi: «Sono contento, anche se non ho fatto goal fa piacere la vittoria - dice in conferenza. La scorsa gara è stata solo un caso. Siamo 22 giocatori e ce la giochiamo tutti ogni settimana; non ci sono titolari e riserve. Mi aspettavo più spazio ma sono contento perché penso sempre prima alla squadra, poi a me. Il mio ruolo è l'esterno, ho giocato lì fin da piccolo. Gli attaccanti lavorano per fare goal; anche se non è venuto sono comunque contento della prestazione che ho fatto. A Torre del Greco sarà dura, ma ora dobbiamo solo goderci questa vittoria. Da martedì penseremo alla Turris».
  • ssc bari
  • giovanni cornacchini
Altri contenuti a tema
Ternana-Bari, trasferta vietata ai residenti in Puglia Ternana-Bari, trasferta vietata ai residenti in Puglia A ufficializzare la decisione è la Prefettura del capoluogo umbro. I biglietti già venduti saranno rimborsati
Ternana-Bari, i 23 convocati di Vivarini Ternana-Bari, i 23 convocati di Vivarini Tutti a disposizione per la trasferta infrasettimanale al Libero Liberati
Ternana-Bari, si va verso il divieto di trasferta per i tifosi biancorossi Ternana-Bari, si va verso il divieto di trasferta per i tifosi biancorossi Si attende la decisione dell'Osservatorio sulla manifestazioni sportive dopo gli scontri in autostrada
Ternana-Bari, arbitra Alberto Santoro di Messina Ternana-Bari, arbitra Alberto Santoro di Messina Il fischietto siciliano sarà coadiuvato da Mariottini di Arezzo e Meocci di Siena
Il Bari alle prese col mal di trasferta, il salto di qualità ancora non arriva Il Bari alle prese col mal di trasferta, il salto di qualità ancora non arriva La partita contro la Cavese conferma le difficoltà esterne dei biancorossi. Primo posto addio?
Cavese-Bari 1-1, Vivarini: «Goal subito per superficialità». Antenucci: «Pecca non mantenere il vantaggio» Cavese-Bari 1-1, Vivarini: «Goal subito per superficialità». Antenucci: «Pecca non mantenere il vantaggio» Parla il mister nel dopo gara: «Mi fa rabbia non aver vinto, ma pensiamo solo a noi». Campilongo: «Bravi a chiudere tutti gli spazi»
Antenucci illude, Sainz Maza pareggia. Fra Cavese e Bari è 1-1 Antenucci illude, Sainz Maza pareggia. Fra Cavese e Bari è 1-1 Prestazione sottotono nella ripresa dei biancorossi, che scivolano a -8 dalla Reggina ma vanno a +4 dal Monopoli
Cavese-Bari, le probabili formazioni. Dubbio in difesa per Vivarini Cavese-Bari, le probabili formazioni. Dubbio in difesa per Vivarini Nei biancorossi si profila il ballottaggio fra Di Cesare e Perrotta nella retroguardia. Poco spazio al turn over
© 2001-2020 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.