Guardia di Finanza
Guardia di Finanza
Cronaca

Truffavano Acquedotto Pugliese, presi amministratore e dipendente di una ditta di Bari. Sequestro da 1 milione

I due sono accusati di frode nelle pubbliche forniture. Chiesta la sospensione dai pubblici uffici per 4 funzionari di Aqp

Turbata libertà degli incanti aggravata continuata, frode nelle pubbliche forniture continuata e truffa aggravata continuata in danno di Acquedotto Pugliese s.p.a. Queste le accuse con cui sono stati sottoposti agli arresti domiciliari D'Agostino Donato e Loliva Francesco – rispettivamente amministratore/gestore di Chimica Dottor Francesco D'Agostino s.p.a. e persona responsabile del laboratorio interno. A eseguire l'ordinanza di misura cautelare emessa dal Gip del Tribunale di Bari i militari del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria della Guardia di Finanza, coordinati nell'indagine dalla Procura di Bari. Con separata ordinanza il Gip ha disposto – su richiesta della Procura – il sequestro preventivo finalizzato alla confisca della somma di euro 1.131.749,72 nei confronti di Chimica D'Agostino e di D'Agostino Donato, con vincolo di solidarietà, importo corrispondente ai profitti conseguiti dalla società in dipendenza dell'illecita aggiudicazione/esecuzione. L' indicata società – avuto riguardo al delitto di truffa in danno di ente pubblico commesso da soggetto in posizione apicale – è stata iscritta anche ai fini del riconoscimento ed applicazione delle sanzioni previste per la responsabilità amministrativa degli enti.

L'attività di indagine – avviata in seguito ad una circostanziata denuncia degli amministratori/gestori di Chimpex Industriale s.p.a., società con sede a Caivano – ha accertato condotte illecite nella partecipazione di Chimica D'Agostino, società con sede in Bari, alle gare di evidenza pubblica per la fornitura di ipoclorito di sodio indette da Aqp negli anni dal 2012 al 2016, la cui aggiudicazione era stata conseguita mediante produzione di falsa documentazione costituita da dichiarazioni non veritiere e certificati di analisi contraffatti. Altre condotte illecite sono state successivamente riscontrate nell'esecuzione dei relativi contratti attuata - quanto alle caratteristiche qualitative del solvente fornito, utilizzato come disinfettante nel trattamento delle acque destinate al consumo umano - in termini difformi rispetto alle prescrizioni dei bandi di gara.

Nei confronti di quattro funzionari/dipendenti di Acquedotto Pugliese s.p.a. – presidenti, componente delle commissioni per l' aggiudicazione delle gare di appalto, responsabile del procedimento di più gare – è stata formulata dalla Procura barese la richiesta di applicazione della misura cautelare interdittiva della sospensione dall'esercizio del pubblico ufficio o servizio, sulla quale il Gip ha fatto riserva di provvedere all'esito degli interrogatori degli indagati. Ai pubblici ufficiali sono contestate condotte agevolative di quelle fraudolente ascritte a D'Agostino e Loliva, con un contributo consapevole e volontario alla consumazione dei reati in danno dell'ente pubblico.

La complessa attività d'indagine si è articolata nell'esame di numerosi documenti amministrativi e contabili, nell'acquisizione di informazioni, nell'esecuzione di operazioni tecniche di intercettazione telefoniche e telematiche, nell'affidamento di consulenze tecniche con l' apporto anche dei laboratori dell'Istituto Superiore di Sanità di Roma. Come sostenuto anche dal G.I.P. nell'indicato provvedimento cautelare, non risultano provate, allo stato, condotte suscettibili di arrecare concreto pericolo per la salute dei consumatori.

Social Video29 secondiOperazione Labarraque
  • Guardia di Finanza
  • Truffa
  • Acquedotto Pugliese
  • Procura di Bari
Altri contenuti a tema
Avevano 10 chili di hashish nascosti in macchina, arrestati Avevano 10 chili di hashish nascosti in macchina, arrestati Una donna e un uomo, entrambi residenti a Noicattaro, sono stati colti in flagrante dai finanzieri impegnati in controlli sulla SS100
Indagine su Emiliano, la Procura di Bari chiede una proroga di sei mesi Indagine su Emiliano, la Procura di Bari chiede una proroga di sei mesi Il governatore è attenzionato dalla magistratura per presunte irregolarità nella campagna elettorale per le primarie Pd del 2017
Campagna elettorale primarie Pd del 2017, indagato Emiliano Campagna elettorale primarie Pd del 2017, indagato Emiliano Sospetti su una fattura di 65mila euro versata da due imprenditori all'agenzia di comunicazione che seguiva il governatore. La difesa: «Violato segreto istruttorio»
Sesso e soldi per superare gli esami, la Procura di Bari chiede il processo per il professore Sesso e soldi per superare gli esami, la Procura di Bari chiede il processo per il professore I fatti contestati al docente di Giurisprudenza risalgono al quadriennio 2011-2015. Fra i reati ipotizzati anche la concussione
Fallimento del 2014 dell'A.S. Bari S.p.A., bancarotta fraudolenta per i Matarrese Fallimento del 2014 dell'A.S. Bari S.p.A., bancarotta fraudolenta per i Matarrese Sono sei i componenti del consiglio di amministrazione della ex società cittadina a cui la finanza ha notificato l'avviso di conclusione indagini
Gioco d'azzardo illegale, la Finanza setaccia la Puglia. Sequestrate 63 apparecchiature Gioco d'azzardo illegale, la Finanza setaccia la Puglia. Sequestrate 63 apparecchiature Un totale di 32 soggetti verbalizzati. Sono 53 invece i lavoratori impiegati a nero negli esercizi commerciali controllati
Gasolio di contrabbando, sequestrate 260 tonnellate in tre attività di servizio di Bari Gasolio di contrabbando, sequestrate 260 tonnellate in tre attività di servizio di Bari Maxi operazione della Guardia di finanza che ha portato alla denuncia in stato di libertà di cinque persone
Adelfia, blitz della Guardia di finanza nel centro storico di Montrone. Due arresti Adelfia, blitz della Guardia di finanza nel centro storico di Montrone. Due arresti Il mandato è stato emesso dal Tribunale di Brescia per incendio doloso in un centro benessere di Desenzano del Garda
© 2001-2019 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.