Sworkers
Sworkers
Eventi e cultura

Sworkers, uno spettacolo teatrale sul mercato del sesso

L'autrice Valeria Simone: “In Italia non esiste una educazione alla sessualità”

"Sworkers", uno spettacolo sul mercato del sesso così com'è oggi nelle città europee. L'idea, dell'autrice e drammaturga Valeria Simone, nasce più di tre anni fa dalla necessità di capire il valore dell'educazione sessuale nei rapporti di coppia. Un fenomeno che sta mutando l'idea della sessualità, dell'equilibrio delle relazioni di coppia e del nucleo familiare. In scena per sottolineare le difficoltà che si vivono in contesti, alcuni poveri e degradati dove la prostituzione per molte donne è una scelta per sopravvivere. Altre volte per chi è costretto a migrare da situazioni difficili e deve pagare i debiti per arrivare in Europa. Ma anche il mondo delle escort, prostitute e attrici di film porno che provengono da classi medio alte con un alto livello di istruzione che non hanno alcun bisogno di soldi.
"Ho scritto questo spettacolo - spiega l'autrice - perché in Italia non esiste una educazione alla sessualità e quindi per molte persone, l'acquisto del sesso a pagamento è una forma di educazione. Si parla di prostituzione, e quindi anche di rapporti di potere e di violenza. Grazie ad uno studio approfondito di due anni, abbiamo scoperto cose che andavano ben oltre l'idea di partenza. E' uno spettacolo che parla di vari aspetti della prostituzione oggi".
Un reato che punisce anche il cliente in alcuni paesi. Ma in Italia come in altri posti nel mondo, è legale a patto che non ci sia sfruttamento e che sia vietato ai minori, e spesso così non è. In uno dei monologhi si pone l'attenzione proprio su questo aspetto.
"Si tratta di un confronto con gli altri stati. E' giusto che la prostituzione non sia un reato, ognuno è libero di scegliere cosa fare però in questo modo è difficile punire quegli aspetti della prostituzione dove c'è violenza ed una organizzazione criminale dietro, che gestisce".
E qui un uomo, il magnaccio, che comanda e da disposizioni, ma questo la sua famiglia non lo sa, anzi fa di tutto per essere un bravo padre agli occhi della figlia per cui farebbe qualsiasi cosa pur di esaudire ogni suo desiderio.
"Abbiamo costruito grazie all'autore Marco Grossi questo personaggio interpretato da William Volpicella. E' un po' paradossale, uno di quelli che contano meno, ma con una sua etica, come tutti i personaggi di questo spettacolo"
E' giusto o no che esista un mercato del sesso?
"Io credo che non sia tanto quello il problema. Io sono contraria quando all'interno di una cultura, il corpo è visto come oggetto e quasi sempre è presupposta una forma di violenza".
Lo spettacolo, una produzione della compagnia Acasa, sarà in replica il prossimo 5 aprile presso il Teatro Traetta di Bitonto per il Comune di Bitonto e il Teatro Pubblico Pugliese. Ideazione e drammaturgia Valeria Simone; autori Valeria Simone, Marianna De Pinto, Maristella Tanzi, Marco Grossi, Rossella Giugliano. Con le attrici oltre che autrici dei loro monologhi, Maristella Tanzi, Marianna De Pinto e Rossella Giugliano. E Maria Luisa Longo, Erika Lavermicocca che hanno interpretato i testi scritti da Valeria Simone. Costumi e oggetti di scena: Porziana Catalano; Visual design: Visual design: Maria Grazia Morea; Comunicazione Marilù Ursi
  • Teatro Pubblico Pugliese
Altri contenuti a tema
Più teatro per i giovani, anche a Bari spettacoli a soli 5 euro per gli studenti Più teatro per i giovani, anche a Bari spettacoli a soli 5 euro per gli studenti Si rafforza la convenzione tra Teatro Pubblico Pugliese e Adisu Puglia
Teatro pubblico pugliese, da San Valentino a Pasqua 400 spettacoli per tutti i gusti Teatro pubblico pugliese, da San Valentino a Pasqua 400 spettacoli per tutti i gusti Il presidente D'Urso: «Interventi mirati per coinvolgere i giovani nelle nostre attività»
Bari, il foggiano D'Urso è il nuovo presidente del Teatro pubblico pugliese Bari, il foggiano D'Urso è il nuovo presidente del Teatro pubblico pugliese Carmelo Grassi lascia il vertice dopo 21 anni
Al via la stagione comunale di prosa. Decaro: «L'anno prossimo la ospiteremo nel Piccinni» Al via la stagione comunale di prosa. Decaro: «L'anno prossimo la ospiteremo nel Piccinni» A chiudere questa edizione una produzione di Alessandro Baricco. Maselli: «Cartellone frutto di indagine condotta tra il pubblico»
"Su l'Umano Sentire", Bari raccontata dai baresi in uno spettacolo teatrale "Su l'Umano Sentire", Bari raccontata dai baresi in uno spettacolo teatrale La regista Rubidori Manshaft: «Facciamo vedere il rapporto materno tra città e cittadini»
Buchi nei bilanci di Apulia Film Commission e TPP: M5S chiede chiarezza Buchi nei bilanci di Apulia Film Commission e TPP: M5S chiede chiarezza Due interrogazioni per chiedere trasparenza sulle risorse pubbliche in campo
© 2001-2019 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.