Honést
Honést
Attualità

Suonare in cambio della colazione. A Bari arriva Honést, locale dove si paga con il "baratto"

Si trova nel primo isolato di via Sparano e prevede diverse agevolazioni per studenti e non solo

Un locale a Bari dove si può pagare con il "baratto". È una delle idee proposte da Honést locale che ha aperto i battenti nel primo isolato di via Sparano. Diverse le forme di "scambio" previste: sarà possibile prendere anche solo un caffè e poter restare tutto il giorno a studiare, oppure donare un'ora del proprio tempo e della propria musica in cambio di una colazione completa di brioche, cappuccino e spremuta al mattino, o di una cena base a sera.

«Quando ero piccolo non uscivo mai con le ragazze perché non potevo permettermelo, non potevo offrire nulla - sottolinea Luca Rutigliano, comunicatore e travel blogger, mente del locale insieme a Rosario Anagni, responsabile amministrativo dell'impresa -. La mia era una famiglia umile, i miei amici spesso mi invitavano a pranzo o a cena, mi aiutavano. E io voglio fare lo stesso oggi. Per questo da Honést abbiamo pensato anche allo spritz democratico, che viene acquistato in fusti e spillato al momento. La differenza non si nota tanto al gusto quanto nel prezzo del drink, e soprattutto nell'attenzione all'ambiente che questa scelta comporta, ma anche per le persone».

Non solo un locale dedicato alla ristorazione, quindi, ma un contenitore, una casa, per chiunque abbia desiderio di trascorrervi qualche momento della giornata. Un caffè bistrot, con cucina internazionale a vista dove si apre al mattino presto e si chiude a notte fonda. Nel mentre una serie di attività possono prendere vita in modo estemporaneo, con qualche appuntamento anche organizzato.

«Ho immaginato un posto dove chiunque possa sentirsi a casa - spiega Rutigliano -. All'inizio volevo aprire uno Starbucks, il primo a Bari, il primo in Italia. Perché oggi la nostra città e la nostra regione sono meta turistica mondiale. Il colosso americano però non la pensava come me, come noi. E allora abbiamo deciso di fare tutto da soli. Così è nato Honést, il cui nome nasce da un gioco di parole tra "home", "casa", "nest", "nido", e onesto "onèst" in dialetto barese. Perché io e Rosario siamo due persone oneste. E perché onesto e democratico è e sarà questo posto».
  • ristorazione
Altri contenuti a tema
A Bari apre "Da Michele", la più famosa pizzeria napoletana nel mondo A Bari apre "Da Michele", la più famosa pizzeria napoletana nel mondo Lunghe code ieri pomeriggio nel nuovo ristorante di corso Vittorio Emanuele
Open D Bari 2, 484 attività commerciali riceveranno un contributo economico di 1500 euro Open D Bari 2, 484 attività commerciali riceveranno un contributo economico di 1500 euro Pubblicata la graduatoria. Il bando riguardava le realtà colpite dalla crisi derivante dall'emergenza sanitaria Covid 19
Pedane di bar e ristoranti, il Comune di Bari verso la proroga Pedane di bar e ristoranti, il Comune di Bari verso la proroga A breve la Giunta emanerà l'ordinanza, la decisione è scaturita in seguito a un confronto tra l’amministrazione comunale e le autorità sanitarie territoriali
Bari dice addio ai parklet, nessuna proroga dal Comune Bari dice addio ai parklet, nessuna proroga dal Comune Le pedane erano state installate lo scorso maggio, Leonetti: "I commercianti vorrebbero un altro mese di tempo"
Ristoranti, Governo pronto a cedere sulle tavolate. Ma all'aperto e in zona bianca Ristoranti, Governo pronto a cedere sulle tavolate. Ma all'aperto e in zona bianca In zona gialla resta il limite dei 4 a tavola, Gelmini: «Verso una sintesi positiva sul numero massimo dei commensali»
Ristoranti, No alle tavolate. Arriva il chiarimento dal Ministero della Salute Ristoranti, No alle tavolate. Arriva il chiarimento dal Ministero della Salute Necessario far riferimento al decreto del 2 marzo che parla di un massimo di 4 persone al tavolo se non conviventi
Bar e ristoranti, da domani cambiano le regole. Ecco come Bar e ristoranti, da domani cambiano le regole. Ecco come Le nuove linee guida pubblicate lo scorso 29 maggio prevedono il superamento di alcune restrizioni
Zona gialla, primi clienti nei ristoranti di Bari: "Ritorno alla normalità" Zona gialla, primi clienti nei ristoranti di Bari: "Ritorno alla normalità" A partire da oggi i locali sono tornati ad ospitare i clienti negli spazi all'aperto
© 2001-2022 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.