Carcere di Bari
Carcere di Bari
Attualità

Stagione teatrale di Bari, al via i laboratori per i detenuti del carcere cittadino

Il progetto, che propone due percorsi autonomi, è rivolto a dieci partecipanti del circuito della Media Sicurezza

Proseguono le attività del "Laboratorio teatrale urbano", l'iniziativa ideata dal Teatro pubblico pugliese con il Comune di Bari che punta a lavorare nelle carceri mettendo al centro l'arte e la cultura per favorire il riscatto personale e avviare percorsi di reinserimento dei detenuti. Un progetto realizzato in collaborazione con la Casa Circondariale di Bari che ne ha fortemente sostenuto l'attuazione.

A partire da domani, mercoledì 25 gennaio, e poi dal 1° marzo, per cinque incontri, si terrà il laboratorio teatrale "Il teatro che ripara. Il teatro che è riparo", un progetto di formazione e accompagnamento alla pratica e alla visione del teatro a cura di Damiano Nirchio / associazione culturale Senza Piume, in collaborazione con la cooperativa sociale C.R.I.S.I..

Chi scrive per il teatro racconta sempre di una "crisi", un improvviso e inatteso cambiamento nella vita di un eroe o un'eroina, una famiglia, una città o un popolo. È qualcosa che si rompe nel filo del destino e prova a trovare una "riparazione". O semplicemente un "riparo".

Il progetto, che propone due percorsi autonomi di avvicinamento ai temi del teatro, è rivolto a dieci partecipanti del circuito della Media Sicurezza: cinque incontri per gruppo, della durata di due ore l'uno, per avvicinarsi e praticare la scrittura per il teatro a partire dai suoi temi portanti e dalla storia personale dei detenuti coinvolti. Nel corso degli incontri saranno prodotti dei brevi testi che i partecipanti condivideranno in una lettura pubblica, di cui saranno anche animatori, rivolta agli altri ospiti della Casa Circondariale, al personale interno e a ospiti selezionati su invito, alla quale seguirà un momento di confronto con il pubblico presente.

Di seguito il calendario degli incontri
  • I Sezione Media Sicurezza
Dal 25 gennaio cinque incontri il mercoledì dalle ore 14 alle 16 (25 gennaio / 1 febbraio / 8 febbraio / 15 febbraio / 22 febbraio)
  • II Sezione Media Sicurezza
Dal 1° marzo cinque incontri il mercoledì dalle ore 14 alle 16 (1 marzo / 15 marzo / 22 marzo / 29 marzo / 5 aprile).

Il progetto si inserisce nell'ambito del più ampio progetto di formazione del pubblico "Laboratorio teatrale urbano", legato alla stagione teatrale 2022/2023 del Comune di Bari in collaborazione col Teatro Pubblico Pugliese, rivolto agli abitanti dei quartieri Libertà, San Pio e San Paolo e agli ospiti della Casa Circondariale di Bari. Il percorso nasce allo scopo di lanciare prospettive, aprire dimensioni collettive e al contempo innovative, coinvolgendo attivamente gli abitanti di alcune zone periferiche della città con la ferma convinzione che la cultura sia una pratica adatta a tutti, oltre lo stereotipo del teatro borghese ed elitario.
  • carcere di bari
Altri contenuti a tema
Carcere di Bari, al via lo sportello anagrafico. Emesse le prime carte d'identità elettroniche Carcere di Bari, al via lo sportello anagrafico. Emesse le prime carte d'identità elettroniche L'amministrazione comunale ha recepito le esigenze avanzate dalla direzione dell'istituto
Ufficio anagrafe e stato civile al carcere di Bari, ecco come funzionerà Ufficio anagrafe e stato civile al carcere di Bari, ecco come funzionerà Di Sciascio: "Disponibili ad organizzare le aperture periodiche garantendo piena accessibilità ai servizi"
Carcere di Bari, arriva un ambulatorio per la cura delle patologie neurologiche Carcere di Bari, arriva un ambulatorio per la cura delle patologie neurologiche l via il progetto “Brainspace”: entro fine anno un centro per la diagnosi dedicato alla popolazione detenuta
Carcere di Bari, trentenne condannato per omicidio suicida in cella Carcere di Bari, trentenne condannato per omicidio suicida in cella La denuncia del Sappe: «Pazienti psichiatrici abbandonati a sé stessi»
Polizia penitenziaria a Bari, Sippe: «Servono almeno altre 10 unità» Polizia penitenziaria a Bari, Sippe: «Servono almeno altre 10 unità» La richiesta riguarda il personale in servizio presso il Nucleo Traduzione e Piantonamenti, pronti a manifestare
"Genitorialità oltre le sbarre", 93 utenti coinvolti a un mese dall'avvio "Genitorialità oltre le sbarre", 93 utenti coinvolti a un mese dall'avvio Progetto dell’assessorato al Welfare e della direzione del carcere in favore dei detenuti e dei loro figli
Detenuto dà fuoco alla cella, tragedia sfiorata nel carcere di Bari Detenuto dà fuoco alla cella, tragedia sfiorata nel carcere di Bari La denuncia del Sappe: «Coraggio e professionalità dei poliziotti determinanti in questo marasma»
Pasqua, le sostanze profumate dell'arcivescovo donate dai detenuti del carcere minorile di Bari Pasqua, le sostanze profumate dell'arcivescovo donate dai detenuti del carcere minorile di Bari Satriano: « Lasciamoci dilatare il cuore da un gesto così forte, ricco di comunione e partecipazione»
© 2001-2023 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.