La manifestazione
La manifestazione
Scuola e Lavoro

Sindacati in piazza a Bari contro il Decreto Sostegni

"L’obiettivo primario è conquistare la proroga della moratoria sui licenziamenti almeno fino al 31 ottobre"

Manifestazione dei sindacati questa mattina in piazza a Bari. Sono tre le piazze italiane in cui questa mattina si è svolta la manifestazione in merito al decreto sostegni, oltre Bari infatti sono scesi in piazza a Firenze e Torino.

"Il nostro Paese – si legge in una nota congiunta Cgil, Cisl e Uil – sta vivendo una delicata fase di transizione. La crisi pandemica ha arrestato in parte la sua corsa, grazie anche alla campagna vaccinale in atto, ma a preoccuparci al pari dell'espansione del virus è la ripresa economica che deve essere il faro per la massima coesione sociale, in grado di creare lavoro stabile e sicuro, a partire dai giovani, dalle donne e dal Mezzogiorno. Nel Decreto Sostegni non vi è contezza e condizione per affermare che ci siano i presupposti necessari a tutto ciò, non dimenticando che tale Decreto prevede la fine del blocco generalizzato dei licenziamenti dal 1° luglio e l'assenza di adeguate politiche industriali capaci di valorizzare a pieno gli investimenti e i contenuti del PNRR. Durante questi lunghi mesi di pandemia abbiamo sempre avanzato proposte e chiesto con tenacia la tutela dei diritti delle lavoratrici e dei lavoratori, delle pensionate e dei pensionati. Tali azioni hanno trovato forte condivisione anche nella Conferenza Episcopale Italiana. La mobilitazione avviata nelle scorse settimane, sulla grave emergenza della sicurezza nei luoghi di lavoro, proseguita con il presidio del 28 maggio davanti alla sede del Parlamento, ha prodotto risultati parziali. Per queste ragioni, la nostra azione deve proseguire in modo articolato, su base categoriale e territoriale, con assemblee nei luoghi di lavoro, attivi unitari, incontri con i gruppi parlamentari, i partiti e con il coinvolgimento di tutte le aree sociali sensibili alle nostre istanze. L'obiettivo primario è conquistare la proroga della moratoria sui licenziamenti almeno fino al 31 ottobre, una riforma degli ammortizzatori sociali e nuove politiche attive per il lavoro. È necessario ribadire con fermezza i contenuti della piattaforma unitaria su: lavoro, occupazione, coesione, sviluppo, fisco, pensioni, non autosufficienza, rinnovo dei contratti pubblici e privati, riforma pubblica amministrazione e scuola, della cultura e del turismo. È fondamentale, inoltre, che ci sia da parte delle istituzioni la volontà di attuare un piano serio ed efficace che sia in grado di utilizzare le risorse del PNRR al fine di creare una stabile connessione tra investimenti e occupazione, coinvolgendo in maniera significativa con una governance partecipata e preventiva le Parti Sociali".
  • Sindacati
  • manifestazione
Altri contenuti a tema
Hotel Palace, accordo raggiunto. I dipendenti avranno la cassa integrazione Hotel Palace, accordo raggiunto. I dipendenti avranno la cassa integrazione Potranno usufruire degli ammortizzatori sociali per 12 mesi, prossimo incontro previsto il 9 febbraio
Brsi, il giudice annulla i trasferimenti a Catania Brsi, il giudice annulla i trasferimenti a Catania Tutti i dipendenti restano a Bitritto e continuano a lavorare in smart working
Vertenza Palace Hotel, licenziamenti posticipati a febbraio Vertenza Palace Hotel, licenziamenti posticipati a febbraio Saiga conferma che la struttura resterà un albergo, Decaro: Importante spiraglio
Palace Hotel, i proprietari: «Resterà albergo» Palace Hotel, i proprietari: «Resterà albergo» I dipendenti tirano un sospiro di sollievo ma la strada è ancora lunga
Via allo sgombero del Palace, i dipendenti occupano la struttura Via allo sgombero del Palace, i dipendenti occupano la struttura Nuovo nulla di fatto in task force regionale, Ferrigni (Fisascat Cisl): «C'è ancora incertezza per il futuro dell'immobile e dei lavoratori tutti»
Chiude il Palace Hotel, Decaro: «Il nostro primo interesse è il futuro dei dipendenti» Chiude il Palace Hotel, Decaro: «Il nostro primo interesse è il futuro dei dipendenti» La dichiarazione del sindaco a margine dell'incontro della task force regionale tenutosi ieri
Cisl Funzione Pubblica Puglia, Aldo Gemma confermato segretario Cisl Funzione Pubblica Puglia, Aldo Gemma confermato segretario L’elezione al termine del 6° congresso regionale svoltosi a Bari
Hotel Palace, lunedì mattina dipendenti in sit-in Hotel Palace, lunedì mattina dipendenti in sit-in Si chiede al prefetto Bellomo un incontro con le rappresentanze sindacali
© 2001-2022 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.