Asilo
Asilo
Scuola e Lavoro

Scuole materne e nidi paritari, in Puglia è crisi nera

Daniele FISM: "Bene il primo contributo da parte di Emiliano e Leo ma non basta"

Con l'emergenza coronavirus e la chiusura delle scuole quelle più penalizzate sono state sicuramente le scuole private paritarie. Dopo le prime proteste e le prime richieste di attenzione da parte della Fism Federazione italiana scuole materne e nidi Puglia è arrivato un primo segnale da parte del Presidente della Regione Michele Emiliano e dall'Assessore regionale per il diritto allo studio Sebastiano Leo. La Regione Puglia ha deliberato, il 30 aprile scorso, un primo intervento a favore delle scuole dell'infanzia paritarie non profit di un milione e 100 mila euro.

"E' una risposta importante, oltre che un'azione che consentirà immediata liquidità alle scuole, anche se si tratta di un intervento ancora insufficiente", dichiara il Presidente FISM Puglia Fabio Daniele - solo 300 mila euro sono in realtà i nuovi fondi stanziati in virtù dell'emergenza economica che stiamo vivendo. I restanti 800 mila euro sono solo un'anticipazione del fondo 2020 per il diritto allo studio, che era già stato stanziato per le paritarie in tempi precedenti all'emergenza. Pertanto, pur apprezzando lo sforzo di aiutare le paritarie nell'ottica di un sistema scolastico integrato, evidenziamo che, a questo primo intervento, dovranno seguirne altri per consentire alle nostre scuole di sostenere le spese di gestione e scongiurare il pericolo della chiusura. Le somme residue del Fondo per il Diritto allo Studio e il Fondo Nazionale per il Sistema Integrato per il 2020, di prossima ripartizione da parte del MIUR, sono fondi di notevole entità che chiediamo di utilizzare in maniera importante anche per sostenere la gestione delle Scuole dell'infanzia paritarie non profit".

"Ci appelliamo al Presidente e all'Assessore ancora una volta - conclude - affinché ci sia la dovuta attenzione a tutto il sistema e in particolare alle Scuole dell'infanzia paritarie. In quest'ottica, riteniamo necessario aprire un serio confronto tra le istituzioni e tutte le associazioni di categoria. Crediamo che, se non sosterremo in maniera adeguata il sistema scolastico pubblico delle scuole paritarie, il prezzo più grande, oltre al nostro personale, lo pagheranno le bambine e i bambini con le loro famiglie che non avranno più una scuola dell'infanzia dove poter essere accolti. Siamo fiduciosi che la sensibilità manifestata dall'Amministrazione regionale, nei confronti delle scuole dell'infanzia paritarie, possa determinare un accoglimento delle nostre proposte".
  • Asilo nido
Altri contenuti a tema
Emergenza Covid, è allarme ad Acquaviva. Chiusi fino al 15 tutti gli asili nido Emergenza Covid, è allarme ad Acquaviva. Chiusi fino al 15 tutti gli asili nido Il sindaco Davide Carlucci ha emesso una nuova ordinanza
Puglia, scuole in DDI ma gli asili nido sono aperti Puglia, scuole in DDI ma gli asili nido sono aperti La fascia 0-3 non rientra nell'ordinanza emanata dal presidente Emiliano
Bari, presto un asilo nido per il quartiere San Paolo? Bari, presto un asilo nido per il quartiere San Paolo? L'assessore Romano: "Vogliamo continuare ad investire sull'infanzia"
Infanzia, pubblicate le graduatorie per i buoni scuola del Comune di Bari Infanzia, pubblicate le graduatorie per i buoni scuola del Comune di Bari Si tratta di un contributo di 600 euro per la copertura parziale o totale delle rette di frequenza
Asili nido del Comune di Bari, pubblicate le graduatorie provvisorie Asili nido del Comune di Bari, pubblicate le graduatorie provvisorie Ricorsi ammissibili fino al 21 settembre
Bari, iscrizione asili nido comunali da domani al 6 settembre Bari, iscrizione asili nido comunali da domani al 6 settembre Romano: “Sebbene siamo ancora in attesa delle linee guida nazionali per il riavvio dei servizi educativi non potevamo più far aspettare le famiglie baresi"
Il Comune di Bari al fianco dei genitori, partono le attività estive 3-36 mesi Il Comune di Bari al fianco dei genitori, partono le attività estive 3-36 mesi Le attività si svolgeranno nel mese di luglio solo la mattina, possono accedere i bambini già iscritti al servizio educativo comunale nel 2019/2020
L'asilo Labriola non ha le autorizzazioni, l'Inps non dà il bonus L'asilo Labriola non ha le autorizzazioni, l'Inps non dà il bonus L'assessore Romano: «Abbiamo provveduto ad eseguire i lavori richiesti, siamo in attesa della conclusione del procedimento amministrativo»
© 2001-2021 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.