Un ragazzo a scuola con la mascherina
Un ragazzo a scuola con la mascherina
Scuola e Lavoro

Scuola in Puglia, l'allarme dei sindacati: «Difficile rientro al 100% a settembre»

Problema principale le classi pollaio: «Un anno e mezzo di emergenza sanitaria non ha insegnato nulla alla politica»

La situazione scuola in Puglia rischia di diventare di nuovo un "problema" a settembre. Dopo il lockdown dello scorso anno, che ha portato gli studenti a "perdere" quasi metà dello scorso anno, e il corrente anno scolastico che ha visto diverse criticità difficili da affrontare al punto che per le scuole superiori lo stesso Governo ha fatto dietrofront, non facendo rientrare tutti in classe nemmeno per l'ultimo mese di scuola, anche il prossimo anno potrebbe iniziare con vecchi problemi.

La denuncia viene dai sindacati (Flc Cgil, Uil Scuola Rua, Cisl Scuola, Snals Confsal e Gilda Unams) che sottolineano: «Dopo un anno e mezzo di emergenza sanitaria, i tanti errori di valutazione, di programmazione e di gestione non hanno insegnato nulla alla politica, visto che il Ministero non ha dato seguito agli impegni assunti con le organizzazioni sindacali e che, da soli, già rappresenterebbero una importante misura di contrasto al rischio pandemico nelle scuole».

I punti principali a cui fanno riferimento le rappresentanti sindacali sono prima di tutto le cosiddette classi pollaio, e la necessità di incrementare il personale docente e ATA per provvedere a risolvere il problema.

«Dalle informazioni ricevute dai territori - sottolineano i sindacati - ci risulta che si stiano autorizzando numerose classi, con punte di 30 alunni e cattedre in organico di diritto a 24 ore. A questo si aggiunga che per il prossimo anno scolastico non vi è alcuna conferma dell'organico aggiuntivo, il cosiddetto COVID, che, comunque, non può rappresentare la risposta alle nostre richieste di incremento dell'organico di diritto, pur essendo necessario in questa fase di pandemia, per garantire condizioni di maggior sicurezza. Al contrario, sono stati tagliati 100 posti di collaboratori scolastici a causa della trasformazione full time dei contratti dei lavoratori ex LSU».

«Per il prossimo anno scolastico - denunciano - sarà estremamente complicato puntare ad un rientro in presenza al 100%. Al netto della mancanza di un piano dei trasporti adeguato e dedicato, di un piano immediato di ammodernamento degli edifici scolastici e di risorse per sostenere una programmazione di screening periodici della popolazione scolastica, il numero di studenti per classe non permetterà affatto di garantire il distanziamento sociale».
  • Scuola
Altri contenuti a tema
Estate e scuole chiuse in Puglia. Abbaticchio: «Occasione per ri/progettare il nuovo anno» Estate e scuole chiuse in Puglia. Abbaticchio: «Occasione per ri/progettare il nuovo anno» Il Garante dei Diritti dell'Infanzia e dell'Adolescenza rivolge un appello al governo della Regione
Plesso Carlo del Prete: «Si è deciso di sopprimere una scuola storica senza fare una valutazione seria» Plesso Carlo del Prete: «Si è deciso di sopprimere una scuola storica senza fare una valutazione seria» In merito alla chiusura del plesso di Carrassi intervengono i consiglieri municipali Matteo Colapietro e Virginia Ambruosi
Bari, chiude la scuola Carlo Del Prete Bari, chiude la scuola Carlo Del Prete La denuncia di un'ex insegnante: «Storia di una vigliaccata», le classi trasferite alla De Amicis
Scuola, in Puglia si riparte in presenza il 20 settembre Scuola, in Puglia si riparte in presenza il 20 settembre L'assessore Leo: "Si ritorna in classe, si ritorna a studiare a scuola con i propri compagni, vaccinati"
Notte prima degli esami: tormenti e attese per gli studenti di Puglia Notte prima degli esami: tormenti e attese per gli studenti di Puglia Al via domani i maxi-colloqui, addio prove scritte: si valuterà anche il “curriculum dello studente”
Scuola in Puglia, oltre 5mila le cattedre vacanti Scuola in Puglia, oltre 5mila le cattedre vacanti La denuncia di Uil dopo la comunicazione della mobilità avvenuta ieri
Scomparsa e allontanamento di minori: Polizia di Bari incontra gli studenti Scomparsa e allontanamento di minori: Polizia di Bari incontra gli studenti Spesso a causare gli allontanamenti o le fughe sono le situazioni di disagio, di imbarazzo, di paura scatenate nei giovani da abusi, maltrattamenti, molestie, vessazioni.
Scuola in Puglia, arrivano 4 milioni di euro per gli istituti professionali Scuola in Puglia, arrivano 4 milioni di euro per gli istituti professionali Finalità è favorire il raccordo tra il sistema dell'Istruzione Professionale e il sistema di Istruzione e Formazione Professionale
© 2001-2021 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.