ivan scalfarotto
ivan scalfarotto
Politica

Scalfarotto: «Rivoluzione in Sanità, abbattimento liste d'attesa e la creazione di nuove Case della Salute»

Il candidato alla presidenza della Regione: «Migliorare gli attuali ospedali per porre fine agli strazianti “viaggi della salute”»

"Per troppi anni, sulla sanità, in regione ci si è presi in giro - dichiara l'On. Ivan Scalfarotto - Abbiamo bisogno di rivoluzionare e migliorare il sistema sanitario, e noi abbiamo le idee chiare: creare vere e proprie case della salute diffuse capillarmente sul territorio, replicando il sistema sanitario toscano. Le case della salute saranno un luogo fisico dove i cittadini troveranno l'assistenza dei medici di base, la guardia medica attiva h24, la possibilità di prenotazione esami e visite attraverso un Cup, ambulatori specialistici, il centro prelievi e vaccinazioni.

Queste strutture non sostituiranno gli ospedali, ma andranno ad aggiungersi a loro. Inoltre, all'interno delle case della salute ci saranno servizi di welfare, e daremo soprattutto attuazione all'istituzione della nuova figura dell'infermiere di famiglia che il Governo ha recentemente introdotto con il DL Rilancio.

L'infermiere di famiglia e comunità è già operativo in altre regioni ed é un professionista responsabile dei processi infermieristici in ambito familiare e di comunità e sarà a disposizione dei cittadini Pugliesi promuovendo l'adozione di corretti stili di vita, comportamenti adeguati e gestione dei processi di salute individuali, familiari e della comunità all'interno del sistema delle cure primarie ponendosi come punto di riferimento per le famiglie. Risponderà, quindi, ai bisogni di salute della popolazione di uno specifico ambito territoriale di riferimento (il distretto), non erogando solo assistenza, ma attivandola e stabilendo con le persone e le comunità rapporti affettivi, emotivi e legami solidaristici che diventano parte stessa della presa in carico.

Nelle case della salute formeremo vere equipe multiprofessionali: medici di famiglia, pediatri, ma anche assistenti sociali, con i quali gli infermieri condividono molto a livello di attività territoriale quando assistono fragilità e disabilità, gli psicologi, e altre figure professionali come i fisioterapisti, i logopedisti.

Un'innovazione di questo tipo porterebbe con sè anche modalità di assistenza come la telemedicina, la teleassistenza, il telenursing: la vera novità è la capacità di guardare attraverso punti di vista diversi i bisogni dei nostri cittadini, proponendo una soluzione anche capace di potenziare le terapie domiciliari e riabilitative e la sanità di territorio, fornendo così l'assistenza necessaria alle persone non autosufficienti e con malattie croniche.

A questo va aggiunto il miglioramento degli attuali ospedali per porre finalmente termine agli strazianti "viaggi della salute", progettando una rete capillare e solida di medici e servizi sul territorio. Solo conoscendo i propri pazienti ed essendo loro vicini, si garantisce a un tempo la salute del singolo e il benessere della comunità. Introdurremo, inoltre, un sistema di valutazione della qualità della nostra sanità trasparente e centrato sul paziente.

I soldi per tutto questo ci sono già: è sufficiente prendere i 2,5 miliardi del MES destinabili alla nostra Regione e spenderli bene, per fare del sistema sanitario pugliese un esempio di efficienza e di efficacia. La mia posizione è assolutamente favorevole al MES in contrasto con quanto dichiarato dai partiti di appartenenza dei miei avversari, che frenano per motivazioni illogiche e solo ideologiche".
Speciale Elezioni Regionali

Elezioni Regionali 2020, lo speciale del network Viva

Approfondimenti, interviste, risultati, verso il nuovo consiglio regionale pugliese

286 contenuti
Altri contenuti a tema
De Santis fuori dal consiglio in Puglia: «Andrò a fondo a questa vicenda» De Santis fuori dal consiglio in Puglia: «Andrò a fondo a questa vicenda» «Devo capire come sia possibile che oltre 15 mila preferenze non siano sufficienti a farmi essere in Regione»
Comune di Bari, da domani via al pagamento per scrutatori e presidenti di seggio Comune di Bari, da domani via al pagamento per scrutatori e presidenti di seggio Tutte le info utili relative alle elezioni regionali e al referendum degli scorsi 20 e 21 settembre
Damascelli: «Grazie agli elettori, 6.624 voti puliti e sudati» Damascelli: «Grazie agli elettori, 6.624 voti puliti e sudati» Il consigliere regionale uscente commenta la mancata rielezione: «Questo consenso non può andare disperso»
Saverio Tammacco: «La mia elezione frutto di un impegno corale a favore del territorio» Saverio Tammacco: «La mia elezione frutto di un impegno corale a favore del territorio» Il consigliere regionale parla per la prima volta dopo l’elezione: il video
Regionali, dopo la sconfitta in Puglia volano gli stracci fra Fitto e la Lega Regionali, dopo la sconfitta in Puglia volano gli stracci fra Fitto e la Lega Il candidato di centrodestra: «Salvini parla di me da tre giorni, meglio tardi che mai». D'Eramo: «Abbiamo dato il massimo e riunito la coalizione»
Regionali Puglia, Fitto attacca: «Contro di me campagna incivile e violenta» Regionali Puglia, Fitto attacca: «Contro di me campagna incivile e violenta» Il candidato del centrodestra all'indomani del voto: «Da Emiliano e Vendola dichiarazioni pesanti e notizie false e offensive»
Regionali Puglia, Senso Civico supera il 4% ma non entra in consiglio: «Furto di rappresentanza» Regionali Puglia, Senso Civico supera il 4% ma non entra in consiglio: «Furto di rappresentanza» La lista di Pisicchio, Abaterusso e Borracino resta fuori pur avendo oltrepassato la soglia dello sbarramento
Regionali Puglia, Salvini recrimina: «Candidatura di Fitto non ha scaldato i cuori» Regionali Puglia, Salvini recrimina: «Candidatura di Fitto non ha scaldato i cuori» Il leader della Lega all'indomani del voto: «Commessi degli errori. Agli elettori dobbiamo offrire di più»
© 2001-2021 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.