pista ciclabile san cataldo
pista ciclabile san cataldo
Territorio

San Cataldo e la pista ciclabile a zig-zag. Galasso: «Intervento di traffic calming»

L'assessore ai Lavori pubblici dopo le polemiche: «Una scelta di progettazione per indurre biciclette e automobilisti a rallentare in corrispondenza del curvone»

Ha destato curiosità all'inizio e polemiche poi la conformazione della nuova pista ciclabile "leggera" realizzata sul lungomare di San Cataldo nell'ambito del programma "Bari open space" per favorire la mobilità sostenibile e l'utilizzo in sicurezza degli spazi aperti in città dopo l'emergenza Covid-19. La segnaletica orizzontale che traccia i contorni del percorso per bici e monopattini, infatti, non procede in maniera esattamente parallela al marciapiede, ma presenta in diversi punti un andamento a "S".

A spiegare il perché di questa apparente anomalia è Giuseppe Galasso, assessore ai Lavori pubblici del Comune di Bari: «Chi vede la planimetria dell'intervento comprende che il lungomare avrà il tratto centrale, quello più prospiciente al mare, che vedrà una riduzione di velocità pari a 10 km/h, mentre la restante parte sarà zona 30 km/h come tutto San Cataldo. Per indurre le autovetture a circolare a una velocità più contenuta si realizzano interventi di traffic calming, che sono dei flessi sia nella corsia di marcia delle bici sia nella corsia delle automobili. Questo intervento indurrà tanto le bici quanto i veicoli a motore ad avere una velocità più moderata; diversamente avremmo avuto un grandissimo curvone dove sia bici sia auto sarebbero stati indotti ad accelerare».

Galasso spiega ancora: «Questi due flessi, che sono interventi puntuali di traffic calming, saranno corredati da fioriere e altri elementi di arredo per rendere l'area più gradevole alla vista. Nella parte centrale ce ne sarà uno ulteriore, e nei tratti intermedi sarà comunque possibile parcheggiare a 45 gradi, come già si inizia a vedere dalla segnaletica che è stata tracciata in queste ore. C'è stato solo un problema di cantierizzazione, perché avrebbero dovuto inserire qualche birillo in più durante la fase esecutiva, ma a livello di progettazione l'intervento realmente servirà a indurre le automobili a moderare la velocità».

La realizzazione della pista ciclabile "light", con sola segnaletica orizzontale, rientra in un più ampio intervento di riprogettazione della zona di San Cataldo: «Il lungomare da essere a due corsie in entrambi i sensi di marcia, con la possibilità di parcheggiare sui due lati, diventa una strada monodirezionale, nel senso di marcia che procede dal Cus verso la Fiera, con la possibilità nella parte centrale di parcheggiare solo sul lato terra a 45 gradi - prosegue Galasso. Nelle due estremità, di fronte al Cus e di fronte ai ristoranti, conserviamo il parcheggio in linea sia a sinistra sia a destra. In questi due tratti la pista ciclabile è separata in entrambe le direzioni, mentre nella parte centrale è unica ed è contigua alla zona pedonale».
  • Giuseppe Galasso
  • pista ciclabile
  • Traffico
  • San Cataldo
Altri contenuti a tema
A Bari le riprese delle serie tv "Il medico della mala" e "Lolita Lobosco", le limitazioni al traffico A Bari le riprese delle serie tv "Il medico della mala" e "Lolita Lobosco", le limitazioni al traffico Nella nostra città tornano dietro la macchina da presa i registi italiani Cinthia Th Torrini e Luca Miniero
Viabilità alternativa al passaggio a livello di via Oberdan, il Comune di Bari ne parla con la Regione Viabilità alternativa al passaggio a livello di via Oberdan, il Comune di Bari ne parla con la Regione Nei giorni scorsi l'incontro fra gli assessori Galasso e Giannini per discutere del progetto presentato da Ferrovie Sud Est
Comune di Bari, ok al piano triennale delle opere pubbliche. Interventi da 476 milioni Comune di Bari, ok al piano triennale delle opere pubbliche. Interventi da 476 milioni C'è il sì del consiglio comunale. La maggior parte degli interventi concentrata nei prossimi due anni
Doppio senso di marcia a San Cataldo, il comitato di quartiere chiede ritorno alla vecchia viabilità Doppio senso di marcia a San Cataldo, il comitato di quartiere chiede ritorno alla vecchia viabilità Una seconda petizione è stata inviata al sindaco Decaro: «L'intervento ha creato solo traffico, pericolo e inquinamento acustico»
Carbonara, pronte la riapertura del corso e la pedonalizzazione di piazza Santa Maria del Fonte Carbonara, pronte la riapertura del corso e la pedonalizzazione di piazza Santa Maria del Fonte L'intervento rientra nel programma di "Bari open space". Prevista la realizzazione di 40 nuovi posti auto
Bari, approvato il progetto da 500mila euro per il giardino "Aia di Cristo" a Ceglie del Campo Bari, approvato il progetto da 500mila euro per il giardino "Aia di Cristo" a Ceglie del Campo C'è il sì della giunta comunale. La superficie interessata è di circa 2.800 metri quadri: pronti spazi per lo sport, per i giochi e per i cani
Il campo "Leo Dell'Acqua" di Carbonara si rifà il look, dal Comune di Bari 1 milione di euro Il campo "Leo Dell'Acqua" di Carbonara si rifà il look, dal Comune di Bari 1 milione di euro Approvato in giunta lo studio di fattibilità per la riqualificazione. Oltre al calcio spazio anche a cinema, teatro, bocce e ludoteca
Poggiofranco, iniziati i lavori per la rotatoria in via Che Guevara. Pronta in un mese Poggiofranco, iniziati i lavori per la rotatoria in via Che Guevara. Pronta in un mese L'opera sostituirà i new jersey temporanei in plastica, installati in un punto dove di frequente si verificano incidenti
© 2001-2020 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.