Una discarica
Una discarica
Territorio

Rifiuti provenienti dalla Calabria e smaltiti in Puglia? Mola dice no

Il sindaco ha inviato una lettera al presidente Emiliano per chiedere di escludere dallo smaltimento la discarica Martucci

Elezioni Regionali 2020
Dovrebbero essere smaltite in Puglia tra Conversano e il Salento, diverse tonnellate di rifiuti provenienti dalla Calabria. Il sindaco di Mola di Bari, Giuseppe Colonna ha inviato però ieri una lettera al governatore Michele Emiliano, indirizzata anche al presidente del Consiglio regionale, Mario Loizzo, all'assessore all'Ambiente, Giovanni Stea, al sindaco metropolitano di Bari, Antonio Decaro, al presidente Ager, Gianfranco Grandaliano e, per conoscenza, al sindaco di Polignano, Domenico Vitto e al commissario prefettizio di Conversano, Fabio Colapinto per chiedere di escludere l'impianto TMB (trattamento meccanico-biologico) di contrada Martucci tra i siti pronti ad accogliere i rifiuti provenienti dalla Calabria.

"Ho appreso in via informale attraverso alcuni mezzi di informazione nonché attraverso una diretta Facebook del Sindaco di Reggio Calabria, Giuseppe Falcomatà – scrive il sindaco Colonna – la notizia della disponibilità della Regione Puglia ad accogliere i rifiuti solidi urbani provenienti dalla Calabria per essere trattati nell'impianto di contrada Martucci nel territorio di Conversano a seguito di un provvedimento di Giunta regionale del 14 maggio scorso. Pur condividendo il principio di solidarietà manifestato dal governo pugliese – prosegue la lettera – desidero esprimere il mio forte dissenso sia sul mancato coinvolgimento delle amministrazioni dei territori interessati che sulla scelta di individuare l'impianto di TMB sito in contrada Martucci per tale evenienza".

"Sono note a tutti – sottolinea il sindaco di Mola – le innumerevoli problematiche riguardanti l'Area Vasta di contrada Martucci in cui sono stati accertati interramenti abusivi di rifiuti fuori dalle discariche ufficiali, allargamenti abusivi delle stesse discariche autorizzate, ed ultimo in ordine di tempo la mancata raccolta del percolato, nonché la mancata messa in sicurezza del lotto 3 nel processo post gestione, per fallimento della Ditta che lo conduceva, nonché del lotto 1: elementi tutti rinvenibili dall'accurata relazione dell'ARPA PUGLIA dello scorso 24 gennaio".

Colonna ricorda anche "il deliberato unanime del Consiglio comunale dei Comuni di Conversano e Mola di Bari nella seduta congiunta del 22 novembre 2019, in cui sono state rappresentate la ferma opposizione a ricomprendere Contrada Martucci nel Piano regionale di Gestione dei Rifiuti Puglia, nonché la sollecitazione alle istituzioni a realizzare tutte le opere di messa in sicurezza, monitoraggio e post gestione come indicate nella relazione ARPA del 23 ottobre 2019"

A questo si aggiunge "l'attività del Tavolo tecnico regionale, istituito con l'Ordine del giorno del Consiglio Regionale n. 179/2013, che ha trasmesso formalmente agli Enti interessati accurato piano di monitoraggio e caratterizzazione dell'Area Vasta ed è pronto ad avviare tali procedure in virtù delle risorse messe a disposizione proprio dalla Regione Puglia con la deliberazione di G.R. n. 1122 del 2018".

"La nostra richiesta – conclude e sottolinea il sindaco di Mola – è corroborata da elementi connotati da forte carattere oggettivo. Non consentiremo che ulteriori smaltimenti avvengano in un territorio già fortemente provato e a rischio ambientale".
  • Rifiuti
Altri contenuti a tema
"Chi inquina paga", dalla Regione Puglia 3 milioni per la tutela ambientale "Chi inquina paga", dalla Regione Puglia 3 milioni per la tutela ambientale Un provvedimento a beneficio delle province per la minore produzione di rifiuti e per accelerare le indagini sui responsabili
San Giorgio, beccato ad abbandonare rifiuti in strada: scatta la multa da 300 euro San Giorgio, beccato ad abbandonare rifiuti in strada: scatta la multa da 300 euro Incivile inchiodato dalle fototrappole. Petruzzelli: «Una delle tante sanzioni che la polizia locale sta elevando a questi "luridi"»
Svuotano cantinola e abbandonano i rifiuti in strada, denunciati Svuotano cantinola e abbandonano i rifiuti in strada, denunciati La polizia locale ha rintracciato chi aveva commissionato il lavoro grazie ai documenti gettati
Cellamare, scoperto dalle fototrappole a incendiare rifiuti tossici. Multato Cellamare, scoperto dalle fototrappole a incendiare rifiuti tossici. Multato Il sindaco Vurchio: «Stiamo lavorando anche sull'impiego di droni per attività di controllo e prevenzione territoriale»
Giornata Mondiale degli Oceani, in Puglia arriva "Spazzamare" Giornata Mondiale degli Oceani, in Puglia arriva "Spazzamare" Si tratta della più importante operazione di pulizia dei fondali mai realizzata in Italia, Egnazia (tra Monopoli e Savelletri) e Tricase i luoghi prescelti
Provincia di Bari, Ager: «Nessun rifiuto dalla Calabria smaltito nella discarica Martucci» Provincia di Bari, Ager: «Nessun rifiuto dalla Calabria smaltito nella discarica Martucci» Dopo il no dei sindaci nei giorni scorsi alla decisione presa dalla Regione arriva la decisione di Ager per: «Motivazioni di carattere tecnico»
Abbandono illecito di rifiuti, 4 denunce a Monopoli Abbandono illecito di rifiuti, 4 denunce a Monopoli Tre uomini ritenuti responsabili di accumulo di materiale che poi veniva sistematicamente incendiato
Bari, a Lama Balice sequestrata area di 8mila metri quadrati Bari, a Lama Balice sequestrata area di 8mila metri quadrati Sul terreno una barca, pezzi di asfalto, parti di auto, mattoni, cisterne in pvc
© 2001-2020 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.