Gli ex dipendenti in protestas
Gli ex dipendenti in protestas
Attualità

Protesta degli ex dipendenti Iperblu: «Ridateci il nostro lavoro»

Ieri mattina in sit-in all'interno del centro commerciale, ecco le richieste dei sindacati

«Ridateci il nostro lavoro». Poche e semplici parole quelle dei 58 ex dipendenti dell'ipermercato all'interno del centro commerciale Bariblu, alle porte di Bari, rimasti senza lavoro da quando l'attività è stata chiusa, e soprattutto senza un futuro in quanto al momento non è dato sapere se qualcuno subentrerà per riaprire i locali e se quel qualcuno sarà disposto a riassorbire la forza lavoro.

Ieri mattina, gli ormai ex dipendenti, hanno protestato all'interno del centro commerciale. Con loro bandiere dei sindacati e cartelli con scritto: "Pretendiamo rispetto, non disprezzo", "La professionalità ultradecennale va riconosciuta non gettata", "L'anzianità di lavoro non è una colpa, ma un diritto" e anche "A voi gli investimenti e a noi i licenziamenti".

La situazione è difficile, ma i sindacati non mollano e sono al fianco dei lavoratori: «Proseguiremo con la nostra protesta nei confronti di Blu Apulia, proprietaria del centro commerciale che rifiuta di garantire soluzione alla vertenza occupazionale - sottolinea Marco Dell'Anna di Uiltucs -. Iperblu deve restituire il ramo di azienda con il personale a Blu Apulia la quale deve obbligarsi a trasferire il medesimo personale all'operatore economico che subentrerà nelle superfici oggi sfitte. Non siamo disponibili ad ascoltare altre ipotesi».

«Proseguiremo il confronto in comitato Sepac, ma non fermeremo le iniziative di mobilitazione - conclude Dell'Anna -. Continuiamo a chiedere alla Regione Puglia un intervento regolatorio sui centri commerciali, le operazioni di ristrutturazione e rimodulazione delle superfici sono un fenomeno in espansione e non è ammissibile autorizzarle senza alcun vincolo o clausola sociale che tuteli l'occupazione. Basta con le speculazioni».
  • lavoro
Altri contenuti a tema
“Formazione e lavoro, binomio indissolubile”: lunedì a Barletta torna Hey Sud “Formazione e lavoro, binomio indissolubile”: lunedì a Barletta torna Hey Sud Imprenditori e istituzioni a confronto su occupazione e ruolo delle università
La redazione del Viva Network è alla ricerca di nuovi collaboratori La redazione del Viva Network è alla ricerca di nuovi collaboratori Un’occasione per raccontare il territorio con curiosità e passione
Il valore di un broker di assicurazioni: proteggere il tuo business dai rischi Il valore di un broker di assicurazioni: proteggere il tuo business dai rischi Un approfondimento a cura dello Studio Antonio Arbore Srl
Thun chiude due negozi a Bari, licenziamento per nove persone Thun chiude due negozi a Bari, licenziamento per nove persone Procedura effettuata a livello nazionale, 77 in totale i dipendenti coinvolti
100 operatori sanitari stabilizzati al Policlinico di Bari da dicembre 100 operatori sanitari stabilizzati al Policlinico di Bari da dicembre Completato il piano delle assunzioni autorizzate dalla Regione Puglia
Pensioni, cosa cambia nel 2024. Parola al Giovanni Assi, consulente del lavoro e delegato CONFAPI Puglia Pensioni, cosa cambia nel 2024. Parola al Giovanni Assi, consulente del lavoro e delegato CONFAPI Puglia Un'analisi tecnica delle principali novità introdotte
Tecsial cerca due tecnici esperti nella valutazione dei rischi per la sede di Molfetta Tecsial cerca due tecnici esperti nella valutazione dei rischi per la sede di Molfetta Tutti i requisiti e le competenze richiesti ai candidati
Vertenza Piazza Italia a Casamassima, Stea incontra Dilella: «Al lavoro per evitare drammi occupazionali» Vertenza Piazza Italia a Casamassima, Stea incontra Dilella: «Al lavoro per evitare drammi occupazionali» L'assessore regionale al Personale: «Scendiamo in campo al fianco dei lavoratori, pronti a ricercare insieme soluzioni»
© 2001-2024 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.