Il progetto
Il progetto
Territorio

Ponte ciclopedonale su Lama Balice, pronta la convenzione tra Comune di Bari e Regione

Collegamento tra Palese e Fesca San Girolamo, Decaro: «Ci prendiamo l'impegno di aprire il cantiere entro la primavera prossima, e faremo di tutto per rispettarlo»

Elezioni Regionali 2020
Un ponte ciclopedonale che colleghi i quartieri di Palese e Fesca-San Girolamo, un intervento strategico sia per ripristinare una condizione di sicurezza stradale e di ricucitura tra due parti della città sia per dare continuità allo sviluppo della ciclovia Adriatica, l'itinerario nazionale di Bicitalia recentemente riconosciuto come ciclovia turistica nazionale e, come tale, inserito nel sistema nazionale delle ciclovie turistiche. Di qui la progettazione, a cura del Comune di Bari di un ponte ciclopedonale su Lama Balice e di un itinerario ciclabile lungo strada del Baraccone, dell'importo complessivo di 1.122.000 euro, parte della quale sarà quindi finanziata dal Comune di Bari con Fondi PON METRO.

Un progetto importante per cui oggi la giunta comunale ha approvato lo schema di convenzione che dovrà essere siglata dal Comune di Bari e dalla Regione Puglia, con la quale si procederà alla concessione di una quota di cofinanziamento regionale, pari a 560.520,47 euro, per la realizzazione di un ponte ciclopedonale su Lama Balice e la messa in sicurezza dell'itinerario ciclabile lungo strada del Baraccone. Attualmente, infatti, non è possibile per i ciclisti muoversi su un percorso che unisca Fesca-San Girolamo a Palese e viceversa.

Secondo la convenzione, gli enti interessati si impegnano ad assumere rispettivi impegni rispetto alle procedure propedeutiche alla realizzazione dell'opera. Il Comune, pertanto, si impegna, nel rispetto delle tempistiche previste, a realizzare l'intervento in oggetto e ad adottare tutti gli atti di propria competenza, tra cui la progettazione come previsto dalle norme di riferimento per la categoria e la tipologia degli interventi da realizzare, ad espletare le procedure tecnico-amministrative e a formalizzare gli atti di affidamento degli incarichi e dei lavori. Il progetto presentato e approvato dal Comune propone una soluzione di viabilità ciclabile che si sviluppa in direzione nord-sud in sede promiscua, innestandosi lungo la linea di costa, e parallelamente verso l'interno, risolvendo in questo modo un annoso problema di continuità della rete viaria litoranea, con la conseguente connessione di parti di città vicine ma non collegate. La pista avrebbe come testata a sud l'attuale area adibita a parcheggio su lungomare IX Maggio, in cui è stato ipotizzato, secondo il Biciplan comunale, di creare un parcheggio di scambio per le due ruote, e si connetterebbe con la pista ciclabile lunga circa 1,7 km realizzata nell'ambito dei lavori del waterfront di San Girolamo e Fesca.

In particolare, il progetto si sviluppa da nord a sud coinvolgendo diversi tratti interpretati in maniera differente a livello progettuale, tenuto conto della sezione stradale e delle condizioni del contesto esistente e individuando interventi a partire da via Cola di Cagno, che sarà interessata da una rimodulazione del marciapiede su cui sorgerà una pista ciclabile promiscua, cui seguirà un tratto su via Nazionale, individuata come zona 30 in quanto caratterizzata da restringimenti e, pertanto, non adeguata ad ospitare una sede per la pista ciclabile. Un altro tratto riguarderà strada del Baraccone, su cui è previsto un allargamento del marciapiede per ospitare la sede della pista ciclabile promiscua, che proseguirà con un sentiero ciclabile, realizzato con materiali drenanti, fino ad arrivare al nuovo sovrappasso ciclopedonale su Lama Balice, da realizzarsi con tecnologie a secco e materiali removibili.

«Ogni tassello sembra andare al suo posto e dar forma a un disegno complessivo che tanto tempo fa, ormai, abbiamo immaginato con gli amanti della due ruote della nostra città - spiega il sindaco Decaro -. Nei prossimi giorni avvieremo la realizzazione dell'itinerario ciclabile a nord, sul lungomare Starita, fino a via Tripoli e, con il finanziamento concessoci dalla Regione Puglia, proseguiremo l'itinerario ciclopedonale collegando i quartieri di San Girolamo e Palese con un ponte ciclopedonale che si innesta su strada del Baraccone. Con questi fondi e avendo una totale copertura dell'intervento, possiamo così proseguire con la progettazione dell'intervento e calendarizzare entro la fine dell'anno la gara pubblica e l'affidamento dei lavori. Attraverso la convenzione approvata dalla giunta che firmeremo a breve, il Comune prende un impegno preciso che è quello di aprire il cantiere entro la primavera prossima, e faremo di tutto per rispettarlo».

«Non siamo in grado di fare miracoli - sottolinea il presidente del Consiglio Comunale, Michelangelo Cavone - ma l'impegno quotidiano, la programmazione, la visione dello sviluppo del territorio e la sensibilità rispetto ai temi della sicurezza a della mobilità, alla lunga, portano a raggiungere questi obiettivi straordinari. L'amministrazione comunale procederà ora secondo il seguente quadro temporale: entro cinque mesi, approvazione e trasmissione alla regione Puglia del progetto esecutivo; entro nove mesi, aggiudicazione definitiva dell'affidamento dei lavori; entro dodici mesi, trasmissione alla regione Puglia del contratto di appalto e del verbale di consegna dei lavori».
progetto itinerario ciclopedonale strada del baraccone planimetria stato di progetto
  • Lama Balice
  • pista ciclabile
  • biciclette
Altri contenuti a tema
Bari, si sfoglia la vernice sulla nuova pista ciclabile di corso Vittorio Emanuele Bari, si sfoglia la vernice sulla nuova pista ciclabile di corso Vittorio Emanuele L'azienda che ha realizzato l'intervento ripristinerà la colorazione: "Il materiale non aveva aderito bene all'asfalto"
San Cataldo e la pista ciclabile a zig-zag. Galasso: «Intervento di traffic calming» San Cataldo e la pista ciclabile a zig-zag. Galasso: «Intervento di traffic calming» L'assessore ai Lavori pubblici dopo le polemiche: «Una scelta di progettazione per indurre biciclette e automobilisti a rallentare in corrispondenza del curvone»
Bari, a Palese e Santo Spirito i soccorsi arrivano su due ruote Bari, a Palese e Santo Spirito i soccorsi arrivano su due ruote Presentato il progetto "SOS in bici", Brandi: «Obiettivo valorizzare l’identità di questi due borghi marinari promuovendo attività economiche, vivibilità e senso civico»
Bari, arriva anche a San Cataldo la pista ciclabile light Bari, arriva anche a San Cataldo la pista ciclabile light Operai al lavoro da questa mattina, Galasso: «Il quartiere presto diventerà un pezzo di città in cui trascorrere momenti di svago e benessere»
Bari, pista ciclabile in corso Vittorio Emanuele a rischio caduta? Bari, pista ciclabile in corso Vittorio Emanuele a rischio caduta? Ennesimo dislivello ripristinato solo oggi dopo che un ragazzo era caduto con il monopattino
Ripartono le attività nel parco di Lama Balice, servizio antincendio fino al 15 settembre Ripartono le attività nel parco di Lama Balice, servizio antincendio fino al 15 settembre Ieri il sopralluogo dell'assessore Petruzzelli a villa Framarino: «Volontari al lavoro per tutelare l'area verde urbana»
Bari "open space", attiva la pista ciclabile "leggera" su corso Vittorio Emanuele Bari "open space", attiva la pista ciclabile "leggera" su corso Vittorio Emanuele Nelle scorse ore sono stati completati i lavori di tracciamento della segnaletica orizzontale
Bari "open space", partiti i lavori per la pista ciclabile "light" in corso Vittorio Emanuele Bari "open space", partiti i lavori per la pista ciclabile "light" in corso Vittorio Emanuele Stanotte al via le operazioni che consentiranno di realizzare il percorso solo tracciando la segnaletica orizzontale
© 2001-2020 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.