Biopsia transpalpebrale
Biopsia transpalpebrale
Enti locali

Policlinico di Bari, radiologia mini-invasiva pediatrica per evitare interventi chirurgici

A eseguire le procedure il dottor Dell’Atti. I vantaggi sono riduzione dei rischi e diagnosi tempestiva per aggredire il tumore

Oltre cento procedure radiologiche interventistiche già eseguite su bambini in età pediatrica o neonatale. Al Policlinico di Bari la quasi totalità delle diagnosi oncologiche pediatriche è ottenuta con la metodica radiologica interventistica mini-invasiva. Rispetto alla biopsia chirurgica open "tradizionale" i vantaggi per i bambini sono la riduzione dei rischi: anestesiologici, di complicanze peri-chirurgiche (sanguinamenti, infezioni della breccia chirurgica, etc.) o di contaminazione neoplastica del sito chirurgico.

A eseguire le procedure sono i radiologi interventisti, in particolare il dottor Cristian Dell'Atti e Lucarelli, dell'unità operativa di Radiologia diretta dal prof. A. Stabile Ianora.

Mediante la tecnica dell'ago tranciante inserito sotto guida radiologica (ecografica, Rx o Tc) per via percutanea (tecnica "tru-cut") è possibile, nella maggioranza dei pazienti anche di piccola o piccolissima età, ottenere materiale sufficiente sia per la diagnostica istologica convenzionale, che per quella citogenetica, molecolare nonché per gli studi di "gene profiling" necessari per i programmi terapeutici di "precision medicine".

Questa procedura minimizzando i tempi di esecuzione, permette all'equipe dell'oncoematologia pediatrica, diretta dal dottor Nicola Santoro, di avere una diagnosi tempestiva e poter procedere alla cura immediata del tumore.

Sono state ad oggi eseguite procedure bioptiche in pazienti molto piccoli e su neoplasie site in sedi molto difficili da raggiungere con tecnica chirurgica open, in particolare il mediastino, il retroperitoneo, gli spazi paravertebrali e recentemente anche la cavità orbitaria.

La collaborazione fra gli oncologi pediatri ed i radiologi interventisti permette di velocizzare notevolmente l'ottenimento di una corretta diagnosi, contribuendo a migliorare significativamente le probabilità di guarigione dei piccoli pazienti oncologici del Policlinico di Bari.
  • Policlinico
Altri contenuti a tema
Neurochirurgia pediatrica, rimosso al Policlinico di Bari tumore al cervello di un ragazzo di 12 anni Neurochirurgia pediatrica, rimosso al Policlinico di Bari tumore al cervello di un ragazzo di 12 anni Intervento su paziente sveglio per monitorare le funzioni del linguaggio dove era localizzata la massa grande come una pallina da ping pong
Ustionato nello scoppio di una cisterna in Libia, ricoverato al Policlinico Ustionato nello scoppio di una cisterna in Libia, ricoverato al Policlinico L'ulmo ha 44 anni e presenta ustioni di II e III grado sul 75% del corpo
Policlinico di Bari, firmato l'accordo sindacale sui buoni pasto Policlinico di Bari, firmato l'accordo sindacale sui buoni pasto La Cisl: «Soddisfatti del risultato. Si tratta di un atto dovuto»
Senologia interventistica, record per il Policlinico di Bari con 426 interventi Senologia interventistica, record per il Policlinico di Bari con 426 interventi il coordinatore della Breast care unit, Marco Moschetta: “Un risultato che ci rende molto soddisfatti e che certifica il nostro impegno"
Policlinico di Bari, al via le quarte dosi per pazienti, operatori sanitari e utenti over60 Policlinico di Bari, al via le quarte dosi per pazienti, operatori sanitari e utenti over60 Oggi l'open day, già 4mila richiami ai soggetti fragili. Palese: «Sollecitiamo tutti ad effettuare la vaccinazione
Correzione della scoliosi, al Policlinico di Bari il primo intervento computer assistito Correzione della scoliosi, al Policlinico di Bari il primo intervento computer assistito La navigazione in 3D sulla colonna vertebrale garantisce massima precisione. Piazzolla: «Tecnologia al servizio della medicina»
Emergenza Ucraina, arrivano a Bari una paziente oncologica e due militari feriti Emergenza Ucraina, arrivano a Bari una paziente oncologica e due militari feriti La missione è stata condotta attraverso il meccanismo della Cross di Pistoia dalla dottoressa Anna Maria Natola
Virus immesso sotto la retina per recuperare la vista, innovativo intervento al Policlinico di Bari Virus immesso sotto la retina per recuperare la vista, innovativo intervento al Policlinico di Bari La paziente una bambina di 11 anni destinata a diventare cieca. L'equipe: «Terapia genica futuro della medicina»
© 2001-2022 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.