NAS
NAS
Cronaca

Piscina abusiva trovata in provincia di Bari, ordinata la chiusura dai Nas

A livello nazionale, i militari eseguito una campagna di controlli presso parchi acquatici e piscine destinate all’uso ricreativo e di divertimento

I carabinieri dei Nas, d'intesa con il ministero della Salute, hanno eseguito una campagna di controlli presso parchi acquatici e piscine destinate all'uso ricreativo e di divertimento. L'intensificazione dei controlli è stata pianificata al fine di verificare il rispetto dei livelli qualitativi e di sicurezza dei servizi offerti, anche in relazione al prevedibile aumento di accessi degli utenti connesso con il notevole flusso vacanziero e con le condizioni climatiche caratterizzate da intense temperature.

Le attività, condotte su tutto il territorio nazionale, hanno interessato tra luglio ed agosto l'ispezione di 288 strutture, rilevandone 83 irregolari (pari al 28% degli obiettivi ispezionati), che hanno portato alla contestazione di 108 sanzioni penali ed amministrative per oltre 40 mila euro. Sono stati inoltre disposti 10 provvedimenti di chiusura nei confronti di altrettanti impianti e aree ricreative acquatiche a causa di gravi criticità ritenute incompatibili con la prosecuzione dell'attività ludica e con la frequentazione degli utenti.

Tra questi, in 4 episodi nelle province di Messina, Viterbo e Latina, i controlli di Carabinieri dei NAS hanno accertato la inidoneità delle acque utilizzate negli impianti natatori e di divertimento, rilevando anche elevati contenuti di coliformi fecali e cariche batteriche, tali da rendere l'acqua pericolosa per la salute umana a causa di potenziale rischio di tossinfezioni.

Ulteriori provvedimenti di chiusura hanno interessato 3 piscine totalmente abusive nelle province di Napoli, Reggio Calabria e Bari, riconducibili a proprietà private o strutture ricettive, adibite arbitrariamente ad aree ricreative aperte al pubblico con ingresso a pagamento, nonché altre 3 strutture affette da rilevanti carenze strutturali ed autorizzative.

Le violazioni, inoltre, hanno riguardato situazioni di inosservanza alla normativa di sicurezza dei luoghi di lavoro e di prevenzione ai rischi di utilizzo delle strutture da parte degli utenti, incluse le misure di contenimento alla diffusione epidemica del COVID-19, come l'assenza di cartellonistica informativa per gli avventori e la mancanza delle periodiche pulizie e sanificazioni. Presso i punti ristoro interni alle strutture, sono stati sequestrati oltre 250 kg di alimenti, destinati alla somministrazione alla clientela, risultati scaduti di validità e privi di tracciabilità, nonché rilevate carenze igieniche e strutturali degli ambienti di preparazione dei pasti, spesso rimediati in spazi ristretti, privi dei minimi requisiti per garantire condizioni ottimali di funzionamento e di manutenzione.

I controlli dei Carabinieri NAS proseguiranno allo scopo di garantire la salute dei cittadini e la sicurezza del consumatore.
  • Carabinieri
Altri contenuti a tema
Rapinano un esercizio commerciale, arrestati un 22enne e un 45enne Rapinano un esercizio commerciale, arrestati un 22enne e un 45enne Succede a Monopoli, il fatto avvenuto in una piccola bottega sabato pomeriggio
Mola di Bari, camminava in stato di agitazione sui binari. Salvato dai carabinieri Mola di Bari, camminava in stato di agitazione sui binari. Salvato dai carabinieri I militari hanno iniziato a dialogare con l’uomo tentando di rincuorarlo e tranquillizzarlo
Stretta dei carabinieri sullo spaccio di droga, otto arresti a Bari da inizio settembre Stretta dei carabinieri sullo spaccio di droga, otto arresti a Bari da inizio settembre Sorpresi diversi soggetti intenti a consegnare cocaina e hashish a domicilio. Sequestrate dosi e denaro contante
Usura ed estorsioni a un imprenditore agricolo, cinque arresti tra Bari, Triggiano e Rutigliano Usura ed estorsioni a un imprenditore agricolo, cinque arresti tra Bari, Triggiano e Rutigliano La vittima è stata costretta a pagare ingenti tassi d'interesse, minacciato dall'appartenenza di uno dei sospettati al clan Parisi
Sparò a una vittima innocente nell'ospedale di Altamura, 29enne arrestato per tentato omicidio Sparò a una vittima innocente nell'ospedale di Altamura, 29enne arrestato per tentato omicidio I fatti risalgono al 2014, quando l'uomo esplose tre colpi di pistola all'indirizzo di un 55enne scambiandolo per un killer di mafia
Giornata al mare per i pazienti con disabilità, l'iniziativa di Asl Bari al lido del carabiniere Giornata al mare per i pazienti con disabilità, l'iniziativa di Asl Bari al lido del carabiniere Si tratta di persone, tra i 30 e i 70 anni, con patologie gravissime, sla e tetraparesi spastica
Poggiofranco, aggredisce carabiniere per sfuggire al controllo. Arrestato spacciatore 42enne Poggiofranco, aggredisce carabiniere per sfuggire al controllo. Arrestato spacciatore 42enne L'uomo è stato trovato in possesso di cocaina, hashish e denaro contante ritenuto provento dell'attività illecita
Controlli nelle strutture turistiche in provincia di Bari, migliaia di euro in multe per lavoro nero Controlli nelle strutture turistiche in provincia di Bari, migliaia di euro in multe per lavoro nero Anche tre minorenni impiegati illegalmente. Sequestrati anche prodotti ittici e caseari non conformi alle norme
© 2001-2022 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.