parco ospedale pediatrico giovanni xxiii
parco ospedale pediatrico giovanni xxiii
Attualità

Ospedale pediatrico di Bari, l'ombra del sottodimensionamento sul reparto di diabetologia

Le associazioni sollevano il caso. Il consigliere regionale Topputi: «I pazienti saranno tutelati e i servizi garantiti»

Un sospetto che, rapidamente, si sta trasformando in timore. Il futuro del reparto di diabetologia pediatrica dell'ospedale Giovanni XXIII di Bari appare adombrato dal rischio di un sottodimensionamento del personale medico, così come ha denunciato dall'Associazione Giovani con Diabete Bari – Bat – Ta APS ETS, rappresentata dall'avvocata Maria Raffaella Lacerenza.

Oggi la stessa associazione ha richiesto un'audizione in III Commissione Sanità della Regione Puglia. In quella sede Lacerenza ha evidenziato la necessità di ottenere dei punti fermi per la cura di questa patologia cronica di cui attualmente sono in cura presso il Pediatrico Giovanni XXIII di Bari 600 pazienti, che sono soggetti a tre interventi ambulatoriali annui che oggi vengono svolti solo da due medici.

Per conto del direttore generale Azienda Policlinico – Ospedale Pediatrico Giovanni XXIII Bari e del direttore sanitario Ospedale Pediatrico Giovanni XXIII Bari, assenti per impegni, è intervenuto il dirigente medico dell'U.O.C. Malattie Metaboliche Diabete Livio Melpignano, per rassicurare l'associazione non c'è nessun interesse a depauperare il servizio di diabetologia pediatrica e pu ammettendo che le risorse sono limitate, ha dato garanzie per i seicento piccoli pazienti, impegnandosi inoltre che eventuali problemi contingenti saranno risolti a breve.

A seguito della necessità emersa di approfondire la problematica in questione, l'assessore regionale alla sanità Rocco Palese, ha chiesto al presidente Vizzino di convocare urgentemente in Commissione la direzione strategica dell'Azienda Policlinico di Bari.

La questione è stata sollecitata alla commissione dal consigliere regionale Topputi (Con Emiliano), al quale Melpignano ha confermato che «I pazienti saranno tutelati e i servizi garantiti.

«Un messaggio tranquillizzante, almeno per il momento, emerso dall'audizione che ho richiesto, insieme ai rappresentanti dell'associazione Giovani con Diabete Bari – Bat e Taranto», ha detto Topputi.

Il consigliere regionale ricostruisce: «L'associazione, che affianca le famiglie di questi piccoli pazienti dalla diagnosi e per tutto il complesso percorso che esse devono affrontare, è infatti preoccupata per le sorti di questi piccoli pazienti e del reparto che se ne occupa, alla luce del palesato sottodimensionamento del personale medico sanitario, ansiosa di conoscere le sorti della diabetologia pediatrica al Giovanni XXIII, eccellenza e punto di riferimento in Puglia per i bambini affetti da questa patologia. L'associazione lamenta di non essere riuscita, nonostante i tanti e reiterati tentativi, ad interloquire con le direzioni sanitaria e generale del presidio e della Asl prima di oggi».

Topputi prosegue: «Alla audizione ha preso parte, fra gli altri, l'assessore regionale alla Sanità, Rocco Palese, che ringrazio per la disponibilità e l'interesse mostrati e per avere evidenziato che su certe questioni, così importanti, per essere ascoltati si debba arrivare in Consiglio regionale, annunciando la necessità di coinvolgere le direzioni generale e strategica. L'associazione, rappresentata fra gli altri dall'avvocato Rossana Lacerenza, ha evidenziato con i numeri la situazione del reparto, che ha in carico 600 pazienti che necessitano, in totale, di 1800 interventi ambulatoriali l'anno, di cui si occupano due soli medici. Ringrazio il presidente della III Commissione Sanità, Mauro Vizzino, per la disponibilità e la celerità con cui ha consentito di affrontare questa importante questione che riguarda la salute di centinaia di bambini».
  • Ospedale Giovanni XXIII
Altri contenuti a tema
Vino invece di acqua nel biberon, bimbo di 4 mesi in rianimazione al Giovanni XXIII Vino invece di acqua nel biberon, bimbo di 4 mesi in rianimazione al Giovanni XXIII Il piccolo è stato trasferito al pediatrico barese da Brindisi nella giornata di ieri, sull'accaduto indaga la Procura
«Scorporo dal Policlinico». La ricetta di Picaro per l'ospedale "Giovanni XXIII" «Scorporo dal Policlinico». La ricetta di Picaro per l'ospedale "Giovanni XXIII" Intervento del consigliere regionale su un tema sanitario assai sentito nel capoluogo
Bimbo palestinese con Sma di tipo 1 arriva al "Giovanni XXIII" di Bari Bimbo palestinese con Sma di tipo 1 arriva al "Giovanni XXIII" di Bari La Regione ha accolto la richiesta per consentirgli cure diventate impossibili nel suo paese a causa della guerra
Un robot per digitalizzare l’attività del laboratorio di screening neonatale del Giovanni XXIII di Bari Un robot per digitalizzare l’attività del laboratorio di screening neonatale del Giovanni XXIII di Bari È l’ultimo elemento in fase di programmazione del nuovo laboratorio di patologia clinica che da gennaio effettua lo screening super esteso per le malattie metaboliche su tutti i nati in Puglia
Piccoli pazienti e paura degli aghi, al Giovanni XXIII si sperimenta la realtà virtuale Piccoli pazienti e paura degli aghi, al Giovanni XXIII si sperimenta la realtà virtuale I bimbi potranno calmare alieni impazziti nel metaverso o combattere cellule nemiche
A Bari un murales grazie alla raccolta fondi "Babbo Natale in moto" A Bari un murales grazie alla raccolta fondi "Babbo Natale in moto" L'opera sarà scoperta domani nel reparto di oculistica pediatrica dell'ospedale Giovanni XXIII
Scorporo "Giovanni XXIII" dal Policlinico: continua il percorso Scorporo "Giovanni XXIII" dal Policlinico: continua il percorso Gemmato: «È un atto dovuto per rispondere alle istanze dei cittadini»
I calciatori del Bari portano doni ai piccoli pazienti del "Giovanni XXIII" I calciatori del Bari portano doni ai piccoli pazienti del "Giovanni XXIII" Sibilli, capitan Di Cesare e Pucino hanno portato doni
© 2001-2024 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.