tribunale
tribunale
Cronaca

Omicidio Lorusso, pena ridotta al boss Leonardo Campanale. Assolto l'altro imputato

Il capoclan di San Girolamo era stato condannato in primo grado all'ergastolo per la sparatoria avvenuta nel 2015

Passa dall'ergastolo alla reclusione per 30 anni la pena inflitta al 49enne pregiudicato barese Leonardo Campanale per l'omicidio di Nicola Lorusso, 58enne, avvenuto a San Girolamo l'11 gennaio 2015. La sentenza è stata emessa dalla Corte d'Appello di Bari, che ha assolto il 31enne Gianfranco Caputi, anche lui condannato in primo grado alla pena dell'ergastolo, per non aver commesso il fatto. Caputi, accusato di essere a bordo dell'auto insieme al killer, è stato immediatamente scarcerato.

Secondo quanto ricostruito dagli inquirenti, Leonardo Campanale (boss dell'omonimo clan di Bari-San Girolamo) avrebbe ucciso Nicola Lorusso, della famiglia mafiosa rivale, come vendetta la morte del padre, Felice Campanale, ucciso nell'agosto 2012 per ordine di Umberto Lorusso, figlio di Nicola.

Dopo una luna serie di sparatorie e tentati omicidi, nel gennaio 2015 arrivò la risposta a quel fatto di sangue, che portò all'uccisione di Nicola Lorusso mentre passeggiava, intorno alle 9:30 di domenica 11 gennaio, nei pressi della pineta di San Francesco, alla presenza di numerose donne e bambini. Per gli inquirenti della Dda si trattò di una vera e propria esecuzione, "firmata" con una corona di bossoli attorno al corpo della vittima.
  • Omicidio
  • tribunale di bari
Altri contenuti a tema
Tribunale di Bari nell'ex palazzo Telecom, la Camera penale scrive a Bonafede: «Struttura inadeguata» Tribunale di Bari nell'ex palazzo Telecom, la Camera penale scrive a Bonafede: «Struttura inadeguata» Gli avvocati non ci stanno e chiedono al confermato guardasigilli alcuni chiarimenti sul progetto della sede unica nelle ex casermette
Caso Punta Perotti, la Corte d'Appello di Bari dice no ai danni da demolizione Caso Punta Perotti, la Corte d'Appello di Bari dice no ai danni da demolizione Secondo il tribunale la famiglia Matarrese non avrebbe dovuto guadagnare perché quei terreni non erano edificabili
Fu condannato per terrorismo a Bari, la sua latitanza finisce in Germania Fu condannato per terrorismo a Bari, la sua latitanza finisce in Germania Il 26enne afghano Hakim Nasiri aveva tentato la fuga prima in Francia. Su di lui c'era un mandato di cattura internazionale
Polo della giustizia di Bari nelle casermette, c'è il sì della giunta. Il 30 luglio la firma a Roma Polo della giustizia di Bari nelle casermette, c'è il sì della giunta. Il 30 luglio la firma a Roma Nel dispositivo approvato si indica il direttore generale del Comune come componente del tavolo tecnico istituito dal Ministero della Giustizia
Bellomo risponde ai giudici di Bari: «Non ho maltrattato nessuno» Bellomo risponde ai giudici di Bari: «Non ho maltrattato nessuno» Domani i legali chiederanno al Tribunale del Riesame l'annullamento della misura cautelare
Omicidio Valente a Bisceglie, arrestato il boss Filippo Capriati Omicidio Valente a Bisceglie, arrestato il boss Filippo Capriati Il fatto venne consumato nell'agosto del 2017. Il capoclan barese avrebbe dato il proprio "benestare" al delitto
Polo della giustizia di Bari, il 30 luglio la firma del protocollo Polo della giustizia di Bari, il 30 luglio la firma del protocollo Decaro: "Finalmente possiamo affrontare il passo decisivo"
Arresto Bellomo, il Gip di Bari conferma gli arresti domiciliari Arresto Bellomo, il Gip di Bari conferma gli arresti domiciliari L'ex giudice è accusato di maltrattamenti ed estorsione
© 2001-2019 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.