Ospedale
Ospedale
Enti locali

Obeso muore perché non ha potuto fare una tac

Sul presunto caso di Malasanità, Perrini consigliere regionale scrive una interrogazione urgente ad Emiliano

"Luca non c'è più, era obeso e non poteva fare neppure una tac". La denuncia arriva direttamente da un consigliere regionale di Taranto Renato Perrini Direzione Italia/Noi con l'Italia dopo un presunto caso di malasanità. "In Puglia – si legge nella nota del consigliere - si muore anche perché si è troppo obesi per diagnosticare un tumore, perché nel Tarantino, ma forse nell'intera regione, non esistono macchinari diagnostici (TAC e Risonanza Magnetica) in grado di poter visitare un obeso. Non è un'affermazione generica Luca, un 40enne mio conoscente, non c'è più per quella che è possibile comunque definire un caso di malasanità".
L'obesità, ormai considerata una vera e propria malattia, cresce a un ritmo dell'8% all'anno e in Puglia, in modo particolare, interessa al 13% della popolazione. "Persone - prosegue la nota del consigliere - che vivono già una condizione di disagio e poca salute (diabete e problemi cardiaci, solitamente), ma che poi vengono penalizzati se devono diagnosticare qualcosa di più grave. Per questo ho presentato un'interrogazione urgente al presidente della Regione, Michele Emiliano, anche in qualità di assessore alla Sanità, perché venga fatto un monitoraggio su tutte le strutture sanitarie, non solo tarantine, per conoscere quante sono nelle condizioni di poter diagnosticare malattie gravi su soggetti obesi e quindi provvedere a installarle con urgenza in caso di mancanza".
  • Sanità
Altri contenuti a tema
Trapianto di rene incrociato al Policlinico, Emiliano: «Eccellenze della sanità pugliese» Trapianto di rene incrociato al Policlinico, Emiliano: «Eccellenze della sanità pugliese» L'operazione permetterà di allungare la vita di quattro persone ed è stata eseguita per la prima volta nella nostra regione dall'equipe del prof. Battaglia
Puglia al secondo posto per parti cesarei. La fotografia delle gravidanze nel Tacco d'Italia Puglia al secondo posto per parti cesarei. La fotografia delle gravidanze nel Tacco d'Italia Secondo il “Rapporto annuale sull’evento nascita” si diventa mamme sempre più tardi, intorno ai 33 anni
Sanità in Puglia, nasce l'azienda regionale dell'emergenza/urgenza. Le associazioni: «Politica ignora il volontariato» Sanità in Puglia, nasce l'azienda regionale dell'emergenza/urgenza. Le associazioni: «Politica ignora il volontariato» Dura nota delle associazioni che si occupano di primo soccorso: «Una riforma attuata senza che venissimo interpellati»
Uil Puglia denuncia: «A rischio 245 posti in sanità a Bari per il Decreto Dignità» Uil Puglia denuncia: «A rischio 245 posti in sanità a Bari per il Decreto Dignità» Sarebbero 700 in tutta la regione i lavoratori a termine che potrebbero non veder rinnovato il contratto
Nuovo ospedale del Sud-Est Barese, acquisite le aree a breve i lavori Nuovo ospedale del Sud-Est Barese, acquisite le aree a breve i lavori Firmati gli atti notarili con cui sono state definite le cifre di acquisizione, Vito Montanaro: Realizzazione di portata storica
Sanità, cresce la qualità dell'assistenza in Puglia. Emiliano: «Saliti di 14 punti» Sanità, cresce la qualità dell'assistenza in Puglia. Emiliano: «Saliti di 14 punti» Bene l'ospedale Di Venere di Bari: è quinto in Italia per tempestività degli interventi sulle fratture al femore. Tutti i dati
Corte dei Conti sulla Sanità pugliese, ancora un disavanzo di spesa Corte dei Conti sulla Sanità pugliese, ancora un disavanzo di spesa Borracino L.U. : "I pochi risparmi prodotti dalla chiusura degli ospedali vanificati dal boom della sanità privata"
Consiglio sui disservizi della sanità, Carrieri raccoglie testimonianze Consiglio sui disservizi della sanità, Carrieri raccoglie testimonianze Il consigliere in vista della seduta di oggi pomeriggio ha invitato i cittadini a fornire le loro esperienze, emerge un quadro desolante
© 2001-2018 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.