monopattini sharing
monopattini sharing
Vita di città

Bari, un mese di monopattini sharing. Galasso: «Diminuiti furti e decongestionati i bus»

L'assessore cittadino alla Mobilità: «Tratta più battuta quella che va dal centro verso i park and ride. Polizia locale al lavoro per punire irregolarità»

Va in archivio il primo mese di monopattini sharing a Bari. Fra luci e ombre, il servizio offerto da Helbiz e Bit (le due società che hanno vinto la prima trance di appalto del Comune di Bari) ha iniziato a entrare a pieno regime nella vita dei baresi. Superata una prima fase critica, caratterizzata da furti e danneggiamenti, ed esauritasi l'effetto curiosità per il nuovo "giocattolino" in città, i baresi hanno iniziato a guardare ai monopattini elettrici a noleggio come una reale alternativa alle automobili e agli autobus. «Il servizio è particolarmente utilizzato e gradito dai baresi - dice l'assessore alla Mobilità Giuseppe Galasso, facendo un bilancio iniziale. Con il tempo sono diminuite quelle pratiche illegali che avevano caratterizzato i primi giorni di sharing; la situazione è sostanzialmente rientrata, anche se continuano a esserci usi scorretti, soprattutto quello del viaggio in due sullo stesso monopattino. La polizia locale sta conducendo un'azione quotidiana per elevare sanzioni contro queste pratiche scorrette; in linea di massima, sembra essere stato significativamente ridotto il problema dei furti».

Qualche beneficio sulla circolazione in città si inizia a intravvedere: «I monopattini ci permettono di alleggerire il traffico tipico delle autovetture - sottolinea Galasso. La cosa più importante è che i monopattini ci hanno permesso di decongestionare la presenza di passeggeri sui bus urbani. Una delle tratte maggiormente "battute" per il noleggio dei monopattini è quella che va dal centro cittadino verso i park and ride e viceversa, a dimostrazione di come lo sharing dei monopattini sia stato realmente utile per favorire il rispetto del distanziamento in epoca Covid».

Furono due i monopattini rubati nel primissimo giorno dopo l'avvio del servizio, ma per entrambi i ladri la corsa fu assai breve: «I dispositivi sono dotati di satellitare - ricorda Galasso. Grazie al Gps sono stati recuperati tutti i monopattini che erano stati oggetto di furto, a dimostrazione che non c'è scampo per chi volesse appropriarsi di un bene che appartiene alla comunità».

Anche i monopattini sono soggetti a multe e sanzioni, se non rispettano le regole previste dal codice della strada: «Non si può circolare di notte senza lucina, non si possono trasportare oggetti a bordo e, ovviamente, non si può andare in due. La circolazione è consentita a persone che abbiano più di 14 anni, e per chi non ha ancora 18 anni è obbligatorio indossare il caschetto protettivo. Si circola a 6 km/h all'interno delle aree pedonali; i due operatori attivi con lo sharing hanno tarato automaticamente i veicoli, che percepiscono attraverso satellitare l'attraversamento di aree pedonali e riducono la velocità. Per i monopattini privati la riduzione di velocità deve essere operata manualmente dal conducente, anche per non incorrere in sanzioni. Pian piano impareremo tutti a familiarizzare con questi dispositivi», conclude Galasso.
  • Mobilità sostenibile
  • Giuseppe Galasso
Altri contenuti a tema
Viabilità alternativa al passaggio a livello di via Oberdan, il Comune di Bari ne parla con la Regione Viabilità alternativa al passaggio a livello di via Oberdan, il Comune di Bari ne parla con la Regione Nei giorni scorsi l'incontro fra gli assessori Galasso e Giannini per discutere del progetto presentato da Ferrovie Sud Est
Comune di Bari, ok al piano triennale delle opere pubbliche. Interventi da 476 milioni Comune di Bari, ok al piano triennale delle opere pubbliche. Interventi da 476 milioni C'è il sì del consiglio comunale. La maggior parte degli interventi concentrata nei prossimi due anni
Carbonara, pronte la riapertura del corso e la pedonalizzazione di piazza Santa Maria del Fonte Carbonara, pronte la riapertura del corso e la pedonalizzazione di piazza Santa Maria del Fonte L'intervento rientra nel programma di "Bari open space". Prevista la realizzazione di 40 nuovi posti auto
Bari, approvato il progetto da 500mila euro per il giardino "Aia di Cristo" a Ceglie del Campo Bari, approvato il progetto da 500mila euro per il giardino "Aia di Cristo" a Ceglie del Campo C'è il sì della giunta comunale. La superficie interessata è di circa 2.800 metri quadri: pronti spazi per lo sport, per i giochi e per i cani
Il campo "Leo Dell'Acqua" di Carbonara si rifà il look, dal Comune di Bari 1 milione di euro Il campo "Leo Dell'Acqua" di Carbonara si rifà il look, dal Comune di Bari 1 milione di euro Approvato in giunta lo studio di fattibilità per la riqualificazione. Oltre al calcio spazio anche a cinema, teatro, bocce e ludoteca
Poggiofranco, iniziati i lavori per la rotatoria in via Che Guevara. Pronta in un mese Poggiofranco, iniziati i lavori per la rotatoria in via Che Guevara. Pronta in un mese L'opera sostituirà i new jersey temporanei in plastica, installati in un punto dove di frequente si verificano incidenti
Potenziamento reti fognarie a Bari, in arrivo quattro appalti da 10 milioni Potenziamento reti fognarie a Bari, in arrivo quattro appalti da 10 milioni Gli interventi sono finalizzati ad alleggerire gli impianti di depurazione. Gare espletate la prossima settimana
Manutenzione delle strade nei cinque municipi, dal Comune di Bari arrivano 3,5 milioni Manutenzione delle strade nei cinque municipi, dal Comune di Bari arrivano 3,5 milioni Approvato il provvedimento in giunta sblocca risorse per interventi ordinari e di emergenza
© 2001-2020 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.