La conferenza stampa di stamattina
La conferenza stampa di stamattina
Territorio

La plastica soffoca il litorale pugliese

Al via Spiagge e fondali puliti, la campagna di Legambiente

Elezioni Regionali 2020
Come se la passano le spiagge pugliesi? Legambiente Puglia ha monitorato 6 spiagge: Parco Cimino a Taranto, spiagge Marchese, Mirante, D'Ayala, e Piri Piri a Maruggio, spiaggia sulla litoranea Pietro Mennea a Barletta, per un totale di 54.400 metri quadri. Su queste spiagge sono stati ritrovati una media di 516 rifiuti ogni 100 metri lineari per un totale di 3093 rifiuti. Dato confermato anche nelle 10 aree costiere monitorate da Arpa Puglia.
La plastica resta il materiale più presente con il 92% degli oggetti rinvenuti, carta e cartone, vetro e ceramica e metallo costituiscono meno del 6% dei rifiuti trovati. Nella top ten dei rifiuti, tappi e bottiglie di plastica, stoviglie e bicchieri monouso, cotton fioc e reti per la coltivazione dei mitili sono gli oggetti più presenti sulle spiagge pugliesi.

Come previsto dalla Direttiva Europea sulla Marine Strategy, l'Arpa Puglia ha condotto in questi anni, a partire dal 2013/2014, un monitoraggio sia sulla distribuzione dei rifiuti spiaggiati che sulle microplastiche in mare, in 10 aree costiere pugliesi, di cui 6 situate sul Mar Adriatico, e 4 sul Mar Ionio. Sul fronte dei rifiuti spiaggiati, i risultati illustrano una situazione comparabile tra i due versanti, adriatico e ionico, con un numero medio di rifiuti, per ogni 100 metri di spiaggia controllata, pari a circa 500 oggetti. Anche tra i rifiuti censiti da Arpa Puglia, prevalgono i materiali plastici, tra cui tappi e coperchi, calze per la mitilicoltura, bottiglie e contenitori. Ancora Sul fronte delle microplastiche in mare, i risultati del monitoraggio di Arpa Puglia illustrano una situazione differenziata sia tra i due mari pugliesi sia tra le distanze alle quali sono stati realizzati i campionamenti. In sintesi, se sino alle distanze dei 3 km dalla costa le densità delle microplastiche sono comparabili tra i due mari, nell'Adriatico pugliese la densità media cresce notevolmente a 10 km dalla costa, per aumentare ancora a 20 km dalla costa. Nella zona a nord del Gargano, in particolare a Foce Capojale, si registrano elevate densità di microplastiche.
  • Legambiente
  • Rifiuti
  • spiaggia
Altri contenuti a tema
In Puglia le coste sono sotto attacco, ecco il dossier Mare Monstrum 2020 In Puglia le coste sono sotto attacco, ecco il dossier Mare Monstrum 2020 La nostra regione ai primi posti nelle classifiche stilate da Legambiente relative a cemento illegale, cattiva depurazione e pesca di frodo
"Chi inquina paga", dalla Regione Puglia 3 milioni per la tutela ambientale "Chi inquina paga", dalla Regione Puglia 3 milioni per la tutela ambientale Un provvedimento a beneficio delle province per la minore produzione di rifiuti e per accelerare le indagini sui responsabili
Bari, i bagnini presidiano le spiagge libere Bari, i bagnini presidiano le spiagge libere Il servizio è attivo da qualche giorno, 5 le torrette a San Girolamo e 2 a Pane e Pomodoro
San Giorgio, beccato ad abbandonare rifiuti in strada: scatta la multa da 300 euro San Giorgio, beccato ad abbandonare rifiuti in strada: scatta la multa da 300 euro Incivile inchiodato dalle fototrappole. Petruzzelli: «Una delle tante sanzioni che la polizia locale sta elevando a questi "luridi"»
Svuotano cantinola e abbandonano i rifiuti in strada, denunciati Svuotano cantinola e abbandonano i rifiuti in strada, denunciati La polizia locale ha rintracciato chi aveva commissionato il lavoro grazie ai documenti gettati
Cellamare, scoperto dalle fototrappole a incendiare rifiuti tossici. Multato Cellamare, scoperto dalle fototrappole a incendiare rifiuti tossici. Multato Il sindaco Vurchio: «Stiamo lavorando anche sull'impiego di droni per attività di controllo e prevenzione territoriale»
Giornata Mondiale degli Oceani, in Puglia arriva "Spazzamare" Giornata Mondiale degli Oceani, in Puglia arriva "Spazzamare" Si tratta della più importante operazione di pulizia dei fondali mai realizzata in Italia, Egnazia (tra Monopoli e Savelletri) e Tricase i luoghi prescelti
Provincia di Bari, Ager: «Nessun rifiuto dalla Calabria smaltito nella discarica Martucci» Provincia di Bari, Ager: «Nessun rifiuto dalla Calabria smaltito nella discarica Martucci» Dopo il no dei sindaci nei giorni scorsi alla decisione presa dalla Regione arriva la decisione di Ager per: «Motivazioni di carattere tecnico»
© 2001-2020 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.