Palazzo della Città Metropolitana di Bari
Palazzo della Città Metropolitana di Bari
Attualità

Giornata delle malattie rare, la torre della Città metropolitana si illumina di fucsia, verde, celeste e viola

Si colorano anche il palazzo del Municipio a Conversano e Altamura, il Cisternone a Modugno, palazzo Roberti a Mola

Monumenti e luoghi simbolo illuminati per puntare i riflettori sulle malattie rare. Su iniziativa della ASL di Bari, a partire da oggi, le amministrazioni comunali hanno organizzato l'illuminazione del punto più rappresentativo del Comune sede del Distretto Socio Sanitario, per attrarre l'attenzione dell'opinione pubblica sulle problematiche sociali e cliniche di chi è affetto da una malattia rara e di chi gli è accanto.

In occasione della XV Giornata mondiale delle Malattie rare che si celebra lunedì 28 febbraio, da stasera a lunedì, a Bari la torre della Città metropolitana sul lungomare Nazario Sauro splenderà con i colori fucsia, verde e celeste. A Conversano il palazzo de Municipio sarà illuminato di rosa e fucsia, e anche ad Altamura sarà la sede del Municipio ad essere illuminata. A Mola di Bari Palazzo Roberti si colorerà di rosa così come il Cisternone in piazza Garibaldi a Modugno. Inoltre in tutti i distretti saranno affissi due poster con i riferimenti (contatti telefonici e indirizzi) dei diversi punti territoriali, con l'intento di sensibilizzare sulle malattie rare e di informare in merito all'organizzazione della rete della ASL.

"La ASL, tramite il suo centro territoriale di riferimento, segue circa 8mila pazienti affetti da malattia rara – spiega il direttore generale Antonio Sanguedolce – e in ogni distretto è presente un referente che assicura il front office con gli assistiti e con la rete di assistenza distrettuale. Il Centro Territoriale Malattie Rare - istituito il 15 maggio 2019 e coordinato dalla dottoressa Alessandra Ancona- è attivo su molteplici fronti – prosegue dg - oltre ad offrire informazioni, orientare e facilitare l'accesso ai servizi delle persone affette da malattie rare, delle famiglie, caregiver, associazioni e altre istituzioni, il centro è osservatorio privilegiato attraverso il censimento di pazienti, in attesa di definizione diagnostica e assicura il collegamento tra i diversi anelli della rete sociosanitaria e assistenziale, ovvero tra i Presidi della Rete Nazionale delle Malattie Rare(PRN), i Presidi Ospedalieri, i Dipartimenti, i Distretti Socio Sanitari, i MMG, i PLS ed i Consultori, sviluppando la operatività in una logica di rete". Fondamentale anche il contributo della figura dell'assistente sociale che assicura il collegamento con i servizi e le prestazioni sociosanitarie presenti sul territorio.

"È importante – argomenta la dottoressa Ancona - ribaltare il paradigma secondo cui essere rari significa essere emarginati, trascurati, soli e difendere il valore di ogni vita attraverso una ricerca finalizzata alla cura e al miglioramento della qualità e delle prospettive di vita per le persone che vivono alle prese con una malattia rara. È fondamentale avere chiaro che la malattia rara non riguarda solo chi ne è affetto, ma coinvolge anche la sua famiglia in termini psicologici e sociali".

Il centro territoriale della ASL ha svolto un'intensa attività di supporto alla campagna vaccinale dei pazienti affetti da MR organizzando giornate dedicate sia ai pazienti seguiti dai Nodi della Rete Regionale, sia ai pazienti seguiti fuori Regione, ma anche ai loro familiari e caregiver, riuscendo a raggiungere la copertura vaccinale di circa l'88% della popolazione in età vaccinabile.

Su una platea di 7.500 persone vaccinabili, hanno ricevuto la prima dose 6.583 soggetti, oltre l'85%, seconda dose 6.357 e la terza 5.071. Nella fascia di età dai 5 agli 11 anni in 365 hanno ricevuto la prima dose, 278 la seconda. I numeri delle prime, seconde e terze dosi variano a seconda dei decessi e delle infezioni che si sono verificate tra i malati rari.

  • Asl Bari
  • Città Metropolitana di Bari
Altri contenuti a tema
“La vita senza violenza è possibile ed è bellissima”, la testimonianza di una vittima in Asl Bari “La vita senza violenza è possibile ed è bellissima”, la testimonianza di una vittima in Asl Bari Sono state 173 le chiamate registrate dalla città di Bari per violenze domestiche al numero 1522 nel primo trimestre del 2022
Violenza sulle donne, Asl Bari aderisce all'(H)-Open Week di Fondazione Onda Violenza sulle donne, Asl Bari aderisce all'(H)-Open Week di Fondazione Onda Una serie di eventi nei diversi distretti previsti la prossima settimana, ecco dove e quali sono
Asl Bari, aumenti di stipendio e arretrati in busta paga di novembre Asl Bari, aumenti di stipendio e arretrati in busta paga di novembre Recepito in tempi record il nuovo Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro relativo al Comparto Sanità
Ospedale Monopoli-Fasano, realizzati le prime aree di degenza e gli ambienti del Pronto soccorso Ospedale Monopoli-Fasano, realizzati le prime aree di degenza e gli ambienti del Pronto soccorso Nella giornata di ieri il sopralluogo congiunto di direzione generale della ASL Bari, tecnici e impresa
Microscopio operatorio 3D, la tecnologia all'avanguardia per l'oculistica a Putignano Microscopio operatorio 3D, la tecnologia all'avanguardia per l'oculistica a Putignano Dal 2 novembre scorso l’équipe diretta dal dottor Colonna ha ripreso ad eseguire gli interventi di trapianto di cornea per varie patologie
Asl Bari, la ex centrale del latte diventerà una casa di comunità Asl Bari, la ex centrale del latte diventerà una casa di comunità Sarà sede di una delle cinque strutture contenute nel PPnrr. Investimento da 10 milioni
Asl Bari, a Putignano il decimo centro provinciale per lo screening mammografico Asl Bari, a Putignano il decimo centro provinciale per lo screening mammografico Sanguedolce: «Puntiamo a raggiungere entro fine anno il 100 per cento delle donne dai 50 ai 69 anni»
Dai vaccini ai pronto soccorso, i 3mila medici Asl Bari premiati dall'Ordine Dai vaccini ai pronto soccorso, i 3mila medici Asl Bari premiati dall'Ordine Sanguedolce: «Grazie al nostro piccolo “esercito”, professionisti che hanno fatto argine contro l’emergenza»
© 2001-2022 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.