Università di Bari
Università di Bari
Scuola e Lavoro

Fuggiti dal Pakistan per le persecuzioni religiose, si laureano all'Università di Bari

I primi due studenti, coniugi con vent'anni di insegnamento, hanno conseguito il titolo di studio al dipartimento For.Psi.Com

Si sono laureati nel pomeriggio di ieri, martedì 6 ottobre 2020, i primi due studenti rifugiati di Forpsicom, il dipartimento di Scienze della formazione, Psicologia e Comunicazione dell'Università degli studi di Bari Aldo Moro.

Un successo che racconta la storia molto travagliata di due coniugi, entrambi insegnanti con oltre vent'anni di esperienza alle spalle, ma che parla anche di tenacia, resilienza e fiducia nel mondo dell'istruzione.

Fuggiti dal Pakistan, vittime di persecuzioni religiose, i due coniugi sono arrivati in Italia con tutta la famiglia. Hanno mandato a scuola i tre figli e al contempo hanno deciso di tornare a loro volta sui banchi universitari, nonostante le difficoltà linguistiche e le inderogabili esigenze economiche di mandare avanti una famiglia, per poter tornare a spendere le loro consolidate professionalità nel mondo della scuola (nel loro Paese erano docenti in scuola superiore), visto che le precedenti lauree in Inglese lei e in Chimica e biologia lui, non potevano essere riconosciute in Italia.

Utenti del C.A.P., il Centro di Apprendimento Permanente di Uniba, i due coniugi hanno ottenuto prima il riconoscimento di crediti formativi pregressi, avendo comunque conseguito entrambi un titolo di studio accademico nel proprio Paese, poi sono risultati vincitori di borse di studio CRUI-Ministero dell'Interno-Andisu, che garantiscono ai titolari di protezione internazionale il diritto allo studio a fronte del superamento di crediti formativi annuali. Si sono immatricolati a Bari in Scienze dell'Educazione e Formazione, dove hanno dato i primi esami ma poi, per esigenze lavorative, si sono dovuti trasferire nel Nordest dove hanno continuato a seguire i corsi a distanza, anche in concomitanza con i lockdown imposti dalla pandemia.

«Sono molto orgogliosa dei risultati di Noreen e Barkat perché dimostrano l'importanza di non perdere mai la fiducia. Hanno creduto sempre nel sogno di laurearsi in Italia, di portare a termine un impegno, di soddisfare un desiderio, di concretizzare la speranza di poter esibire un titolo di studio accademico nonostante i traumi, l'età adulta, le difficoltà aggiuntive legate alla famiglia e al lavoro». A dirlo è Fausta Scardigno, presidente del C.A.P. e responsabile per Uniba della Linea di azione relativa alle attività a favore dei rifugiati.

A collegarsi online, durante la seduta di laurea anche il Magnifico Rettore Stefano Bronzini che lo scorso novembre aveva consegnato la prima pergamena al primo studente-rifugiato arrivato al traguardo universitario di Uniba.
  • Università
  • uniba
Altri contenuti a tema
Covid, gli animali domestici si infettano ma non contagiano. La ricerca dell'Università di Bari Covid, gli animali domestici si infettano ma non contagiano. La ricerca dell'Università di Bari Lo studio, condotto dall'equipe del professor Nicola Decaro, è stato pubblicato sulla rivista scientifica Nature
Emergenza Coronavirus, l'università di Bari proroga la DaD fino al 31 gennaio Emergenza Coronavirus, l'università di Bari proroga la DaD fino al 31 gennaio Restano esclusi dalle videolezioni solo gli studenti del primo anno
«No a giudici donne, in quanto tali non sono imparziali», bufera su Donato Mitola e Uniba lo sospende «No a giudici donne, in quanto tali non sono imparziali», bufera su Donato Mitola e Uniba lo sospende Il rettore Bronzini: «L'Università sarà sempre attenta e vigile sui temi dell'uguaglianza e condannerà sempre qualsiasi atto di discriminazione»
Policlinico di Bari, il padiglione Chini non chiude. Manutenzione rete idrica piano per piano Policlinico di Bari, il padiglione Chini non chiude. Manutenzione rete idrica piano per piano Soluzione condivisa con l'Università per ridurre i disagi alle attività sanitarie dopo l'accertata presenza di legionella
Università di Bari, per emergenza Covid in presenza solo le matricole Università di Bari, per emergenza Covid in presenza solo le matricole Dal secondo anno le lezioni di svolgono in streaming. Salvi, per ora, anche i tirocini e gli esami di laurea
Università di Bari, riapre il laboratorio di chimica dopo la ristrutturazione Università di Bari, riapre il laboratorio di chimica dopo la ristrutturazione Bronzini: "In un momento di crisi del Paese il nostro ateneo ha investito in modernizzazione e potenziamento"
Università di Bari, parte domani il punto di ascolto antiviolenza all'ex PalaPoste Università di Bari, parte domani il punto di ascolto antiviolenza all'ex PalaPoste L'iniziativa, in collaborazione fra ateneo e assessorato comunale al Welfare, sarà gestita dalla cooperativa Comunità San Francesco
Bari, università in lutto. Scompare a 75 anni Tommaso Germano Bari, università in lutto. Scompare a 75 anni Tommaso Germano Docente di Diritto del Lavoro e di Diritto della Previdenza sociale era anche un grandissimo tifoso della squadra di calcio casalinga
© 2001-2020 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.