fuochi d'artificio al libertà
fuochi d'artificio al libertà
Vita di città

Festa "mafiosa" in strada a Bari, denuncia in Questura del sindaco

Decaro: «Il 2 febbario 2020, su un isolato di via Nicolai, ci sarà la nostra città, non la festa di un clan»

Il sindaco di Bari contro i clan. Si potrebbe riassumere così quanto dichiarato via social in serata da Antonio Decaro, e non sarebbe la prima volta che il primo cittadino sfida le famiglie mafiose della città. Negli ultimi tempi, troppe le denunce di fuochi d'artificio in diverse zone della città, spesso simbolo proprio del tracciare il territorio da parte dei clan. E domenica 2 febbraio al Libertà, in via Nicolai, da qualche anno va in scena quella che Decaro chiama: «una nuova "festa"».

«Ogni anno, il 2 febbraio, una famiglia vicina ad uno dei clan mafiosi della città, mette in scena una sorta di festeggiamento in onore del capostipite - sottolinea - appropriandosi di un pezzo di città, con precisione di un isolato di via Nicolai, organizzando una parata con tanto di istallazione di luminarie, il passaggio di una banda, lo sparo di fuochi d'artificio e altre attività che lascerebbero pensare ad una vera e propria festa di paese. Peccato si tratti di un rito totalmente illegale, che richiama le pratiche e la cultura mafiosa, che tutti i cittadini per bene della nostra città non possono accettare né tollerare».

«Per questo mi sto recando in Questura - dichiara il sindaco - per presentare formale denuncia della cosa e farò in modo che in quella strada, domenica a vincere sia lo Stato, la città di Bari e tutti i cittadini per bene. Poi non importa se troveranno un modo per sparare qualche fuoco pirotecnico in qualche isolato lì vicino, per provare ad affermare la loro presenza, il 2 febbario 2020, su quell'isolato di via Nicolai ci sarà la città di Bari, non la festa di un clan».
  • Quartiere Libertà
  • mafia
Altri contenuti a tema
Libertà, in scooter non si ferma all'alt della polizia. Denunciata 42enne pregiudicata Libertà, in scooter non si ferma all'alt della polizia. Denunciata 42enne pregiudicata Alla donna è stata contestata anche la violazione del decreto Coronavirus emanato dal governo
Bari, scoperto con la droga nel quartiere Libertà. Arrestato 22enne Bari, scoperto con la droga nel quartiere Libertà. Arrestato 22enne Il giovane, di origine gambiana, è stato anche denunciato per violazione del decreto Coronavirus
Bari non dimentica Giuseppe Mizzi, vittima innocente di mafia Bari non dimentica Giuseppe Mizzi, vittima innocente di mafia Il sindaco, data l'impossibilità di una cerimonia commemorativa causa COVID-19, lo ricorda su Facebook
Piazza Disfida di Barletta a Bari, Galasso: «A breve sarà una realtà» Piazza Disfida di Barletta a Bari, Galasso: «A breve sarà una realtà» Dopo lo stop ai lavori per problemi con i sottoservizi, per Pasqua si dovrebbe giungere al termine
Vendeva sigarette di contrabbando, maxi multa per una casalinga 32enne del Libertà Vendeva sigarette di contrabbando, maxi multa per una casalinga 32enne del Libertà Alla donna sono stati sequestrate 21 stecche di tabacchi illegali, elevata sanzione da 7mila euro
Furti, rapine e tentato omicidio: arrestato un 25enne al Libertà Furti, rapine e tentato omicidio: arrestato un 25enne al Libertà La pena di sei anni e 5 mesi è la somma dei reati commessi dal giovane. Il fatto di sangue risale al maggio 2016
Fuochi pronti ad essere esplosi in via Nicolai, scatta il sequestro Fuochi pronti ad essere esplosi in via Nicolai, scatta il sequestro Nonostante la denuncia del sindaco e la rimozione delle luminarie ci si preparava alla festa
Libertà, una raccolta alimentare per le famiglie in difficoltà Libertà, una raccolta alimentare per le famiglie in difficoltà Bottalico: «Importante assistere a iniziative solidali così generose»
© 2001-2020 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.