La firma
La firma
Scuola e Lavoro

Ex Om, dopo sedici mesi si sblocca la cassa integrazione

La curatela finalmente sigla il verbale, si procede dal dicembre 2017 per tutti gli operai

Firmato oggi in Regione Puglia il verbale di accordo per la cassa integrazione in deroga degli operai ex Om. Presenti l'avvocato Giovetti, della curatela fallimentare, e la consulente De Febe dello studio Pedersoli, oltre ai sindacati Uilm, Fim Cisl, Fiom Cgil e Ugl, la task force regionale al completo, il sindaco di Bari Decaro e quello di Modugno, Magrone, due funzionari dell'Inps e l'azienda Selektica.

«Ci siamo presi dieci giorni di tempo - dichiara Riccardo Falcetta di Uilm Bari - perché l'unico pezzo che manca è il preliminare di locazione che Magrone ha preso l'impegno di avere entro questi termini. Subito dopo inizia l'impegno che ci siamo presi come organizzazioni sindacali, in accordo con la curatela e lo studio Pedersoli, ovvero la raccolta di tutto quello che serve dal punto di vista tecnico. Se tutto va bene entro massimo un paio di mesi i dipendenti vedranno la liquidazione di quanto gli spetta. La cassa integrazione in deroga è stata avanzata per tutti i 189 lavoratori in forza alla Tua Industries a dicembre 2017, per cui tutti coloro che per diversi motivi hanno dato le dimissioni nel 2018 o nel 2019 avranno i mesi che gli spettano in proporzione».

«La cosa importante è che la curatela ha firmato perché ci sono i presupposti, ci sono degli articoli di legge come abbiamo sempre sostenuto - sottolinea - inoltre fondamentale che il preliminare per la locazione del capannone è stato già condiviso e venerdì verrà portato in consiglio comunale per l'approvazione».

«I dipendenti da 189 del 22 dicembre 2017 sono rimasti in 150/151 in forza oggi al fallimento - conclude - Selektica ha sottoscritto un accordo per la riassunzione di 128 dipendenti, fuori ne rimangono pochi, tra due anni potrebbero non essercene proprio. Intanto è fondamentale il passo fatto oggi».
  • Sindacati
  • Ex OM carrelli
Altri contenuti a tema
Cassa integrazione per Mercatone Uno, sindacati insoddisfatti Cassa integrazione per Mercatone Uno, sindacati insoddisfatti Filcams Cgil: Il calcolo sui contratti attuali e non su quelli precedenti all'arrivo della Shernon è un grosso problema
Caso Mercatone Uno, i lavoratori protestano davanti al Consiglio regionale della Puglia Caso Mercatone Uno, i lavoratori protestano davanti al Consiglio regionale della Puglia Questa mattina il presidio. I sindacati: «La politica locale intervenga con il Mise per la nomina di nuovi commissari»
Ex Om, l'Inps sblocca la procedura, operai pagati entro fine giugno? Ex Om, l'Inps sblocca la procedura, operai pagati entro fine giugno? A comunicarlo la deputata Angela Masi, ieri Ugl aveva tenuto un sit-in per mantenere alta l'attenzione sulla vertenza
Reintegrati ma trasferiti a Bari. La protesta dei dipendenti Fastweb Reintegrati ma trasferiti a Bari. La protesta dei dipendenti Fastweb Si tratta di 72 persone tutte di Milano, Slc Cgil: Scelta ritorsiva nei loro confronti
Bari, dipendenti del servizio mensa ospedaliero rischiano il posto, sit-in il 25 giugno Bari, dipendenti del servizio mensa ospedaliero rischiano il posto, sit-in il 25 giugno Il bando per l'affidamento non garantisce che l'appaltatore subentrante assuma tutte le persone in forza la momento
Banca Popolare di Bari, i sindacati: «Lavoratori assenti dal piano industriale» Banca Popolare di Bari, i sindacati: «Lavoratori assenti dal piano industriale» Le sigle attaccano: «Dipendenti frequentemente vittime di aggressioni fisiche e di cause ingiuste»
Bosch Bari, i sindacati: «Serve progetto industriale adeguato per salvare la fabbrica» Bosch Bari, i sindacati: «Serve progetto industriale adeguato per salvare la fabbrica» Incontro al Ministero dello Sviluppo Economico, a rischio duemila lavoratori impiegati nella nostra città
Bari, fallimento Mercatone Uno, obiettivo salvaguardare i posti di lavoro Bari, fallimento Mercatone Uno, obiettivo salvaguardare i posti di lavoro Incontro ieri in Regione dopo l'appuntamento di lunedì al Mise
© 2001-2019 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.