arresto carabinieri manette cronaca
arresto carabinieri manette cronaca
Cronaca

Estorsioni ai commercianti del San Paolo, restano in carcere i quattro indagati

Il Tribunale della Libertà ha rigettato la richiesta di riesame della custodia cautelare. Fondamentale la collaborazione delle vittime

Elezioni Regionali 2020
Restano in carcere le quattro persone indagate nell'ambito dell'inchiesta sulle estorsioni ai commercianti del San Paolo. Lo scorso 7 ottobre il Tribunale della Libertà di Bari ha rigettato la richiesta di riesame, presentata da due dei quattro indagati raggiunti da custodia cautelare in carcere lo scorso 27 settembre, ai quali sono state attribuite estorsioni ai danni di due attività commerciali presenti nel quartiere San Paolo-zona Cecilia. Alcune delle vittime hanno scelto di divenire testimoni di giustizia, allontanandosi dalla città di Bari.

Tali attività criminose, secondo le ricostruzioni degli inquirenti, sarebbero state consumate con l'aggravante del metodo mafioso, facendo ricorso a comportamenti prevaricatori, posti in essere sia in presenza della clientela all'interno dei negozi, sia imponendo talora agli stessi clienti di uscirne dai locali all'arrivo degli estorsori (i quali in tal modo intendevano manifestare la propria capacita di controllo del territorio).

La paura di ritorsioni, in caso di denuncia o comunque di rivelazione agli investigatori delle estorsioni subite, non ha ostacolato le indagini. L'attività investigativa e le successive indagini, svolte dal carabinieri della compagnia di Bari San Paolo sotto il coordinamento della Dda di Bari, hanno consentito di individuare e sottoporre a custodia cautelare i responsabili delle gravi vicende delittuose.

Le indagini stanno proseguendo al fine di approfondire altre vicende della medesima natura, in danno di numerose altre attività commerciali presenti nel quartiere.
  • Carabinieri
  • Procura di Bari
  • Estorsione
Altri contenuti a tema
Polignano, due arresti per detenzione e spaccio di droga Polignano, due arresti per detenzione e spaccio di droga In manette finiscono una casalinga 46enne e un 36enne, entrambi con precedenti
Lavoro nero e mancato distanziamento sociale, controlli e multe al mercato del Libertà Lavoro nero e mancato distanziamento sociale, controlli e multe al mercato del Libertà I carabinieri hanno setacciato la struttura nella ex Manifattura tabacchi per il rispetto delle misure anti-Covid e della legalità occupazionale
Alberobello, ubriaco molestava e minacciava cameriere e clienti di un locale. Arrestato Alberobello, ubriaco molestava e minacciava cameriere e clienti di un locale. Arrestato Fra le vittime del 57enne, con precedenti, anche una ragazza in gravidanza. Oltre ai palpeggiamenti chiedeva da bere con un coltello in mano
Noci, sfruttava un pastore indiano nella sua azienda agricola. Arrestato 47enne Noci, sfruttava un pastore indiano nella sua azienda agricola. Arrestato 47enne Il lavoratore era impiegato per 7 ore al giorno, percependo una paga pari a 23 euro
Ritrovata a Bisceglie la 12enne scomparsa a Gravina in Puglia Ritrovata a Bisceglie la 12enne scomparsa a Gravina in Puglia Lieto fine per la vicenda, sembra si sia trattato di un allontanamento volontario
Gravina in Puglia, scomparsa 12enne da due giorni Gravina in Puglia, scomparsa 12enne da due giorni Attivato il protocollo, a cercarla insieme vigili del fuoco, carabinieri e agenti della polizia locale
Gioia del Colle, sfruttava due lavoratori indiani in un'azienda agricola. Arrestato 43enne Gioia del Colle, sfruttava due lavoratori indiani in un'azienda agricola. Arrestato 43enne I pastori erano costretti a vivere in una stalla senza servizi igienici, guadagnando meno di 25 euro per un'intera giornata di lavoro
Armi, droga e auto rubate, arrestate nella notte sei persone che operavano a Castellana Grotte Armi, droga e auto rubate, arrestate nella notte sei persone che operavano a Castellana Grotte L'operazione è stata eseguita dai carabinieri di Monopoli coadiuvati dal Nucleo Cinofili e dallo squadrone eliportato Cacciatori Puglia
© 2001-2020 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.