Ambulanza
Ambulanza
Cronaca

Esce dall'ospedale di Altamura e gli sparano per sbaglio, presi

Un 34enne e un 49enne, arrestati ad Avellino e Voghera, avevano colpito un innocente confondendolo con un pregiudicato nel 2014

Elezioni Regionali 2020
Avevano tentato di uccidere un uomo (innocente) mentre usciva dall' ospedale di Altamura perché lo avevano scambiato per l'autore dell' omicidio di Dambrosio Bartolomeo e per questo sono stati arrestati. Ad Avellino e Voghera (PV), i carabinieri del Comando Provinciale di Bari, hanno dato esecuzione a 2 ordinanze di custodia cautelare in carcere, emesse del GIP del Tribunale barese, su richiesta della competente Procura della Repubblica – DDA, nei confronti di Dambrosio Mario, 49enne di Altamura e Sibilla Alfredo, 34enne di Bari, ritenuti tra i responsabili del tentato omicidio di Bigi Pietro, 50enne di Altamura, avvenuto ad Altamura il 24.8.2014. Il provvedimento restrittivo è stato adottato in base agli elementi raccolti in seno ad un'indagine conclusa nel novembre del 2019 dal Nucleo Investigativo di Bari e svolta attraverso articolate e complesse attività tecniche e dinamiche corroborate dalle dichiarazioni di quattro collaboratori di giustizia.

Le indagini hanno accertato che Dambrosio Mario - già condannato in appello quale partecipe del clan mafioso "Dambrosio" di Altamura e mandante della "bomba al Circolo Green", fatto avvenuto nel marzo 2015, a seguito del quale perse la vita innocentemente il giovane calciatore altamurano Martimucci Domenico per vendicare l'omicidio del fratello Dambrosio Bartolomeo avvenuto il 6.9.2010 per mano di Loiudice Michele, figlio di Loiudice Giovanni detto "Giannino" pregiudicato locale – aveva incaricato Sibilla Alfredo detto "il brillante" - soggetto contiguo al clan Di Cosola di Bari - di uccidere – assieme ad un complice allo stato non ancora identificato - Loiudice Giovanni. L'agguato si doveva concretizzare nella mattina del 24 settembre 2014 presso l'Ospedale Perinei di Altamura ove il Dambrosio Mario aveva avuto notizia di una visita diagnostica cui il Loiudice Giovanni avrebbe dovuto sottoporsi.

I killer - armati con una pistola calibro 45 e in possesso di una effige fotografica della vittima designata - la individuarono erroneamente in un uomo che usciva dal nosocomio, scambiandolo per Loiudice Giovanni ed esplosero contro di lui tre colpi di pistola che lo colpirono al torace e al braccio. Si trattò di un tragico scambio di persona in quanto l'uomo ferito era l'innocente Bigi Pietro, carpentiere incensurato di Altamura, il quale si trovava in ospedale per accertamenti diagnostici legati ad un incidente sul lavoro e che, a seguito delle lesioni riportate non è stato più in grado di svolgere la sua attività lavorativa.

Il Giudice per le Indagini Preliminari ha riconosciuto, per il fatto, la sussistenza dell'aggravante del c.d. 'metodo mafioso', in quanto le circostanze dell'azione delittuosa sono state quelle tipiche delle condotte poste in essere dal un sodalizio mafioso atteso che l'agguato è stato compiuto in pieno giorno, in un luogo densamente frequentato, a volto scoperto e con esplosione di più colpi d'arma da fuoco.
  • Tentato omicidio
Altri contenuti a tema
Furti, rapine e tentato omicidio: arrestato un 25enne al Libertà Furti, rapine e tentato omicidio: arrestato un 25enne al Libertà La pena di sei anni e 5 mesi è la somma dei reati commessi dal giovane. Il fatto di sangue risale al maggio 2016
Tenta di uccidere il nonno, arrestato 25enne a Grumo Tenta di uccidere il nonno, arrestato 25enne a Grumo L'uomo ha sparato due colpi contro la casa dell'anziano, fortunatamente illeso
Tentato omicidio Gesuito, arrestato il boss del clan Montani del San Paolo Tentato omicidio Gesuito, arrestato il boss del clan Montani del San Paolo Il fatto venne consumato nel febbraio 2018, quando la vittima venne gambizzata. La vendetta per la morte del figlio il movente
Tentato omicidio a colpi di sciabola per vendicare un furto di droga. Altri tre arresti a Bari Tentato omicidio a colpi di sciabola per vendicare un furto di droga. Altri tre arresti a Bari Il fatto risale allo scorso 28 aprile. La Squadra mobile aveva già identificato due dei cinque responsabili dell'aggressione
Conversano, tenta di uccidere il figlio neonato con un coltello. Preso 40enne di Bari Conversano, tenta di uccidere il figlio neonato con un coltello. Preso 40enne di Bari L'intervento dei Carabinieri evita la tragedia. L'uomo aveva picchiato la compagna dopo una lite per problemi economici
Tentano di uccidere un 39enne a colpi di baionetta. Presi due pregiudicati Tentano di uccidere un 39enne a colpi di baionetta. Presi due pregiudicati Il fatto nella serata dello scorso 28 aprile; lo spaccio di droga il movente. La polizia sulle tracce degli altri tre complici
Tentato omicidio mafioso a Gravina di Puglia, due arresti Tentato omicidio mafioso a Gravina di Puglia, due arresti Nel gennaio 2018 avevano premeditato l'assalto a Nicola Mangione, salvatosi solo riuscendo a nascondersi
Rutigliano, arrestati tutti e sei i coinvolti nella rissa Rutigliano, arrestati tutti e sei i coinvolti nella rissa Le accuse per tutti sono di tentato omicidio in concorso, rissa, detenzione e porto abusivo di armi da sparo, lesioni personali, porto illegale di arma bianca e danneggiamento
© 2001-2020 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.