mario turco movimento stelle presentazione candidati bari
mario turco movimento stelle presentazione candidati bari
Politica

Elezioni politiche, il Movimento 5 stelle presenta i candidati a Bari: «No a speculazione e agenda Draghi»

Turco: «Noi dalla parte di imprese e cittadini che creano ricchezza. Rilanciare reddito di cittadinanza e misure ecologiche»

Entra sempre più nel vivo la competizione tra i partiti in vista delle elezioni politiche del prossimo 25 settembre, quando gli italiani saranno chiamati alle urne per scegliere il nuovo Parlamento. Questa mattina, in un albergo di Bari, il Movimento 5 stelle ha presentato i propri candidati nei collegi pugliesi.

Il senatore Mario Turco, vicepresidente nazionale del M5s, ha illustrato alcuni dei punti del programma pentastellato, che ruota attorno a una serie di "no" che i grillini oppongono all'ultima esperienza di governo, quella guidata da Mario Draghi.

«No all'agenda Draghi, con riferimento agli aumenti degli investimenti negli armamenti - ha detto Turco. Da dicembre 2021 il M5s ha proposto misure a sostegno di famiglie e imprese, contro la crisi energetica e l'inflazione. Misure esposte nel documento dei nove punti per essere pronti ad affrontare i mesi invernali, che non hanno avuto risposta».

L'altro punto fondamentale del programma pentastellato ruota attorno al «No alla vera causa dell'emergenza energia e inflazionistica, la speculazione finanziaria - ha detto ancora Turco. La finanza sta avvelenando i pozzi dell'economia reale, noi vogliamo stare dalla parte di cittadini e imprese che creano e distribuiscono ricchezza».

Turco sottolinea che il «Governo Draghi ha speso 50 miliardi di bonus e sussidi inutili, senza affrontare il vero problema dell'emergenza. Noi diciamo "Sì" all'agenda della parte giusta, confermando e rivedendo il reddito di cittadinanza nella parte delle politiche attive del lavoro, boicottate da tutte le regioni italiane nonostante il miliardo speso durante il Conte II. Siamo dalla parte dei cittadini con riferimento ai salari. Portiamo avanti il tema del salario minimo legale a 9 euro l'ora per risolvere il problema di quei lavoratori che non riescono ad arrivare a fine mese. Siamo anche a favore di quei lavoratori che hanno salari che stanno perdendo potere d'acquisto a causa di un'inflazione arrivata quasi al 10%, una tassa occulta che arricchisce solo le case dello Stato. Nel nostro programma c'è un adeguamento dei salari all'inflazione, strumento che oggi manca. La copertura va trovata nella lotta alla speculazione finanziaria e alla tassazione di favore, a sostegno dell'economia reale».

Turco ha proseguito: «Siamo dalla parte delle imprese, perché con il salario minimo a 9 euro proponiamo una riduzione del cuneo fiscale per non maggiorare i costi del lavoro nel mondo economico. Noi abbiamo introdotto la decontribuzione previdenziale in piena pandemia, e rilanceremo la decontribuzione Sud del 30%. La lotta al precariato è un altro obiettivo del M5s, non possiamo accettare che i nostri giovani lavorino pochi giorni al mese; dobbiamo estendere le tutele dei lavoratori dipendenti anche agli autonomi, al mondo delle partite Iva: gli ambulanti, i tassisti e gli agenti di commercio. Siamo stati l'unico paese in Europa ad aver introdotto in piena pandemia il blocco dei licenziamenti, che ci ha permesso di ripartire prima degli altri; non abbiamo lasciato indietro nessuno».

Un altro tema snocciolato da Turco è la «Questione ambientale e la transizione ecologica. Nessuno conferma quanto annunciato nella concretezza dell'azione politica, noi l'abbiamo dimostrato dicendo no a trivelle e inceneritori. In Puglia abbiamo detto no al trasferimento di 575 milioni dalla bonifica delle aree di Taranto a una indefinita attività di produzione, che nessuno sa quando sarà attivata. Tutela ambientale significa transizione energetica, che noi abbiamo dimostrato con il bonus 110%: la vera rivoluzione energetica è passata da lì, per raggiungere il 6.6% di Pil nel 2021 e il 3.4% nel 2022».

  • Movimento 5 Stelle
  • elezioni
Altri contenuti a tema
Voti in cambio di 25 o 50 euro, così venne eletta Francesca Ferri Voti in cambio di 25 o 50 euro, così venne eletta Francesca Ferri La stessa consigliera insieme al suo compagno interferirono in collaborazione col boss Buscemi nelle elezioni a Valenzano
Diffamazione nei confronti dell'ex Pd Capano, Grillo condannato a Bari Diffamazione nei confronti dell'ex Pd Capano, Grillo condannato a Bari Il motivo alcune dichiarazioni fatte durante la trasmissione "Anno Zero" del 9 giugno 2011
Generazione Catuma incontra i candidati Mariangela Matera e Francesco Paolo Sisto Generazione Catuma incontra i candidati Mariangela Matera e Francesco Paolo Sisto Il sottosegretario alla giustizia: «Basta con il governo delle incompetenze»
Elezioni del 25 settembre, il messaggio agli elettori del Consiglio Pastorale Diocesano Elezioni del 25 settembre, il messaggio agli elettori del Consiglio Pastorale Diocesano «L’astensione dal voto non è una scelta responsabile»
Elezioni Politiche, Conte a Bari: «Fondi russi ai partiti? Illazioni, spero false» Elezioni Politiche, Conte a Bari: «Fondi russi ai partiti? Illazioni, spero false» L'ex premier è stato in visita nella città vecchia. Una delle massaie: «Non ti dovevano togliere dal Chigi»
Marco Silvestri sulla scuola italiana: «Un potenziale enorme da proteggere e valorizzare, dopo la pandemia» Marco Silvestri sulla scuola italiana: «Un potenziale enorme da proteggere e valorizzare, dopo la pandemia» Il candidato capolista alla Camera con + Europa: «Prendersi cura della scuola è prendersi cura della propria salute futura»
Manifesti elettorali strappati, la denuncia del Movimento 5 Stelle Manifesti elettorali strappati, la denuncia del Movimento 5 Stelle De Giglio: «Invito chiunque veda qualcuno compiere un gesto simile a denunciare»
Elezioni 25 settembre, domani l'estrazione degli scrutatori di seggio Elezioni 25 settembre, domani l'estrazione degli scrutatori di seggio La procedura si terrà in seduta pubblica presso i locali dell’ufficio elettorale, in largo Fraccacreta 1
© 2001-2022 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.