Aiuti popolazione Ucraina
Aiuti popolazione Ucraina
Servizi sociali

Due tir di beni di prima necessità da Bari all'Ucraina grazie ad In.Con.Tra

Il carico di aiuti arriverà in Polonia e sarà smistato nelle città di Leopoli e Kiev

Prosegue incessante l'azione umanitaria della Regione Puglia, insieme ad associazioni, comuni, imprese e cittadini pugliesi, per sostenere la popolazione ucraina. Sono partiti questa mattina da Bari, su richiesta specifica pervenuta in queste settimane, due tir straordinari diretti verso l'hub di distribuzione, allestito in Polonia e gestito dalla ONG Save Ukraine, con beni di prima necessità: alimentari in scatola, alimenti per neonati, pannolini, farmaci e prodotti per l'igiene inviati ad Olkusz, nei pressi di Cracovia in Polonia.
La raccolta, organizzata dall'associazione In.Con.Tra con la collaborazione dell'associazione Tempo Libero Bari e dell'associazione Italia-Ucraina, è stata supportata dal Capo di Gabinetto del Presidente della Regione Puglia, Claudio Stefanazzi, e dal Vice, Domenico De Santis, dal dirigente regionale della Protezione Civile, Nicola Lopane, dal presidente del comitato regionale della Protezione Civile, Maurizio Bruno, e dall'assessora al Welfare del Comune di Bari, Francesca Bottalico.
Nello specifico la Regione ha svolto un'attività di coordinamento di tutte le attività, mentre il Comune di Bari ha fornito i kit dei medicinali raccolti dalle farmacie grazie alle donazioni dei cittadini baresi e delle stesse farmacie a seguito di un accordo con Federfarma e l'Ordine regionale dei farmacisti. Si tratta complessivamente di circa 60 tonnellate di prodotti al momento. Il prossimo lunedì, invece, ne saranno spedite altre 30 a sostegno del popolo ucraino.
Il carico di aiuti arriverà in Polonia martedì mattina e mercoledì sarà smistato nelle città ucraine di Leopoli e Kiev.
Assieme agli aiuti dei privati cittadini, sono state raccolte donazioni anche da parte di alcune aziende e realtà, che hanno fornito mezzi e servizi tra cui il trasporto: Acqua Orsini, Megamark, Coop Estense, Associazione Italia/Ucraina, Associazione Aeronautica, Comune di Bari, Cotrap, Casillo, Aermar srl, Adriatica Tecno Logistica, Aermar, ANCE Bari Bat, Bruno Milella & C., Caradonna Logistics, Consorzio Coimba, DHL freight forwarding, GTS, IPM, Lorenzo De Fronzo, Santamato srl, SGL, Spamat, Lofrese Legumi, Babybell.
"Il lavoro delle associazioni di volontariato, della comunità Ucraina in Puglia e delle aziende ha dimostrato la grande solidarietà di tutta la nostra comunità verso il popolo Ucraino – dichiara il vice capo di Gabinetto della Regione Puglia, Domenico De Santis, che ha coordinato il lavoro delle associazioni e delle istituzioni coinvolte in questa gara di solidarietà -. Abbiamo supportato le associazioni nella raccolta di aiuti, costruendo sinergie con alcune aziende locali che hanno messo a disposizione mezzi e servizi. In questa organizzazione mi preme ringraziare per il loro supporto i volontari della Protezione Civile, sempre pronti per qualsiasi emergenza. Sono giorni difficili per la popolazione Ucraina: la Puglia, tutta quanta la nostra comunità, sta dimostrando un'attenzione molto forte sia nell'accoglienza dei profughi, collaborando con le Prefetture, sia nella macchina della solidarietà. Con la spedizione che ci sarà lunedì – conclude De Santis- saranno in totale ben 90 le tonnellate di aiuti umanitari".
"In questi giorni l'associazione InConTra ha nuovamente assaporato la bellezza del fare squadra. Infatti 95 volontari in 35 ore di lavoro hanno selezionato e impacchettato le pedane per prepararle alla partenza – racconta il portavoce dell'associazione In.Con.tra, Michele Tataranni –. La sede dell'Associazione InConTra è divenuta di fatto centro di stoccaggio per gli alimenti, vestiti, coperte, farmaci e prodotti di igiene intima che sono stati raccolti".
"Grazie alla collaborazione con la Protezione Civile regionale e il gabinetto del Presidente, abbiamo predisposto l'invio di 1 tonnellata di farmaci raccolti grazie alla generosità dei cittadini e delle cittadine e di tante realtà locali, oltre al supporto fondamentale della rete di Federfarma e dell'Ordine dei farmacisti – dichiara l'assessora al Welfare del Comune di Bari, Francesca Bottalico -. Ogni pedana è stata monitorata e organizzata per scadenze e tipologie di medicinali in maniera da facilitare lo smistamento sul fronte. Voglio ringraziare i baresi che ancora una volta hanno mostrato il loro spirito solidale. E, naturalmente, le associazioni e organizzazioni di volontariato e del privato sociale con le quali stiamo potenziando le attività di accoglienza e sostegno rivolte a tutti i migranti e profughi provenienti da Paesi in guerra e povertà. Questo anche alla luce dei nuovi flussi che, a differenza del passato, sono caratterizzati dalla presenza di tantissimi bambini sotto i 14 anni. Intanto proseguiamo con la selezione, e la conseguente formazione, delle famiglie che vorranno offrire accoglienza. Nonostante le difficoltà dell'amministrazione comunale impegnata in questo momento su molteplici fronti, continuiamo a fare tutto ciò che è nelle nostre possibilità nella speranza che il conflitto cessi al più presto".
"La Puglia si conferma terra di accoglienza – conclude il presidente del comitato di Protezione Civile Regionale, Maurizio Bruno - grazie al lavoro della Regione e delle Prefetture. Per la Protezione civile Pugliese è stato un onore collaborare per la raccolta e la spedizione degli aiuti umanitari organizzata dalle associazioni di volontariato locale".
  • Guerra
Altri contenuti a tema
Emergenza Ucraina, pubblicati elenchi di interpreti e mediatori culturali Emergenza Ucraina, pubblicati elenchi di interpreti e mediatori culturali Figure che faciliteranno l'accesso dei profughi agli sportelli di accoglienza dell'assessorato al Welfare
Emergenza Ucraina, ecco come contribuire per un aiuto ai profughi Emergenza Ucraina, ecco come contribuire per un aiuto ai profughi Pubblicate tutte le informazioni sul sito istituzionale del Comune di Bari
Da Bari all'Ucraina per salvare otto bimbi e 4 adulti, missione compiuta Da Bari all'Ucraina per salvare otto bimbi e 4 adulti, missione compiuta Quattro dei piccoli hanno bisogno di cure e sono stati ricoverati al Giovanni XXIII
Emergenza Ucraina, a Bari si cercano strutture ricettive per accogliere i profughi Emergenza Ucraina, a Bari si cercano strutture ricettive per accogliere i profughi Online l'avviso pubblico dopo l'accordo quadro tra Regione Puglia e le associazioni di categoria
Ventitré mila euro di medicinali da Bari a Leopoli, i tir arrivati a destinazione Ventitré mila euro di medicinali da Bari a Leopoli, i tir arrivati a destinazione La accolta avviata dall'assessorato al Welfare, hanno viaggiato con mezzi messi a disposizione dalla Protezione civile e dall’Ufficio di Gabinetto della Regione
Profughi dall'Ucraina, il Miulli attiva ambulatorio per assistenza specialistica Profughi dall'Ucraina, il Miulli attiva ambulatorio per assistenza specialistica Sarà aperto ogni martedì, dalle ore 14:00 alle 17:00, all’interno del poliambulatorio al piano 0 e nell’ambulatorio di pediatria al piano 4
Accoglienza profughi ucraini, accordo Caritas-Prefettura Accoglienza profughi ucraini, accordo Caritas-Prefettura Resi disponibili altri 25 posti, accolte al momento 51 persone
Ponti di Pace, le iniziative del Comune di Bari per i minori della città e quelli fuggiti dalla guerra Ponti di Pace, le iniziative del Comune di Bari per i minori della città e quelli fuggiti dalla guerra Bottalico: «La narrazione e le immagini del conflitto incidono molto anche sulla vita di noi adulti»
© 2001-2022 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.