La presentazione a Bari del progetto
La presentazione a Bari del progetto
Enti locali

Curare il cancro dei bambini anche con la Pet Therapy, a Bari ora si può

Presentato il progetto che negli ultimi 7 mesi ha visto Megan, labrador di 7 anni, "lavorare" con 16 bambini nel reparto di Oncoenatologia pediatrica

Un servizio di "Pet Care" nel reparto di Oncoematologia pediatrica del Policlinico di Bari. Il progetto vede coinvolti, oltre al reparto dell'ospedale, Apleti (Associazione Pugliese per la Lotta contro le Emopatie e i Tumori nell'Infanzia) e l'associazione Vir Labor.

Un labrador nero femmina di sette anni, Megan, ha effettuato in sette mesi 31 sedute di attività assistita con animali (AAA) per 16 bambini da 2 a 19 anni in terapia per malattie come leucemia linfoblastica acuta, sarcoma di Ewing, LNH e glioma a basso grado di malignità.

L'equipe è formata da Nicola Santoro, direttore UOC Oncoematologia, Carlo Ciceroni, veterinario, Teodoro Semeraro, addestratore ENCI e ideatore del progetto, Alessandra Cretì, addestratrice, Rosa Maria Daniele, medico, Chiara Rutigliano, psicologa Apleti e Giovanna Natile, responsabile Apleti.

L'obiettivo è trasformare l'attività in terapia e educazione assistita, aumentando il numero delle sedute e validarne i risultati scientifici, visti i miglioramenti registrati nelle condizioni emotive, motivazionali e relazionali e del processo riabilitativo dei piccoli pazienti grazie all'interazione con l'animale. Alleviando la sofferenza fisica e psicologica del piccolo paziente, è consentito di affrontare al meglio ricovero e terapie, con aumento di autostima, di sicurezza, delle capacità motorie e di relazione.

«Un particolare ringraziamento va - ha dichiarato Emiliano durante la presentazione - a tutti coloro che nel reparto di Oncoematologia Pediatrica hanno consentito l'applicazione della Pet Therapy, la relazione tra un bimbo in cura e un cane meraviglioso che si chiama Megan. In particolare voglio ringraziare i volontari dell'Apleti che sono qui come delle sentinelle di civiltà e di amore. E voglio anche ringraziare Teodoro, papà di un bimbo che ha fatto un'esperienza in questo ospedale, e che però aveva una capacità particolare nell'addestramento dei cani: ha innescato questa catena di opportunità che ci porta oggi ad utilizzare la terapia con gli animali per rendere le giornate lunghissime dei bimbi in questo luogo più serene e più simili alla loro vita quotidiana in casa. Quindi oggi è una giornata bellissima. Abbraccio la responsabile barese dell'Apleti Giovanna Natile. E attraverso lei ringrazio tutti e in particolare chi dirige questo reparto, il dott. Nicola Santoro, che sta facendo un lavoro magnifico con tutti i suoi collaboratori per la lotta ai tumori dei bambini».
  • Ospedale
Altri contenuti a tema
Lele Spedicato, condizioni gravi ma stabili per il chitarrista dei Negramaro Lele Spedicato, condizioni gravi ma stabili per il chitarrista dei Negramaro L'ultimo bollettino medico dal Vito Fazzi di Lecce parla di "prognosi tuttora riservata"
Assunzione per metà degli OSS. Conca: «In sanità si continua a sprecare» Assunzione per metà degli OSS. Conca: «In sanità si continua a sprecare» Saranno 1789 i posti messi a bando, quando avrebbero potuto essere 3449. Attesa per la formazione
Ferri lavati con acqua e mancanza di personale, protesta al Di Venere Ferri lavati con acqua e mancanza di personale, protesta al Di Venere Trecento tra medici e operatori sanitari si sono incatenati davanti all'ospedale per far sentire la loro voce
Lavori all'Ospedale Di Venere, da domani non accessibili le scale abituali Lavori all'Ospedale Di Venere, da domani non accessibili le scale abituali Montanaro: «Interventi strutturali necessari. Predisposti percorsi alternativi per l’accesso alle Unità Operative»
Aspettare in ospedale tra libri e musica, all'oncologico di Bari da oggi è possibile Aspettare in ospedale tra libri e musica, all'oncologico di Bari da oggi è possibile Inaugurata questa mattina la sala d'aspetto "L'Angolo del Tempo", un passo avanti nell'umanizzazione delle cure
Sangue cordonale, primo prelievo alla Mater Dei di Bari Sangue cordonale, primo prelievo alla Mater Dei di Bari La struttura è stata accreditata dalla Regione Puglia come centro autorizzato a questo tipo di intervento
Preoccupazione per i lavoratori della ristorazione ospedaliera Preoccupazione per i lavoratori della ristorazione ospedaliera I sindacati incontrano la dirigenza della Regione, rassicurazioni sui tagli
Il CIMO contro la proposta Amati, «Impossibile eliminare la libera professione medica» Il CIMO contro la proposta Amati, «Impossibile eliminare la libera professione medica» Il segretario provinciale dottor Luciano Suriano spiega le ragioni dei medici e per quale motivo ritengono inadeguata l'iniziativa
© 2001-2018 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.