moi bari
moi bari
Attualità

Coronavirus, dal 3 aprile accessi controllati al mercato ortofrutticolo all'ingrosso

Previsti termoscanner e un servizio di sorveglianza con per verificare il possesso di dispositivi di protezione

Da venerdì 3 aprile partirà il servizio di accesso controllato alla struttura del Moi - mercato ortofrutticolo all'ingrosso di Bari, in via Caracciolo, come ulteriore misura di prevenzione contro la diffusione del Coronavirus. A comunicarlo è Carla Palone, assessore allo Sviluppo economico. All'ingresso sarà previsto un servizio di sorveglianza con per verificare il possesso di dispositivi di protezione e la misurazione della temperatura per tutti gli utenti che giornalmente frequentano il mercato all'ingrosso.

Il servizio di vigilanza sarà effettuato da un'associazione contattata dagli stessi operatori che lavorano all'interno della struttura.

«Ogni giorno, al Moi, entrano centinaia di persone, operatori che sono ancora al lavoro e che per la maggior parte si spostano quotidianamente in diverse parti della nostra regione e del nostro Paese - spiega Palone. Per questo abbiamo accolto favorevolmente questa iniziativa che garantisce la sicurezza di tutti quelli che lavorano all'interno della struttura e monitora costantemente la salute di chi vi entra. Voglio ringraziare tutti gli agenti della Polizia locane e il comandante Palumbo che non hanno mai fatto mancare la loro presenza al MOI, anche in queste settimane difficili, collaborando con gli operatori per mettere a punto queste procedure di sicurezza. Il Moi oggi garantisce il commercio dei beni di prima necessità per la città di Bari e altre realtà dell'area metropolitana. Per questo c'è bisogno che questa struttura resti aperta e attiva per poter garantire il lavoro di tante persone, purché svolto in sicurezza, e la possibilità di far arrivare prodotti freschi ogni giorno sui banchi dei mercati e nelle case dei nostri concittadini».
  • Carla Palone
  • Coronavirus
Altri contenuti a tema
Mobilità fra regioni, obbligo di autosegnalazione per chi arriva in Puglia Mobilità fra regioni, obbligo di autosegnalazione per chi arriva in Puglia Firmata l'ordinanza del presidente Michele Emiliano valida dal 3 giugno. Necessario dichiarare anche il comune di soggiorno
Coronavirus, c'è un solo nuovo positivo in Puglia Coronavirus, c'è un solo nuovo positivo in Puglia Si tratta di un paziente della provincia di Bari. Due i decessi registrati oggi e i guariti sono quasi 3 mila
Bari, positivo al Coronavirus va al lavoro per non perdere il posto. Denunciato Bari, positivo al Coronavirus va al lavoro per non perdere il posto. Denunciato È successo in un ristorante del quartiere Libertà, indagini in corso. Sembra che nessun cliente si sia infettato
In Puglia parte la sperimentazione di "Immuni", la app disponibile per il download In Puglia parte la sperimentazione di "Immuni", la app disponibile per il download Lo strumento digitale sarà scaricabile su base volontaria. Emiliano: «Elemento in più per il contact tracing»
Crisi Covid, Emiliano e Capone incontrano le agenzie viaggi della Puglia: «In campo misure di rilancio» Crisi Covid, Emiliano e Capone incontrano le agenzie viaggi della Puglia: «In campo misure di rilancio» Il presidente della Regione e l'assessore al Turismo in video conferenza con gli addetti ai lavori: «Gli investimenti devono guardare avanti»
Ora è davvero 'liberi tutti' in Puglia si entra anche dalle altre regioni Ora è davvero 'liberi tutti' in Puglia si entra anche dalle altre regioni Per chi arriva da fuori territorio nessuna quarantena ma solo una registrazione per la tracciabiltà di un eventuale contagio
Crisi post Covid-19, Carrisiland in Puglia decide di non riaprire Crisi post Covid-19, Carrisiland in Puglia decide di non riaprire Appuntamento al 2021: «Intendiamo salvaguardare la salute dei nostri visitatori e collaboratori non potendo garantire il distanziamento sociale»
Coronavirus, in Puglia quattro nuovi casi, tre sono in provincia di Bari Coronavirus, in Puglia quattro nuovi casi, tre sono in provincia di Bari Restano stazionari anche i dati sui decessi, sono due, uno nel Barese e uno nel Foggiano
© 2001-2020 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.