I rifiuti in via Tatarella
I rifiuti in via Tatarella
Territorio

"Chi inquina paga", dalla Regione Puglia 3 milioni per la tutela ambientale

Un provvedimento a beneficio delle province per la minore produzione di rifiuti e per accelerare le indagini sui responsabili

La giunta regionale della Puglia ha autorizzato la spesa di 3 milioni di euro per azioni di sostegno al "Chi inquina paga", sintesi della politica europea nel settore, fondata sui principi della precauzione e dell'azione preventiva e della correzione, in via prioritaria alla fonte, dei danni causati all'ambiente.

L'obiettivo è favorire la minore produzione di rifiuti e di altre attività di cui alla L. 549/95 art. 3 comma 27, destinando le risorse alle sei province pugliesi Città metropolitana di Bari, Barletta-Andria-Trani, Brindisi, Foggia, Lecce e Taranto, per consentire alle stesse lo svolgimento di attività di indagine, volta alla individuazione del soggetto responsabile, anche "secondo il principio del più probabile che non".

Con lo stesso provvedimento, l'esecutivo pugliese ha autorizzato la destinazione delle risorse indicate per investigazioni di aree, anche territorialmente estese, comunque qualificabili nell'ambito delle procedure ex art. 244 co. 1 e pertanto riconducibili alla disposizione del medesimo comma (le pubbliche amministrazioni che nell'esercizio delle proprie funzioni individuano siti nei quali accertino che i livelli di contaminazione sono superiori ai valori di concentrazione soglia di contaminazione…), escludendo dal contributo ogni attività di indagine qualificabile giuridicamente ex art. 239 co. 3. Per effettuare tali attività di indagini, la giunta specifica che le province pugliesi potranno avvalersi di Arpa Puglia e dei comuni interessati.

Sempre dal fronte ambientale, la giunta regionale ha approvato anche il documento "anagrafe dei siti da bonificare", contenente l'aggiornamento ad aprire 2020 dell'elenco dei siti censiti nell'anagrafe dei siti da bonificare della Regione Puglia, con il relativo stato del procedimento e lo stato di contaminazione.

L'esecutivo regionale ha altresì deciso di avviare la consultazione, con i comuni della Regione Puglia, le provincie pugliesi e la Città metropolitana di Bari, i dipartimenti di prevenzione - strutture territoriali di igiene e sanità pubblica delle Asl pugliesi, nonché con tutti i soggetti direttamente ed indirettamente coinvolti nei procedimenti di bonifica, al fine di reperire ulteriori dati ed informazioni utili e necessari alla verifica dei contenuti dell'anagrafe dei siti da bonificare.
  • Regione Puglia
  • Rifiuti
  • ambiente
  • Giunta regionale
Altri contenuti a tema
Un pugliese su tre va dallo psicologo: presentato a Bari il sondaggio regionale Un pugliese su tre va dallo psicologo: presentato a Bari il sondaggio regionale Gesualdo: “Sono dati che testimoniano la centralità della figura dello psicologo rispetto al periodo critico che stiamo vivendo”
Incivili in azione a Japigia, Leonetti: «Aiutateci ad individuarli» Incivili in azione a Japigia, Leonetti: «Aiutateci ad individuarli» L'accaduto oggi pomeriggio alle 15, l'appello social del presidente del Municipio I
Il fratino torna a nidificare a Bari, transenne sul lungomare Il fratino torna a nidificare a Bari, transenne sul lungomare L'assessore Petruzzelli: «Bari città sempre di più attenta alla sostenibilità»
La spiaggia di Bari deturpata dai rifiuti, spuntano lampadine e tantissime mascherine La spiaggia di Bari deturpata dai rifiuti, spuntano lampadine e tantissime mascherine I dispositivi di protezione individuale ormai la fanno da padrone in ogni clean up messo in atto dai volontari
Ospedale in Fiera, Decaro alla Regione:  «Tempi certi sul rilascio della struttura» Ospedale in Fiera, Decaro alla Regione: «Tempi certi sul rilascio della struttura» Il sindaco «non rileva elementi ostativi a mantenere l'attuale operatività della struttura sino alla cessazione delle esigenze sanitarie»
Planet or Plastic?, grande successo per la mostra al Margherita. Oltre 18mila visitatori Planet or Plastic?, grande successo per la mostra al Margherita. Oltre 18mila visitatori Più di cinquemila gli studenti. "Riteniamo di aver contribuito a creare un dibattito territoriale sulla sostenibilità ambientale"
Le campagne di Bari sono una discarica, la denuncia dei volontari Le campagne di Bari sono una discarica, la denuncia dei volontari Gens Nova insieme ad Anuu Migratoristi ha documentato la situazione
Troppi rifiuti abbandonati in strada a Bari, il Comune corre ai ripari Troppi rifiuti abbandonati in strada a Bari, il Comune corre ai ripari Aggiudicato l'accordo quadri per la rimozione dell'immondizia, Petruzzelli: "Troppe segnalazioni"
© 2001-2022 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.