centri estivi per minori
centri estivi per minori
Servizi sociali

Centri estivi per minori, c'è il bando. Ecco come fare per l'iscrizione gratuita

Il servizio è destinato alle famiglie con Isee inferiore a 20mila euro all'anno

È in pubblicazione da questa mattina sul sito del Comune di Bari, a questo link, il bando rivolto alle famiglie, con ISEE inferiore ai 20mila euro, interessate a iscrivere gratuitamente i propri figli alle attività proposte dai Centri estivi attivi sul territorio comunale.

Terminata la fase di registrazione dei Centri estivi nel Catalogo comunale (alla mezzanotte di oggi), dalle ore 9 di lunedì prossimo, 20 giugno, le famiglie potranno perciò procedere all'iscrizione selezionando il Centro estivo di maggior gradimento.

La misura è riservata ai nuclei familiari con ISEE inferiore a 20.000 euro, che potranno iscrivere i propri figli attraverso la piattaforma dedicata https://www.sysap.com/centri-estivi-bari/ indicando la propria residenza e le informazioni anagrafiche dei minori, allegando l'attestazione ISEE in corso di validità e la certificazione di disabilità o invalidità in caso di minori con disabilità.

La misura, a sportello fino ad esaurimento dei posti disponibili per ciascun Centro estivo, è finanziata complessivamente per 350mila euro. Le domande di candidatura potranno essere inserite a partire dal 20 giugno e fino al 2 settembre 2022.

Per ciascun minore sarà possibile richiedere fino a un massimo di 4 settimane di frequenza alle attività, con decorrenza a partire dalla settimana successiva a quella dell'invio della domanda, purché la stessa venga inviata entro le ore 12 di ogni venerdì.

Una volta effettuata l'iscrizione, le famiglie potranno accedere al Catalogo comunale e selezionare il Centro estivo di maggior gradimento, sulla base delle disponibilità. Si ricorda, infatti, che ciascun Centro estivo potrà accogliere minori fino al raggiungimento della quota contributiva stabilita dal bando, pari a 12mila euro.

Laddove una famiglia, in fase di iscrizione, non riesca ad iscrivere il proprio figlio nel centro prescelto per effetto della saturazione dei posti disponibili, potrà:
a. selezionare un altro Centro estivo con disponibilità di posti sul catalogo;
b. iscriversi nella lista di attesa del Centro estivo che sarà sbloccata laddove vi siano defezioni nella frequentazione degli iscritti.

Al termine della procedura di iscrizione, gli utenti ammessi riceveranno - a mezzo email - un codice QRCode da esibire quotidianamente all'ingresso del Centro estivo per la corretta rilevazione della presenza. L'esibizione del QRCode sarà condizione necessaria per l'accesso quotidiano e l'attribuzione del relativo contributo.

«Stiamo riscontrando un grandissimo interesse da parte dei gestori dei Centri estivi in fase di iscrizione - dichiara l'assessora alla Politiche educative e giovanili Paola Romano - su una misura che ormai, alla terza edizione, è diventata una tradizione per il Comune di Bari. Abbiamo colto da subito l'opportunità di restituire ai bambini un momento di apprendimento, gioco e socialità, specie dopo la pandemia, e siamo lieti che i più piccoli, nelle prossime settimane, potranno vivere tanti luoghi della città, all'aperto. Quest'anno è il primo in cui riusciamo a informatizzare il processo di iscrizione e comprendiamo che questo potrebbe spiazzare qualche genitore. In realtà l'iscrizione del minore alla piattaforma comporta solo pochi minuti di impegno e per questo invitiamo le famiglie sin d'ora a procurarsi l'ISEE aggiornato e un documento di identità per finalizzare correttamente la registrazione. Inoltre siamo soddisfatti delle dichiarazioni rese ieri dalla ministra Bonetti che ha comunicato un intervento imminente in materia di Centri estivi che ci auguriamo possa consentirci di ampliare la dotazione finanziaria attuale e, con essa, la platea dei beneficiari».
  • Paola Romano
Altri contenuti a tema
Istituti tecnici, il Cuccovillo di Bari è quarto nella classifica nazionale Istituti tecnici, il Cuccovillo di Bari è quarto nella classifica nazionale Secondo una ricerca di Indire, il 91% dei diplomati trova lavoro entro un anno
Riduzione delle rette per nidi privati convenzionati e scuole paritarie, la giunta dice sì Riduzione delle rette per nidi privati convenzionati e scuole paritarie, la giunta dice sì Romano: «I due accordi sono importanti perché fissano degli standard base di qualità»
"Colibrì", a Bari nasce una rete di undici biblioteche. Saranno gestite da enti del terzo settore "Colibrì", a Bari nasce una rete di undici biblioteche. Saranno gestite da enti del terzo settore Un progetto finanziato per quasi 2 milioni di euro dal bando "Community library" della Regione Puglia
Spazio13 compie sei anni, e la sua storia diventa un libro Spazio13 compie sei anni, e la sua storia diventa un libro Ieri la presentazione del volume. Romano: «Fonte di ispirazione per la nostra amministrazione»
Bari vecchia, lavori in corso alla scuola San Nicola: due nuove prime classi a settembre Bari vecchia, lavori in corso alla scuola San Nicola: due nuove prime classi a settembre Stamattina il sopralluogo degli assessori Romano e Galasso. La ristrutturazione andrà avanti tutta l'estate
Refezione scolastica negli istituti di Bari, c'è l'accordo quadro da 13 milioni Refezione scolastica negli istituti di Bari, c'è l'accordo quadro da 13 milioni Romano: «Nei prossimi anni contiamo di fornire circa 4.500 pasti al giorno a cui potranno aggiungersi altri»
Asili nido del Comune di Bari, fino a fine luglio aperti dalle 7:30 alle 18 Asili nido del Comune di Bari, fino a fine luglio aperti dalle 7:30 alle 18 Romano: «Grazie ai fondi del Pnrr ne avremo altri dieci nei prossimi anni»
A Bari il quarto festival delle buone pratiche "Urbact", oltre 20 le città italiane invitate A Bari il quarto festival delle buone pratiche "Urbact", oltre 20 le città italiane invitate Oggi e domani si discuterà delle migliori esperienze urbane. Decaro: «Per i sindaci fondamentale la condivisione»
© 2001-2022 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.