rifiuti cellamare
rifiuti cellamare
Cronaca

Cellamare, scoperto dalle fototrappole a incendiare rifiuti tossici. Multato

Il sindaco Vurchio: «Stiamo lavorando anche sull'impiego di droni per attività di controllo e prevenzione territoriale»

Elezioni Regionali 2020
Accosta la macchina in una strada di campagna nell'agro di Cellamare, poi apre il bagagliaio per recuperare dei rifiuti tossici da incendiare sul muretto adiacente. L'incivile, però, è stato beccato dalle fototrappole posizionate sulla strada e multato dal Comune.

«Dietro questa battaglia, c'è un immane impegno, meticoloso e dettagliato, dell'amministrazione, della nostra polizia locale e dell'Anpana che sentitamente ringrazio per la collaborazione e il massimo impegno», scrive Gianluca Vurchio, sindaco di Cellamare.

«Stiamo lavorando anche sull'impiego di droni per attività di controllo e prevenzione territoriale e siamo in contatto con sindaci dei comuni vicioniori per azioni di contrasto condivise ed a breve vi renderò informati su quello che svolgeremo», dice ancora Vurchio.
  • Rifiuti
  • Cellamare
Altri contenuti a tema
A Bari un'analisi sulla qualità dei rifiuti, cicche e pacchetti di sigarette i più abbandonati in strada A Bari un'analisi sulla qualità dei rifiuti, cicche e pacchetti di sigarette i più abbandonati in strada Un'iniziativa di una cooperativa che si occupa di temi ambientali. Petruzzelli: «Conferire i mozziconi nei gettacarte non li incendia»
Scoperto ad abbandonare rifiuti ingombranti in via Petrera, scatta la multa Scoperto ad abbandonare rifiuti ingombranti in via Petrera, scatta la multa Lo "sporcaccione", un 60enne barese, di turno è stato identificato dalla polizia locale grazie alla segnalazione di alcuni cittadini
Cellamare, nuova vita per gli spogliatoi distrutti da una bomba Cellamare, nuova vita per gli spogliatoi distrutti da una bomba Inaugurazione lunedì sera, il sindaco Vurchio: «Riaccendiamo la speranza, dopo un periodo piuttosto complesso e torniamo a giocare e sorridere»
Bari abbandona rifiuti ma c'è la fototrappola. Scatta la multa Bari abbandona rifiuti ma c'è la fototrappola. Scatta la multa È successo a Palese in vico terzo Lepore, Brandi: «Questa volta all'incivile di turno è andata male»
Addio plastica nel mare, a Bari arriva il Seabin Addio plastica nel mare, a Bari arriva il Seabin Il primo cestino mangiarifiuti è stato installato sulla testa di un pontile all'interno del Circolo della Vela
Porto di Bari, pronto a imbarcarsi per l'Albania con un carico di rifiuti illeciti. Denunciato Porto di Bari, pronto a imbarcarsi per l'Albania con un carico di rifiuti illeciti. Denunciato La "merce" proveniva dalla Norvegia e viaggiava su un autocarro con targa macedone. Sequestrato il carico
"Chi inquina paga", dalla Regione Puglia 3 milioni per la tutela ambientale "Chi inquina paga", dalla Regione Puglia 3 milioni per la tutela ambientale Un provvedimento a beneficio delle province per la minore produzione di rifiuti e per accelerare le indagini sui responsabili
San Giorgio, beccato ad abbandonare rifiuti in strada: scatta la multa da 300 euro San Giorgio, beccato ad abbandonare rifiuti in strada: scatta la multa da 300 euro Incivile inchiodato dalle fototrappole. Petruzzelli: «Una delle tante sanzioni che la polizia locale sta elevando a questi "luridi"»
© 2001-2020 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.