Ospedale Di Venere
Ospedale Di Venere
Cronaca

Caso di Venere, Sanguedolce: «Avviata verifica interna»

Sul caso dei presunti infermieri ubriachi in servizio nel nosocomio cittadino interviene il direttore generale della Asl

Non si placano a Bari le polemiche sui presunti casi di infermieri che al Di Venere sarebbero stati sorpresi ubriachi durante il proprio turno di lavoro. Stando alle voci che circolano sarebbero quattro i casi incriminati.

«Il Direttore Medico del presidio ospedaliero Di Venere con la sua circolare ha inteso ribadire ai dipendenti ciò che la normativa già prevede, rimarcando i corretti comportamenti di condotta che in tutta l'azienda vengono fatti rispettare - interviene così nella diatriba il direttore del Dipartimento Politiche della Salute Vito Montanaro – Il monitoraggio sul rispetto delle leggi negli enti pubblici del Servizio Sanitario Regionale è continuo e costante, come dimostrano i procedimenti disciplinari che di volta in volta vengono adottati dopo i dovuti accertamenti».

«Sulla scorta dei fatti evidenziati nella circolare è stata subito avviata una verifica interna - sottolinea il direttore generale della ASL Bari, Antonio Sanguedolce – e all'esito della stessa saranno attivati gli eventuali procedimenti disciplinari verso i dipendenti che hanno violato le norme. L'azienda ottempera a tutti i protocolli di legge previsti, il cui monitoraggio è demandato al Servizio di Sorveglianza Sanitaria e Radioprotezione Medica - Medicina Del Lavoro. L'lspedale di Venere è una struttura di assoluta affidabilità e sicurezza grazie al lavoro di circa 1.100 operatori sanitari che quotidianamente si impegnano per garantire i livelli essenziali di assistenza. L'eventuale condotta scorretta di singoli, tempestivamente individuata, non deve compromettere l'immagine di tutti gli altri lavoratori che con professionalità svolgono ogni giorno il loro compito di assistenza e cura».
  • Ospedale
Altri contenuti a tema
Edvige è tornata a casa, Apleti: «Grazie a tutti» Edvige è tornata a casa, Apleti: «Grazie a tutti» La civetta di Harry Potter trafugata da oncologia pediatrica qualche giorno fa è stata fatta ritrovare in un sacchetto
Bari, rubata la civetta Edvige dall'ambulatorio dei bambini Bari, rubata la civetta Edvige dall'ambulatorio dei bambini La denuncia di Apleti Onlus, gli addobbi in stile Harry Potter erano stati installati solo pochi giorni fa
Infermieri ubriachi richiamati dalla Asl Bari, Andreula: «Iniziativa inopportuna» Infermieri ubriachi richiamati dalla Asl Bari, Andreula: «Iniziativa inopportuna» Una nota a firma di Alessandro Sansonetti scatena la bufera e la risposta del presidente di OPI Bari
Muore a 62 anni, i familiari donano gli organi. Asl Bari: «Grazie» Muore a 62 anni, i familiari donano gli organi. Asl Bari: «Grazie» La generosità dei parenti dell'uomo morto per ischemia ha permesso l'espianto di fegato, reni e cornee
Il Fallacara di Triggiano non chiuderà, siglato accordo tra Comune e Regione Puglia Il Fallacara di Triggiano non chiuderà, siglato accordo tra Comune e Regione Puglia Ci sarà un investimento di 10 milioni di euro, Emiliano: Sarà potenziato con servizi nuovi per tutto il territorio
Sanità in ferie in Puglia, per un intervento urgente si corre a Verona Sanità in ferie in Puglia, per un intervento urgente si corre a Verona La storia raccontata dal consigliere regionale pentastellato Conca riguarda un giovane con distacco improvviso della retina
Ristorazione ospedaliera in Puglia, sit-in lunedì in Regione Ristorazione ospedaliera in Puglia, sit-in lunedì in Regione I lavoratori temono che non venga applicata l clausola sociale e quindi di perdere il lavoro
Bari, 35enne muore dopo intervento alla Mater Dei Bari, 35enne muore dopo intervento alla Mater Dei La donna di Ostuni e madre di un bambino di 6 anni si era sottoposta ad un bendaggio gastrico
© 2001-2019 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.