Ospedale Di Venere
Ospedale Di Venere
Enti locali

Carbonara, chiude reparto di riabilitazione, proteste dei cittadini

Raccolta firme contro la decisione della Asl di accorpare il servizio in 3 strutture, i sindacati: «Assistenza territoriale deve essere vicina ai pazienti»

Una nuova tegola di abbatte sul quartiere Carbonara di Bari. Dopo la polemica dei giorni scorsi che ha visto al centro della diatriba tra cittadini e comune l'ex campo di calcio destinato ad ospitare un parcheggio, l'attenzione di sposta sul Di Venere. L'Asl di Bari ha, infatti, deciso di chiudere il reparto di riabilitazione dell'ospedale accorpando tale servizio in sole 3 strutture del territorio cittadino, ovvero Japigia, Santo Spirito e l'ex CTO. Tutta la popolazione dell'area che va da Ceglie al quartiere Murat dovrà quindi far riferimento a Japigia.

Ma i cittadini di Carbonara non ci stanno a vedersi portar via un servizio così importante e si sono già attivati con una raccolta firme che ha superato le 750 adesioni. Anche se dalla Asl fanno sapere che la decisione rientra in un piano ampio di: «riorganizzazione del servizio di riabilitazione del Distretto sociosanitario di Bari [...] al fine di poter assicurare il massimo orario di apertura per ciascuna di esse».

Al fianco dei carbonaresi si sono espressi anche i sindacati della Fimmg (Federazione Italiana Medici di Famiglia, il cui segretario Nicola Calabrese ha dichiarato: «La Regione dovrebbe sposare un modello di assistenza capillare in grado di gestire la cronicità. La medicina generale e l'esperienza dei CPT, in questo, rappresentano una grande risorsa, perché offrono servizi di prossimità ai cittadini e sono in grado quindi di rispondere al meglio ai bisogni di salute dei pazienti. Vanno incontro inoltre anche all'esigenza dei sindaci di garantire servizi assistenziali ai cittadini nel proprio territorio di riferimento».

«Inutile avviare una sperimentazione che punta alla capillarità di assistenza (il riferimento è al progetto Care Puglia 3.0 ndr) - sottolinea Calabrese - e al tempo stesso chiudere servizi sul territorio. Siamo d'accordo per la creazione di grandi strutture ospedaliere di eccellenza; ma tutta l'assistenza territoriale, inclusi i servizi di riabilitazione devono essere portati vicino ai pazienti, con piccoli ambulatori diffusi in modo capillare»
  • Quartiere Carbonara
  • Di Venere
Altri contenuti a tema
Bari, Carbonara dice addio a don Paolo Sangirardi Bari, Carbonara dice addio a don Paolo Sangirardi I funerali si terranno domani pomeriggio nella parrocchia Santa Maria del Fonte
Asl Bari, al Di Venere tre nuovi ambulatori Covid free e un team per i test antigenici Asl Bari, al Di Venere tre nuovi ambulatori Covid free e un team per i test antigenici Percorsi differenziati per bambini, asintomatici e utenti in auto: così il dipartimento di prevenzione ha potenziato l’attività di screening
Anche a Bari la protesta delle "Mascherine tricolori" contro Conte: «Salute al primo posto» Anche a Bari la protesta delle "Mascherine tricolori" contro Conte: «Salute al primo posto» Il collettivo ha esposto uno striscione all'esterno dell'ospedale Di Venere. Iniziativa replicata in 100 città italiane
Asl Bari, i numeri del laboratorio Covid del Di Venere: 116mila tamponi analizzati da marzo Asl Bari, i numeri del laboratorio Covid del Di Venere: 116mila tamponi analizzati da marzo Dal macchinario da 1000 test molecolari ai 22 POCT per gli antigenici: gli strumenti dell'ospedale barese per diagnosticare il virus
Di Venere, pazienti positivi a Cardiologia, chiuso reparto fino a domani Di Venere, pazienti positivi a Cardiologia, chiuso reparto fino a domani In mattinata riprendono i ricoveri dopo lo creenig esteso anche a tutti gli operatori
Ospedale Di Venere, riprendono i ricoveri nel reparto di Ginecologia Ospedale Di Venere, riprendono i ricoveri nel reparto di Ginecologia La settimana scorsa si erano verificati quattro casi Covid fra il personale dell'unità operativa complessa
L'ospedale Di Venere si "sdoppia": in arrivo 40 posti Covid, garantita cura di altre patologie L'ospedale Di Venere si "sdoppia": in arrivo 40 posti Covid, garantita cura di altre patologie Il nosocomio di Carbonara entra temporaneamente nella rete regionale per il trattamento del nuovo Coronavirus
Il Di Venere riorganizza il reparto di Ginecologia dopo 4 casi Covid, garantiti ricoveri urgenti Il Di Venere riorganizza il reparto di Ginecologia dopo 4 casi Covid, garantiti ricoveri urgenti Dal 12 al 15 novembre sanificazioni e tamponi a tappeto. Assicurate attività ambulatoriali, gravidanze a rischio e pretermine trattate in altre strutture
© 2001-2021 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.