Ospedale Di Venere
Ospedale Di Venere
Enti locali

Carbonara, chiude reparto di riabilitazione, proteste dei cittadini

Raccolta firme contro la decisione della Asl di accorpare il servizio in 3 strutture, i sindacati: «Assistenza territoriale deve essere vicina ai pazienti»

Una nuova tegola di abbatte sul quartiere Carbonara di Bari. Dopo la polemica dei giorni scorsi che ha visto al centro della diatriba tra cittadini e comune l'ex campo di calcio destinato ad ospitare un parcheggio, l'attenzione di sposta sul Di Venere. L'Asl di Bari ha, infatti, deciso di chiudere il reparto di riabilitazione dell'ospedale accorpando tale servizio in sole 3 strutture del territorio cittadino, ovvero Japigia, Santo Spirito e l'ex CTO. Tutta la popolazione dell'area che va da Ceglie al quartiere Murat dovrà quindi far riferimento a Japigia.

Ma i cittadini di Carbonara non ci stanno a vedersi portar via un servizio così importante e si sono già attivati con una raccolta firme che ha superato le 750 adesioni. Anche se dalla Asl fanno sapere che la decisione rientra in un piano ampio di: «riorganizzazione del servizio di riabilitazione del Distretto sociosanitario di Bari [...] al fine di poter assicurare il massimo orario di apertura per ciascuna di esse».

Al fianco dei carbonaresi si sono espressi anche i sindacati della Fimmg (Federazione Italiana Medici di Famiglia, il cui segretario Nicola Calabrese ha dichiarato: «La Regione dovrebbe sposare un modello di assistenza capillare in grado di gestire la cronicità. La medicina generale e l'esperienza dei CPT, in questo, rappresentano una grande risorsa, perché offrono servizi di prossimità ai cittadini e sono in grado quindi di rispondere al meglio ai bisogni di salute dei pazienti. Vanno incontro inoltre anche all'esigenza dei sindaci di garantire servizi assistenziali ai cittadini nel proprio territorio di riferimento».

«Inutile avviare una sperimentazione che punta alla capillarità di assistenza (il riferimento è al progetto Care Puglia 3.0 ndr) - sottolinea Calabrese - e al tempo stesso chiudere servizi sul territorio. Siamo d'accordo per la creazione di grandi strutture ospedaliere di eccellenza; ma tutta l'assistenza territoriale, inclusi i servizi di riabilitazione devono essere portati vicino ai pazienti, con piccoli ambulatori diffusi in modo capillare»
  • Quartiere Carbonara
  • Di Venere
Altri contenuti a tema
Carbonara, i cittadini non ci stanno: "Giù le mani dal campo sportivo" Carbonara, i cittadini non ci stanno: "Giù le mani dal campo sportivo" Ieri il sopralluogo di Galasso e Acquaviva per individuare nuove aree parcheggio
3 Parcheggi, a Carbonara e Ceglie due nuove aree Parcheggi, a Carbonara e Ceglie due nuove aree Si tratta di una zona abbandonata nei pressi del cimitero e del vecchio campo sportivo ormai in disuso
Carbonara, 20enne picchiato e rapinato alla fermata del bus. Preso un minorenne Carbonara, 20enne picchiato e rapinato alla fermata del bus. Preso un minorenne Il ragazzo avrebbe agito con un complice, non imputabile, seguendo la vittima fin sopra il mezzo pubblico
Carbonara, i droni riprendono la nuova illuminazione in 75 strade del quartiere Carbonara, i droni riprendono la nuova illuminazione in 75 strade del quartiere Galasso: «Intervento che garantisce maggiore sicurezza a costi più bassi»
Carbonara di Bari, auto incastrata tra i binari Carbonara di Bari, auto incastrata tra i binari Non sono chiare le dinamiche anche se sembra che l'automobilista sia finito sui binari a causa di una manovra errata
Rapinò un appartamento a Carbonara. Arrestato 54enne sorvegliato speciale Rapinò un appartamento a Carbonara. Arrestato 54enne sorvegliato speciale Il fatto risale allo scorso 15 agosto. Già in manette il complice dopo la colluttazione col padrone di casa
Quindici anni senza Gaetano Marchitelli, vittima innocente di mafia. A Carbonara la commemorazione Quindici anni senza Gaetano Marchitelli, vittima innocente di mafia. A Carbonara la commemorazione Decaro: «Lo sbaglio sta nel credere di poter sparare liberamente fra le vie della città»
Troppi box vuoti nel mercato di Carbonara, gli operatori saranno avvicinati per evitare dispersione Troppi box vuoti nel mercato di Carbonara, gli operatori saranno avvicinati per evitare dispersione Ieri il sopralluogo degli assessori Palone e Galasso. Si discute anche la copertura dell'area e la risoluzione dei problemi alla fogna
© 2001-2018 BariViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BariViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.